Il presidente di Confindustria

Bonomi: governo eterogeneo, ma non possiamo perdere tempo

Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, intervistato a Mezz’ora in più, su Rai3

Bonomi (Confindustria): convinto sostegno a Draghi, molto da fare

2' di lettura

«Non c’è nessun antagonismo pubblico-privato. Dobbiamo lavorare insieme per il bene del Paese». Così Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, intervistato a Mezz’ora in più, su Rai3. «La compagine governativa è molto eterogenea, ma non possiamo permetterci di perdere tempo. Con il presidente del Consiglio abbiamo una ottima interlocuzione e ha ben presente cosa va fatto», ha aggiunto.La visione del Recovery Plan «è chiara: ora bisogna realizzarla con una partnership pubblico-privato».

Reddito di cittadinanza

«Per il Reddito di cittadinanza abbiamo sempre definito corretta la parte di intervento sulla povertà» – ha detto Bonomi – ma sulla parte delle politiche attive del lavoro «è stato un errore gravissimo l'inserimento in quel provvedimento. Per dare una dimensione di numeri: del milione e 700mila persone che percepiscono il reddito di cittadinanza l’Anpal ha ricollocato 423 persone, quindi è un fallimento. Dobbiamo lavorare sulla rioccupabilità delle persone»

Loading...

Competenze per le nomine

«Noi non interveniamo nel processo delle nomine, noi chiediamo competenza, di avere i migliori in aziende che determinano punti di pil in Italia», ha detto il presidente di Confindustria Carlo Bonomi. «Ci sono dei manager validi, l’Italia ha sempre avuto una tradizione di manager importanti, basta vedere i vertici di grandi aziende straniere», ha osservato.

Riforma del lavoro

«Dall’assemblea scorsa di Confindustria, da settembre noi sul tema di donne e giovani stiamo chiedendo interventi importanti: abbiamo chiesto la riforma degli ammortizzatori e delle politiche attive del lavoro un anno fa, non abbiamo avuto risposte da nessuno su questi temi», ha sottolineato sottolinea il presidente di Confindustria Carlo Bonomi. Più in generale Bonomi ha osservato che «non si può salvaguardare il mondo del lavoro com’era, il Pnrr provocherà una trasformazione, alcune filiere andranno in crisi: dobbiamo intervenire, dobbiamo passare dal tema del salvare i posti di lavoro alla rioccupabillità delle persone».

Caso Fedez-Rai

«Penso che un artista ma in genere tutti debbano poter esprimere il proprio pensiero, rispettoso delle leggi», ha detto il presidente di Confindustria Carlo Bonomi intervenendo a Mezz’ora in più con Lucia Annunziata su Raitre sul concerto del primo maggio. Per Bonomi comunque nel dibattito sul monologo di Fedez «ci vorrebbe un po’ meno ipocrisia; i vertici di questa Rai qualcuno li avrà nominati».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti