A «CHE TEMPO CHE FA»

Bonomi: «lo Stato paghi i debiti della Pa». Patuanelli: «sono d’accordo, è fattibile»

Il presidente designato di Confindustria e numero uno di Assolombarda, ospite da Fabio Fazio nella trasmissione “Che tempo che fa”, su Rai 2, si è rivolto al ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli, collegato sullo schermo accanto

di Nicoletta Picchio

Carlo Bonomi, presidente designato al vertice di Confindustria per il mandato 2020-2024 (foto Ansa)

2' di lettura

«C’è bisogno di un bazooka di liquidità. Se ci sono le condizioni per prendere i soldi dall’Europa, vanno presi. Piuttosto pensando all’Italia sarebbe il caso che lo Stato paghi i propri debiti nei confronti delle imprese, oppure venga data alle aziende la possibilità di compensare i debiti con i crediti».

Carlo Bonomi, presidente designato di Confindustria e numero uno di Assolombarda, ospite da Fabio Fazio nella trasmissione “Che tempo che fa”, su Rai 2, si rivolge al ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli, collegato sullo schermo accanto.

Loading...

E incassa un sì dal ministro: «Sono totalmente d’accordo con lui. È uno scandalo che la Pubblica amministrazione abbia ritardi così grandi nei confronti delle imprese. È la volta buona che dobbiamo farlo». Bonomi non si accontenta delle parole: «Confido che nel prossimo decreto lo mettiate». E Patuanelli: «Ci stiamo lavorando, è fattibile».

Sia Bonomi che Patuanelli, rispondendo alle domande di Fazio, si sono soffermati sulla emergenza sanitaria ed economica del Covid-19 e sulle riaperture. «La data è in funzione del modello della riapertura. Studiare il modello non è facile, bisogna capire quale sarà. Non c’è antagonismo salute verso lavoro. A noi imprenditori sta la responsabilità di mettere in sicurezza le imprese, faremo ciò che verrà chiesto. I colleghi sono smarriti, stanno soffrendo. Spero che venga ascoltata la voce delle imprese», ha detto Bonomi.

Poco prima il ministro dello Sviluppo aveva affermato: «Lo Stato deve accompagnare gli imprenditori nella sicurezza, non li metterò mai nelle condizioni del genere “fate voi, noi controlliamo”». Parole che Bonomi ha apprezzato, ringraziando esplicitamente il ministro: «Abbiamo percepito in parte del governo un atteggiamento anti industriale».

Patuanelli, che si è congratulato con Bonomi per la designazione, dichiarandosi «a disposizione di Confindustria» nel dialogo, aveva parlato di una possibile riapertura regione per regione, a seconda dell’andamento dei contagi.

Per approfondire:
Confindustria, Carlo Bonomi è il presidente designato
Bonomi, l'imprenditore del bio-medicale con la passione per la ricerca

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti