consumi

Bollette, tutto quello che c’è da sapere per difendersi dalle trappole

di Celestina Dominelli


Bollette, tutto quello che c’è da sapere per difendersi dalle trappole

5' di lettura

Alzi la mano chi non ha mai ricevuto a casa la telefonata di uno zelante operatore intenzionato a venderci la fornitura di energia elettrica e gas. Il decreto Milleproroghe (legge 108 del settembre 2018) ha spostato la fine della tutela di prezzo per l’elettricità e il gas al 1° luglio 2020. Da quella data, salvo ulteriori proroghe, questi servizi non saranno più disponibili. Come avverte l’Autorità per l’energia sul suo sito web (www.arera.it), la continuità della fornitura sarà però garantita ai clienti di piccola dimensione che non avranno ancora un contratto nel mercato libero, in modo da non subire alcuna interruzione mentre cercano una nuova offerta. Ma quali sono gli strumenti di cui il consumatore dispone? Ecco le risposte, messe a punto dall’Authority presieduta da Stefano Besseghini, per difendersi dalle trappole e fare una scelta consapevole.

GUARDA IL VIDEO - Bollette, tutto quello che c'è da sapere per difendersi dalle trappole

Come scegliere la tariffa più adatta alle proprie esigenze
Per chi è intenzionato a trovare una nuova offerta, la Legge Concorrenza del 2017 ha previsto il Portale offerte luce e gas (www.ilportaleofferte.it), la piattaforma informatica realizzata e gestita da Acquirente Unico sulla base delle disposizioni dell’Autorità, che consente di comparare tutte le tariffe luce e gas presenti sul mercato.

GUARDA IL VIDEO / Bollette: da luglio cala il prezzo del gas (-6,9%), ma sale l'elettricità (+1,9%)

Per il confronto delle proposte, al cliente finale è richiesto di fornire alcune informazioni reperibili nella sua bolletta: dal consumo annuo di gas e/o energia elettrica al codice di avviamento postale (non tutte le offerte sono disponibili in tutte le zone del paese), fino al consumo per fasce orarie (nel caso dell’elettricità). Tali informazioni permettono al consumatore di visualizzare le offerte disponibili nella zona dove è collocata la sua utenza e di ottenere per ciascuna offerta una stima della spesa annua cui andrebbe incontro scegliendo l’una o l’altra offerta.

GUARDA IL VIDEO - Bollette, dall’Emilia alla Sardegna ecco chi paga il conto più salato

L’assist dell’offerta Placet
Se la ricerca non avesse esito positivo, il consumatore ha comunque la possibilità di optare per una tariffa Placet (prezzo libero a condizioni equiparate di tutela), offerte del mercato libero a prezzo fisso o variabile. Le offerte Placet non prevedono la fornitura congiunta di energia elettrica e gas naturale: il cliente può, tuttavia, sottoscrivere due distinti contratti di offerta Placet, uno di energia elettrica e uno di gas naturale, con lo stesso venditore. I contratti delle offerte Placet hanno durata indeterminata con condizioni economiche che si rinnovano ogni 12 mesi. Resta sempre valida la facoltà del cliente di sciogliere il proprio contratto (recedere) e cambiare il proprio venditore o tipo di contratto con lo stesso venditore con le tempistiche e le modalità indicate nel contratto. Alla base di queste offerte, che hanno condizioni economiche liberamente stabilite dai venditori, vi sono una struttura di prezzo e una serie di condizioni contrattuali definite dall’Autorità .

L’adesione ai gruppi d’acquisto
C’è poi anche un’altra possibilità per il consumatore: l’adesione a un gruppo d’acquisto rivolto a clienti finali domestici e piccole imprese che s’impegna ad assicurare informazioni e assistenza agli aderenti secondo le linee guida dell’Autorità. Tali gruppi nascono con l’obiettivo di selezionare uno o più venditori per la fornitura di energia elettrica e/o gas naturale ai clienti finali riuniti nel gruppo. Sono promossi da un “organizzatore” attraverso campagne che possono essere periodiche o permanenti, durante le quali singoli clienti finali possono aderire al gruppo. E, sopo aver selezionato le offerte commerciali più vantaggiose, il gruppo d’acquisto le propone ai propri membri che possono stipulare il proprio contratto di fornitura con il venditore alle condizioni stabilite. L’Autorità ha stabilito delle regole comportamentali specifiche cui i gruppi di acquisto che aderiscono devono conformarsi per un periodo iniziale di almeno due anni . Gli aderenti sono accreditati e compaiono in un elenco apposito consultabile sul sito dell’Authority (www.arera.it).

Dove trovare informazioni e assistenza
L’Autorità ha istituito dal 2009 lo Sportello per il consumatore Energia e Ambiente, gestito in collaborazione con Acquirente Unico Spa, che fornisce informazioni e assistenza ai consumatori di energia elettrica e gas e agli utenti del servizio idrico integrato. Lo sportello mette a disposizione una serie di servizi: il Contact center che risponde a quesiti telefonici e scritti sul funzionamento del mercato, sui diritti dei consumatori e sulle modalità di erogazione dei servizi; il servizio Smart (attivo solo per luce e gas) che permette di ottenere rapidamente informazioni o risolvere controversie su specifiche problematiche; il servizio Reclami attivo per il solo settore del servizio idrico integrato; il servizio Segnalazioni a cui inviare segnalazioni scritte su disservizi o criticità rilevate per la luce, il gas e il servizio idrico; il servizio Help desk che fornisce assistenza qualificata sulla regolazioni dei settori elettrico, gas e idrico, dedicato esclusivamente agli sportelli delle associazioni dei consumatori domestici e non domestici parte di progetti qualificati supportati dall’Autorità.

E nel caso di controversie?
Sempre sotto l’egida dell’Autorità e la gestione dell’Acquirente Unico, figura il Servizio conciliazione che, attraverso una procedura semplice e veloce, con l’intervento di un conciliatore esperto, supporta le parti nel trovaee un accordo senza dover ricorrere alle vie giudiziarie. Per i settori elettrico e gas, dal 1° gennaio 2017 l’espletamento della procedura di conciliazione è un passaggio necessario per potersi rivolgere alla giustizia ordinaria, mentre per il settore idrico il tentativo di conciliazione, attivo dal 1° luglio 2018, è volontario.

Come esercitare il diritto di recesso
Per attivare il diritto di recesso e per tutte le informazioni relative a contratti, fornitura, diritti, e ancora, guasti e interruzioni, i clienti del mercato elettrico, del gas e dell’acqua possono consultare comunque un vero e proprio Atlante del consumatore che è consultabile sul sito web dell’Arera (https://www.arera.it/atlante/index.htm) e che permette di districarsi agevolmente nel mondo dell’energia.

La lettura della bolletta
Se, invece, volete avere ragguagli sulle voci della vostra bolletta per individuare eventuali problematiche e siete clienti serviti in regime di tutela, potete accedere alla Bolletta 2.0 (https://bolletta.arera.it/bolletta20/): una guida informata che contiene un elenco ragionato delle voci di spesa per i clienti del servizio elettrico e del gas, un glossario completo con tutte le informazioni per decodificare la struttura della vostra offerta e altre informazioni, tra cui quelle relative ai bonus elettrico e gas, uno sconto sulla bolletta, introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità, per assicurare un risparmio sulla spesa per l’energia alle famiglie in condizione di disagio economico e a quelle numerose.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...