ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl caro energia

Bollette, dal taglio dell’Iva alle rate: tutti gli aiuti contro il caro energia

Non solo lo sconto sui carburanti: il pacchetto contro il caro energia prevede una riduzione su luce e gas per i nuclei più disagiati. Il ruolo dell’Isee

di Celestina Dominelli

Bollette: 10 anni di rincari per famiglie, +780 euro

4' di lettura

Dall’estensione del taglio delle accise sui carburanti, con la riduzione di 25 centesimi al litro per benzina e gasolio ora procrastinata fino all’8 luglio, alla proroga della rateizzazione per le bollette di luce e gas a favore dei nuclei più in difficoltà. E ancora, il rafforzamento del bonus sociale anche per il terzo trimestre. Sono diverse le misure stanziate per alleggerire le famiglie impattate dai rialzi dei prezzi dell’energia e distribuite tra i diversi decreti approvati dal Governo, a partire dal Dl Aiuti che ha ricevuto il disco verde definitivo del Cdm nei giorni scorsi.

Bonus potenziati

Proprio quest’ultimo provvedimento ha previsto, anche per il terzo trimestre dell’anno, il potenziamento delle agevolazioni sulle tariffe di luce e gas per le famiglie economicamente svantaggiate e quelle in gravi condizioni di salute in modo da minimizzare gli incrementi di spesa per la fornitura dovuti ai rincari. Per queste, quindi, sarà possibile beneficiare dello sconto in bolletta rafforzato fino al 30 settembre tenendo presente che il tetto Isee (l’indicatore della situazione economica equivalente che consente di valutare la situazione reddituale) per accedere all’agevolazione è stato ampliato da 8.265 a 12mila euro, mentre resta immutata la soglia di 20mila euro per le famiglie con almeno 4 figli a carico.

Loading...

L’innalzamento varrà in modo retroattivo per il 2022 e spetterà come sempre all’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente gestire la messa a terra dell’intervento.

Rateizzazioni fino al 30 giugno

Per chi si trova in situazioni di difficoltà è poi stata prevista, con un emendamento al decreto Taglia prezzi approvato nei giorni scorsi al Senato, anche la proroga della rateizzazione delle bollette contenuta nell’ultima manovra. In sostanza fino al 30 giugno (e non più 30 aprile come già previsto) i venditori di luce e gas sono tenuti a offrire ai clienti inadempienti un piano di rateizzazione che prevede una periodicità pari a quella di fatturazione applicata normalmente, con un numero di rate complessivamente pari al numero di fatture emesse di norma in 10 mesi e ciascuna di valore non inferiore a 50 euro (con la prima rata che dovrà essere pari al 50% dell’importo oggetto di rateizzazione e quelle successive di ammontare costante).

Oneri azzerati e taglio Iva

Fino al 30 giugno, invece, le bollette di luce e gas continueranno a beneficiare del calmieramento stabilito dal decreto energia approvato dal governo lo scorso marzo. Un contenimento che, numeri alla mano, è andato a beneficio di quasi 30 milioni di utenze domestiche e di oltre 6 milioni di imprese. In sostanza, le fatture energetiche sfrutteranno ancora l’effetto combinato di quel pacchetto di misure che ha confermato l’azzeramento degli oneri di sistema e il calo dell’Iva gas al 5% per gli usi civili e industriali, nonché dell’intervento straordinario dell’Autorità che ha tagliato dell’8,8% la componente UG2. Quest’ultima garantisce la compensazione dei costi di commercializzazione sostenuti dalle imprese di vendita e la riduzione si applica a tutti i clienti per la fascia di consumi fino a 5mila metri cubi l’anno.

Gli effetti sulla bolletta

Per effetto di questi interventi, nel secondo trimestre, si è registrata una riduzione del costo dell’energia elettrica per le famiglie del 10,2%, mentre l’esborso per la spesa gas è sceso del 10% rispetto al trimestre precedente.

Con il risultato, ha stimato la stessa Arera, che la spesa per la bolletta elettrica della famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il 1° luglio 2021 e il 30 giugno 2022) è di circa 948 euro (+83% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno prima), mentre quella per la fornitura del gas ammonta a circa 1.652 euro, con una variazione del +71% sull’anno precedente.

Gli aiuti messi in campo dal Governo e i beneficiari

Dipendenti
200 euro per i dipendenti
- Bonus da 200 euro una tantum per i lavoratori dipendenti con una retribuzione imponibile mensile fino a 2.692 euro
- L’indennità sarà riconosciuta in via automatica dai datori a luglio
- L’indennità non è imponibile fiscalmente

Pensionati e colf
200 euro per pensionati, disoccupati e colf

- Indennità una tantum da 200 euro riconosciuta d’ufficio ai pensionati con reddito personale complessivo fino a 35mila euro lordi annui
- Bonus da 200 euro anche ai percettori di Naspi e Dis-Coll e ai lavoratori domestici

Co. co.co. e autonomi
Bonus per collaboratori e autonomi

- Indennità una tantum da 200 euro ai co.co.co. con un reddito derivante da questi rapporti fino a 35mila euro
- Indennità una tantum (da definire) ai lavoratori autonomi e ai professionisti con un reddito non oltre una certa soglia (la fisserà un decreto)

Accise sui carburanti
Taglio delle accise

- La riduzione di 25 centesimi delle accise sulla benzina e sul gasolio usato come carburante, in vigore dal 22 marzo, è prorogata all’8 luglio 2022 (conversione in legge del Dl 21/2022).
- Le aziende possono assegnare gratis ai lavoratori buoni carburante non tassati

Elettricità e gas
Bonus e agevolazioni

- Prorogato anche per il terzo trimestre il potenziamento del bonus sull’elettricità e gas
- Oneri azzerati e taglio dell’Iva fino al 30 giugno
- Estesa fino al 30 giugno la rateizzazione delle bollette energetiche per le famiglie in difficoltà.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti