ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDEBUTTO

Bond cinesi a impatto zero per la neutralità dal carbonio entro il 2060

La Cina accelera: prima emissione da 992 milioni di dollari di obbligazioni a impatto zero con la quale sei società finanzieranno progetti verdi

di Rita Fatiguso

2' di lettura

Progetti nel fotovoltaico, nell’energia eolica e idroelettrica, edifici verdi. Per la prima volta sei società cinesi hanno emesso 992 milioni di dollari di obbligazioni “a impatto zero”. Questa formula debutta come parte degli sforzi della Cina per realizzare la promessa fatta dal presidente Xi Jinping di rendere il Paese carbon neutral entro il 2060.

Obiettivi ambiziosi

La Cina ha fissato obiettivi ambiziosi per limitare le emissioni di carbonio, che contribuiscono al riscaldamento globale. I proventi dei prestiti saranno utilizzati per finanziare progetti verdi per ridurre le emissioni di gas serra.

Loading...

Sul mercato c’è scarsa liquidità, quindi gli emittenti di obbligazioni a impatto zero hanno strappato tassi di interesse cedolari migliori del previsto.

Le obbligazioni sono appetibili per investitori come le assicurazioni, banche, società di gestione patrimoniale, fondi e società di titoli, ma d’altronde questa è la strada finanziaria per passare dalle parole ai fatti e realizzare la promessa fatta dal presidente cinese Xi Jinping nel discorso per il 70esimo anniversario delle Nazioni Unite quando ha dichiarato di voler anticipare i tempi per rendere la Cina carbon free entro il 2060.

Guerra all’inquinamento

È da almeno cinque anni che Pechino ha lanciato la sua personale guerra all’inquinamento, finendo per diventare il paladino della guerra al cambio climatico e un fiero sostenitore dell’accordo sul clima di Parigi. Nella proposta del 14esimo Piano quinquennale che sarà approvato a marzo dal Parlamento cinese addirittura è previsto un piano ad hoc solo per l'ambiente, valido fino al 2025.

Gli esperti stimano che il gigante asiatico avrà bisogno di investimenti per 440 miliardi di dollari all'anno, se vuole davvero soddisfare i suoi impegni ambientali..

La finanza sta giocando un ruolo chiave. Del resto Yi Gang, il Governatore della Banca centrale, è sceso in campo direttamente proprio con la proposta di un nuovo set di misure nella finanza verde.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti