ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl presidente di Confindustria

Bonomi: «Tetto al prezzo del gas e sospensione dei certificati Ets. Essere pronti a piano razionamento»

Il presidente di Confindustria intervistato dal Tg5. «Chiediamo di avere una quota nazionale di produzione da fonti rinnovabili a costo amministrato riservata all’industria manifatturiera così come fanno altri paesi in Europa»

(7146)

2' di lettura

«Chiediamo un tetto al prezzo del gas e se non viene fatto in Europa lo dobbiamo fare a livello nazionale. Lo stiamo chiedendo da mesi». Ad affermarlo è il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi intervistato dal Tg5. «Da mesi stiamo chiedendo anche la sospensione dei certificati Ets, i certificati verdi, perché è una follia pagare questi prezzi oggi in un momento in cui il mercato dell’energia sta esplodendo. Chiediamo di avere una quota nazionale di produzione da fonti rinnovabili a costo amministrato riservata all’industria manifatturiera così come fanno altri paesi in Europa e intervenire sul costo della bolletta», sottolinea Bonomi.

«È emergenza, ascoltare grido allarme imprese»

I partiti con grande senso di responsabilità devono affrontare il tema del caro energia, ha detto Bonomi, «capisco che è un tema scomodo durante la campagna elettorale, ma devono ascoltare il grido d’allarme delle imprese. E il governo Draghi può e deve intervenire perché è un tema di emergenza nazionale prioritario». «Il prezzo del gas segna nuovi record ogni giorno e il più grande paese manifatturiero europeo, la Germania, sta studiando da tempo dei piani di razionamento - ha aggiunto il leader degli industriali -. Noi italiani non possiamo farci trovare impreparati in caso di questa necessità», afferma Bonomi, che «inciderà su imprese, posti di lavoro e quindi sul reddito delle famiglie».

Loading...

«Essere pronti a piano razionamento»

Sulla questione energetica, come Confindustria dice ancora Bonomi «chiediamo di affrontare seriamente e immediatamente la predisposizione di un eventuale piano di razionamento. Dal primo ottobre inizia l’anno termico e le imprese non sanno ancora come dovranno affrontarlo. Chiediamo un tetto al prezzo del gas e se non viene fatto in Europa, dobbiamo farlo a livello nazionale, lo stiamo chiedendo da mesi». Come da mesi, prosegue Bonomi, «stiamo chiedendo la sospensione del certificati Ets, cioè l’acquisto di certificati verdi perché è una follia pagare questi prezzi oggi». Inoltre, aggiunge il presidente di Confindustria, «chiediamo di avere una quota nazionale di produzione da fonti rinnovabili a costo amministrato riservato all’industria manifatturiera, come fanno altri paesi in Europa e intervenire sul costo della bolletta anche utilizzando risorse comunitarie».


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti