Decreto in Gazzetta

Bollette, con il fotovoltaico 1.500 euro di risparmi all’anno per famiglia

L’installazione di impianti solari fotovoltaici e termici sugli edifici viene considerata intervento di manutenzione ordinaria

(ANSA)

2' di lettura

Una spinta agli impianti rinnovabili con permessi più veloci e semplici che favoriscano la transizione energetica ma facciano pesare anche meno l’elettricità sulle tasche delle famiglie, visto che un impianto fotovoltaico domestico permette un risparmio in media di 1.500 euro all’anno sulle bollette rispetto al prelievo di energia elettrica dalla rete, secondo il Solar Index Italy, uno studio sul mercato italiano del settore. Ma c’è anche il calo da 500 a 400 milioni per il bonus elettrico e gas alle famiglie svantaggiate per quest’anno. Sono fra le novità che emergono dal decreto legge con le «Misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali» entrato in vigore con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

23 miliardi fino al 2032

Il provvedimento contiene alcune modifiche rispetto a quello approvato dal Consiglio dei ministri il 18 febbraio scorso, come l’articolo 9 sulle «semplificazioni per l’installazione di impianti a fonti rinnovabili». Il pacchetto, che approderà in Aula alla Camera il 28 marzo prossimo, prevede interventi per circa 8 miliardi di euro per il 2022 e poco più di 23 miliardi fino al 2032. Per quest’anno 4,51 miliardi sono coperti dal ministero dell’Economia tra fondi da ripartire (1,88), politiche di bilancio (1,63) e tutela della finanza pubblica e competitività e sviluppo delle imprese (1,0).

Loading...

L’accoglienza delle nuove norme

L’installazione di impianti solari fotovoltaici e termici sugli edifici viene considerata «intervento di manutenzione ordinaria e non è subordinata a permessi, autorizzazioni o atti amministrativi di assenso». Un passo in avanti enorme per la diffusione di pannelli solari sui tetti delle case, stando ai risultati dell’indagine realizzata da Otovo, società norvegese che installa pannelli fotovoltaici per le famiglie, condotta su un campione di 10mila persone residenti fra Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Palermo. Non è soddisfatta della misura sulle rinnovabili, invece, Confagricoltura perchè la semplificazione non interviene in modo efficace sulla compensazione del caro bollette per le imprese agricole.

Gli altri fronti di azione

Fra le risorse messe in campo dal decreto legge ci sono, tra le altre, 3 miliardi per contenere l’aumento delle bollette della luce da aprile a giugno, 7,7 miliardi all’automotive da qui al 2030 (700 milioni nel 2022) e quasi 80 milioni di euro per quest’anno a sostegno dell’autotrasporto, 4,1 miliardi fino al 2030 per promuovere la ricerca e lo sviluppo della tecnologia dei microchip, il rifinanziamento di 150 milioni di euro per il primo semestre del 2022 del Fondo di compensazione per l’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti