NUOVE TECNOLOGIE

Bologna testa la scuola del futuro, Golinelli apre il «learning studio» Hp

di Ilaria Vesentini

default onloading pic


2' di lettura

HP e Fondazione Golinelli portano a Bologna la scuola del futuro: apre dentro l’Opificio il “Learning studio”, l’aula hi-tech digitalizzata dove studenti e docenti possono sperimentare nuove metodologie di studio e di insegnamento 4.0. Ultimo tassello del progetto internazionale promosso dalla multinazionale dell’informatica americana “Reinvent the Classroom”, in collaborazione con l’Ong Digital Promise Global, per supportare l’apprendimento ibrido evoluto del futuro. E primo ambiente in Europa dentro a una fondazione aperto alla collettività (in Italia c’è un altro Learning studio a Milano, dentro il Collegio San Carlo).

L’intervento, realizzato in collaborazione con Intel e Media Direct, partner di Hewlett Packard, è caratterizzato dalla costituzione di un unico ecosistema con tutta la filiera integrata di formazione, ricerca, trasferimento tecnologico, impresa e divulgazione, rigorosamente aperto alle contaminazioni esterne: tra le dotazioni ci sono 3 Sprout by HP, 15 laptop convertibili, 3 capture stage e una stampante 3D campus print, oltre a software e guide per gli educatori. L’iniziativa conferma il ruolo apripista dell’Opificio Golinelli «nella formazione delle nuove generazioni, nella cultura imprenditoriale e nella ricerca scientifica e tecnologica in Italia e in Europa, per offrire ai giovani talenti un contributo formativo, originale e specifico, di tecnologia e di know-how che solo una grande impresa leader mondiale nel suo settore di riferimento potrebbe offrire», spiega Antonio Danieli, dg della Fondazione Golinelli.

La cittadella bolognese della cultura imprenditoriale entra così a far parte delle 85 realtà, a livello globale, che operano come Research hub Learning studio, favorendo la creazione di una visione innovativa per la scuola del futuro. «Grazie alla collaborazione con la Fondazione Golinelli oggi abbiamo la possibilità di estendere un progetto innovativo come Reinvent the Classroom a un’importante area del territorio italiano – commenta Tino Canegrati, ad di Hp Italy –. L’installazione di questo Learning studio è l’esempio concreto dell’impegno di Hp nel mondo della formazione, in linea con il recente accordo siglato con il Miur e in continuità con il Piano nazionale della scuola digitale. Supportiamo docenti e studenti italiani con la migliore tecnologia innovativa, abilitando quella trasformazione digitale sempre più necessaria per le competenze del futuro nel nostro Paese». Nei prossimi mesi il nuovo ambiente educativo 4.0 coinvolgerà diverse scuole e realtà formative del territorio bolognese.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti