ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùConfindustria

Bonomi, bonus 200 euro manovra populista, basta slogan

Secondo il presidente di Confindustria «un conto è il contrasto alla povertà, un conto è sostenere l’equità sociale, un altro è creare lavoro»

Bonus di 200 euro anche a chi prende il reddito di cittadinanza e colf

2' di lettura

«Noi imprenditori abbiamo il problema di trovare le persone da assumere, non di licenziarle: i dati dimostrano che nonostante lo sblocco licenziamenti, nonostante tutte le crisi, noi abbiamo bisogno di assumere le persone. Poi vediamo un provvedimento (il decreto Aiuti, in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, ndr), come l’ultimo, dove si danno in una tantum a chi prende il reddito di cittadinanza che secondo me non ha ragion d’essere, è un disincentivo a trovare il lavoro». Il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, ne ha fatto cenno nel corso di una lunga conversazione a teatro con Beppe Severgnini, a Crema.

Il fallimento delle politiche attive del lavoro

Il numero uno di Confindustria ha ricordato che la posizione dell’associazione datoriale non è contro il reddito di cittadinanza come strumento di lotta alla povertà ma lo considera un fallimento come strumento per le politiche attive per il lavoro. «Perché un conto è il contrasto alla povertà, un conto è sostenere l’equità sociale, un altro è creare lavoro».

Loading...

Dare 200 euro è una manovra populista

Tornando sul tema di come aumentare il salario dei lavoratori, Bonomi ha detto: «Non si possono sempre fare le cose a slogan. Io sono imprenditore, parlo con i numeri, con fatti concreti: sulle fasce di reddito basso vogliamo intervenire realmente o fare slogan? Dare 200 euro è una manovra populista». Siamo già in campagna elettorale? «Da settembre dell’anno scorso con le amministrative».

Se la politica è arte per il futuro non vedo artisti

Alla domanda su quale politico potesse candidarsi a guidare il Paese in futuro e avesse le qualità per dare le risposte che gli industriali sollecitano, Bonomi ha risposto: «Otto Von Bismarck diceva che la politica non è una scienza esatta ma è un’arte. Se voi vedete degli artisti in politica ditemelo».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti