ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùconsumi energetici

Bollette: dalla scheda sintetica all’estensione dell’indennizzo automatico, in arrivo offerte più trasparenti

L’Autorità per l’energia ha fissato delle modifiche del codice di condotta commerciale introducendo obblighi informativi più stringenti per i venditori di luce e gas

di Celestina Dominelli

Bollette, nuovo tetto Isee per il «bonus sociale»

L’Autorità per l’energia ha fissato delle modifiche del codice di condotta commerciale introducendo obblighi informativi più stringenti per i venditori di luce e gas


3' di lettura

Le offerte commerciali di luce e gas diventano più trasparenti grazie all’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera) che ha fissato nuovi obblighi per i venditori in modo da rendere più facilmente confrontabili le proposte per famiglie e piccole imprese. L’Authority guidata da Stefano Besseghini ha infatti introdotto delle modifiche al codice di condotta commerciale che definisce gli obblighi dei venditori nei rapporti commerciali con gli utenti finali fornendo strumenti concreti per migliorare la comprensione delle condizioni economiche e contrattuali proposte dagli operatori. Ecco tutte le novità.

Gli obblighi in fase precontrattuale

I primi cambiamenti riguardano la fase precontrattuale con l’Autorità che ha introdotto la scheda sintetica, in sostituzione della precedente nota informativa già prevista dal codice di condotta commerciale. Il documento riassume tutti gli obblighi informativi in capo al venditore in formato standardizzato e comprensibile per il cliente. Cosa conterrà la scheda sintetica? Dovrà innanzitutto essere consegnata a tutti i clienti alimentati in bassa tensione e/o con consumi di gas naturale complessivamente non superiori a 200mila metri cubi standard annui) e dovrà contenere, tra l’altro, l’identità e i recapiti del venditore, la validità temporale dell’offerta e la durata contrattuale, ma anche i metodi e le tempistiche di fatturazione e pagamento, come pure quelle per esercitare il diritto di ripensamento.

Loading...

Gli indicatori sintetici di prezzo

La scheda sintetica conterrà poi tre nuovi indicatori sintetici di prezzo relativi alla materia prima per l’elettricità e/o gas naturale (la componente determinata dal venditore, che comprende tutte le voci diverse da quelle dei costi per il trasporto, gestione del contatore e oneri di sistema). Gli indicatori sintetici, presenti anche nel portale offerte, presenteranno una sintesi dei corrispettivi unitari relativi alla materia energia/gas (parte definita liberamente dal venditore) in termini euro/annui (indicatore costo fisso anno) e euro/kWh o euro/Smc (indicatore costo per consumi) e, per le sole offerte di energia elettrica, euro/kW (indicatore costo per potenza impegnata). L’indicatore costo per consumi sarà, inoltre, differenziato tra offerte a prezzo fisso e offerte a prezzo variabile. Nella scheda sintetica, poi, verrà poi inserita la stima della spesa annua al netto di imposte e tasse per livelli di consumo e profili di cliente finale (potenza impegnata/residenza).

Paletti più stringenti nella fase contrattuale

Passando alla fase contrattuale, vengono fissati obblighi più stringenti nel caso di evoluzioni automatiche delle condizioni applicate al cliente finale (cioè di qualsiasi variazione della fornitura già prevista e determinata nel contratto sottoscritto. In particolare, è stato introdotto l’obbligo di una comunicazione nei seguenti casi: aumento dei corrispettivi unitari determinati dal venditore, scadere di sconti, passaggio da un prezzo fisso a uno variabile o viceversa. Tale comunicazione, che deve essere fatta con un preavviso di almeno 2 mesi rispetto allo scadere dei 12 mesi in cui si è verificata un’evoluzione automatica, deve contenere sia l’illustrazione chiara dei contenuti e degli effetti dell’evoluzione sia la stima della spesa annua al netto di imposte e tasse, riferita ai 12 mesi successivi, sulla base anche dei livelli di consumo della scheda sintetica per i clienti domestici. In presenza di variazioni legate alla scadenza o alla riduzione di sconti o all’aumento dei corrispettivi unitari non collegati all’andamento dei mercati all’ingrosso, queste comunicazioni devono essere integrate con l’indicazione dell’impatto di questi cambiamenti sulla spesa annua, espresso in euro/annui.

Esteso l’indennizzo automatico

È inoltre previsto un indennizzo automatico per il cliente finale in tutti i casi di mancato rispetto della procedura, vale a dire sia per le variazioni unilaterali - già contemplato attualmente - che per quelle automatiche. Altri interventi di miglioramento delle tutele del cliente finale riguardano la revisione dei criteri di presentazione dei prezzi, anche per scongiurare eventuali comportamenti opportunistici del venditore, e il riallineamento e l’aggiornamento dei riferimenti del Codice di condotta commerciale alla regolazione e normativa attualmente vigenti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti