anniversari

Boggi Milano festeggia 80 anni (anche) col restyling del negozio di San Babila

Nata nel 1939 come piccola sartoria, oggi è una catena da 190 punti vendita nel mondo e mille dipendenti


default onloading pic

2' di lettura

Tra i molti anniversari del 2019, nella moda e non solo, c’è quello di Boggi Milano, marchio italiano di abbigliamento uomo, nato nel 1939 nel capoluogo lombardo e che da allora progetta e disegna moda maschile contemporanea curandone ogni aspetto, dalla produzione alla distribuzione. Nato come piccola sartoria nel centro di Milano, oggi è presente in 38 Paesi con più di 190 negozi e oltre mille dipendenti.

Punto vendita storico
Il restyling e la riapertura del negozio di piazza San Babila, nel centro di Milano, è un omaggio alla città, prima di tutto. Per molti anni furono soprattutto gli uomini milanese, con il passaparola, a far crescere Boggi. Quello di piazza San Babila, proprio all’imbocco con corso Vittorio Emanuele e a pochi passi da Duomo e dal quadrilatero della moda, è il negozio più storico e rappresentativo del marchio, che ora viene arricchito da nuovi servizi, tecnologie e design.

Offerta completa
Sviluppato su due livelli all'interno dell'imponente Palazzo del Toro, il negozio ospita tutte le collezioni Boggi Milano, dall’easy formal al formal, su una superficie di circa 450 metri. In posizione angolare, il flagship ha otto vetrine che si affacciano su due shopping street coperte: 2 vetrine racchiudono l’ingresso principale sul porticato della piazza e 6 vetrine l’ingresso secondario sul percorso laterale. In termini di layout, al piano terra, la linea easy formal, l’area denim, accessori e camiceria. Al primo piano, invece, anche la linea formal.

Simbolo di omnicanalità
Non solo un punto vendita, ma anche un luogo dove i clienti posso usare i nuovi servizi omnichannel, che, grazie ai nuovi dispositivi, trasformano San Babila nello store più digitalizzato del marchio, lavorando in sinergia con la piattaforma e-commerce, anch’essa da poco rivoluzionata. Monitor dalla tecnologia touch installati a parete permettono al cliente di navigare sull’e-commerce; poi c’è il servizio Click & Collect, che consente ai consumatori di ordinare online e ritirare nel negozio e quello Reserve in Store, che permette al cliente di ordinare online e selezionare il negozio di prova a lui più comodo, specificando la data e la fascia oraria della visita. Il servizio Order in Store invece consente di selezionare e ordinare il prodotto in negozio, e poi ricevere a casa o in qualsiasi altro negozio della rete. Si aggiungono nuovissimi tablet installati sui tavoli espositivi per la gestione Dss (acronimo di Decision support system, tipo particoare di software), le attività logistiche nonché il pagamento senza doversi recare in cassa.

Spazio relax e personalizzazione
Visto che oggi tutti parlano di shopping experience, nel negozio di San Babila si aggiunge un’area lounge, dove i clienti possono rilassarsi. Novità assoluta, la presenza di un angolo permanente dedicato al Su Misura, uno dei servizi di punta del marchio, già apprezzato da molti clienti: oltre a San Babila, il servizio è recentemente stato lanciato nel flagship di Barcellona, inaugurato lo scorso 26 settembre, e in quello di Düsseldorf, inaugurato il 19 settembre.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...