applicazioni collettive

Bollette più leggere con la condivisione

Anche in Italia sarà possibile, per chi ha installato un impianto fotovoltaico, cedere l’energia ai propri “vicini”

di Silvio Rezzonico


default onloading pic

1' di lettura

Comunità energetiche e applicazioni collettive come quelle tra diverse unità di un condominio. Il futuro si gioca sull’applicazione della direttiva europea - sul modello di quanto sta già accadendo in altri Paesi, come la Germania - concretizzerà anche in Italia la possibilità, per chi ha installato un impianto fotovoltaico, di cedere l’energia ai propri “vicini” per l’autoconsumo o di installare sistemi che servono più unità.

La rivoluzione potrebbe interessare diversi soggetti. Un classico caso è quello dello sfruttamento delle superfici a tetto di capannoni industriali, centri commerciali o immobili pubblici a vantaggio di limitrofe unità produttive o residenziali. In condominio l’energia autoprodotta sui tetti di un palazzo potrà essere utilizzata non solo per le parti comuni dell'edificio (come ascensori e luci dei vani scala), ma anche dalle singole unità con l’installazione di un solo impianto. I risparmi sulle bollette potranno essere sostanziosi (si stima nell’intorno del 20%).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...