Studio Bce-Bankitalia

Bonus 80 euro ha avuto «impatto significativo» sui consumi

dal nostro corrispondente Alessandro Merli

Olycom

2' di lettura

Francoforte. Il “bonus” di 80 euro introdotto dal Governo Renzi nel 2014 ha avuto “un significativo impatto macroeconomico”, secondo uno studio condotto da tre economisti della Banca d'Italia e pubblicato oggi dalla Banca centrale europea nei suoi working papers.
I consumi, secondo lo studio, sono aumentati di 3,5 miliardi di euro, il 40% circa dell'aumento totale della spesa delle famiglie nel 2014. I tre economisti rilevano che le famiglie che hanno ricevuto il bonus hanno aumentato i propri consumi di alimentari e di mezzi di trasporto di circa 20 e 30 euro rispettivamente, il che rappresenta il 50-60% dell'importo totale. L'aumento è stato maggiore per le famiglie con minore ricchezza liquida o con redditi più bassi, che hanno dedicato ai consumi circa l'80% del bonus.

L'efficacia del bonus nel rilancio dei consumi, che era stato varato per contrastare la recessione, era stata ampiamente discussa prima e dopo la sua introduzione. Complessivamente, la misura aveva comportato un trasferimento di 5,9 miliardi di euro, pari allo 0,5% del reddito disponibile delle famiglie e allo 0,4% del prodotto interno lordo. L'importo era andato ai percettori di salari fino a 24mila euro, per poi scalare fino ai 26mila euro.
La percentuale del 50-60% dedicata ai consumi è inferiore a quella indicata in un sondaggio (circa il 90%) dai destinatari del bonus. Secondo i tre economisti (Andrea Neri, Concetta Rondinelli e Filippo Scoccianti, il cui lavoro era stato diffuso nel giugno scorso dalla Banca d'Italia), questo si spiega con il fatto che può risultare difficile per gli interpellati ricordare esattamente come hanno utilizzato la somma ricevuta se l'importo è relativamente piccolo.
Le conclusioni, osservano gli autori, sono in linea con quelle riscontrate in altri Paesi per trasferimenti di questo tipo.
La pubblicazione dello studio, come sempre in questi casi, non impegna la Banca d'Italia, né, in questo caso, la Bce.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti