ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDecreto Aiuti

Bonus 200 euro, per badanti e colf un servizio multicanale del patronato Acli

Assistenza e domanda on line per i 920mila collaboratori familiari che dovranno presentare all’Inps la richiesta per ottenere il contributo anti-inflazione a partire da luglio

(mauritius images / AGF)

2' di lettura

Si scaldano i motori e l’operazione 200 euro, il bonus anti-inflazione introdotto dal Governo con il decreto Aiuti, entra nel vivo. Il contributo straordinario riservato a 31 milioni di lavoratrici e lavoratori, spetta anche a lavoratori domestici, collaboratori coordinati e continuativi, lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti, lavoratori dello spettacolo, lavoratori autonomi occasionali privi di partita iva, lavoratori incaricati alle vendite a domicilio. Questi soggetti per ottenere il bonus dovranno comunque rivolgersi all'Inps presentando un'apposita domanda. E vista la specificità dei lavoratori domestici è stato previsto dal legislatore un coinvolgimento dei patronati.

La risposta del Patronato Acli

Per assistere le migliaia di lavoratori domestici regolarmente impiegati in Italia, come ha spiegato il Presidente nazionale del Patronato Acli, Paolo Ricotti, «è stato avviata una modalità di servizio temporanea, multicanale, dedicata alle lavoratrici e lavoratori domestici che si affianca all’attività che svolgiamo tutti i giorni». Si tratta di oltre 920mila collaboratori domestici regolari che potranno da luglio incassare il contributo anti-inflazione.

Loading...

Richiesta anche on line

La misura, introdotta dal decreto Aiuti del 17 maggio 2022, come detto per dare una risposta immediata e agli aumenti delle materie prime e dell’energia, sarà erogata presentando la domanda in via telematica all’Inps, alle lavoratrici e ai lavoratori domestici a condizione di avere uno o più contratti di lavoro in corso alla data del 18 maggio 2022.

Per le lavoratrici e i lavoratori domestici l’importo non sarà anticipato dalle famiglie e, una volta presentata la domanda, sarà l'Istituto di previdenza a liquidare il bonus a partire dal mese di luglio 2022. Oltre al sostegno nella compilazione della domanda il servizio multicanale del patronato Acli consente ai lavoratori interessati di utilizzare la modalità di servizio online a distanza tramite il sito dedicato bonuscolfbadanti2022.info. «A richiedere online il bonus all’Inps, pensiamo noi», ha aggiunto Ricotti, precisando anche che «Il servizio è gratuito».


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti