Nodo rincari

Bollette, Confindustria: governo metta mano alla politica energetica

Regina: «Da queste crisi se ne esce in due modi: o saltano per aria le imprese o si scarica tutto al consumo»

Si lavora a caro-bollette, Arera blocca oneri imprese

1' di lettura

«Spero che il governo non si lasci dominare da una campagna elettorale latente per un anno, e metta mano alla politica energetica strutturale per il Paese». Così Aurelio Regina, presidente del Gruppo tecnico Energia di Confindustria, in un evento organizzato da Unindustria per approfondire la questione del caro-energia “Aumento dei prezzi: cause, impatti, prospettive”.

Le forze politiche devono venire incontro alle imprese

«Il governo deve mettere mano urgentemente a una serie di misure che abbiano un impatto» sia «sul prezzo» sia «sugli approvvigionamenti», ha aggiunto Aurelio Regina, presidente del Gruppo tecnico Energia di Confindustria. Questo - ha spiegato Regina - è “l’ennesimo grido d’allarme: le forze che sostengono il governo devono farsi carico politicamente di venire incontro alle imprese. Da queste crisi se ne esce in due modi: o saltano per aria le imprese o si scarica tutto al consumo», quindi pagano «i cittadini».

Loading...

Per fortuna c’è il Tap

«Il Tap per fortuna che l’abbiamo fatto. È una delle nostre misure fondamentali» ha sottolineato Regina. «Abbiamo un mix diversificato - aggiunge Regina - ma ancora molto dipendente dalla Russia. E vista la tensione in questo momento su quell’area di mercato, ecco che arrivano gli aumenti».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti