Fisco

Bonus casa: visti e asseverazioni, sono sempre detraibili anche le spese del 2021

Una norma interpretativa, inserita in un emendamento alla legge di conversione del decreto Milleproroghe, blinda tutte le spese effettuate tra il 12 novembre e il 31 dicembre del 2021

di Giuseppe Latour

Superbonus, Costantini (Cna): "Contro frodi maggiori controlli"

2' di lettura

Le spese per asseverazioni e visti sono detraibili, per tutti i bonus minori, anche se effettuate nel 2021. Dopo i chiarimenti dell’agenzia delle Entrate arriva anche una norma interpretativa, inserita in un emendamento alla legge di conversione del decreto Milleproroghe, già approvato dalle commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera, a blindare tutte le spese effettuate tra il 12 novembre e il 31 dicembre del 2021.

La modifica riguarda il complesso tema dei visti e delle asseverazioni. Bisogna ricordare che il decreto Antifrodi (Dl 157/2021), a partire dal 12 novembre scorso, ha introdotto l’obbligo di asseverazione e del visto di conformità anche per i bonus ordinari diversi dal 110%, in caso di cessione e sconto in fattura.

Loading...

I primi dubbi con l’Antifrodi

Questo, però, ha portato un problema. Diversamente dall’articolo 119, comma 15 , che ammette al superbonus 110% queste spese, il decreto Antifrodi non aveva detto niente di specifico sul punto per gli altri bonus. Quindi, in assenza di indicazioni esplicite, la detraibilità è stata da subito molto dubbia. In molti, allora, avevano chiesto al Governo di chiarire il destino di queste spese.

La legge di Bilancio 2022 è intervenuta sul punto e, modificando gli articoli 119 e 121 del decreto Rilancio, ha stabilito che sono sempre detraibili, anche per i bonus diversi dal 110%, le spese per attestazioni, asseverazioni e visti di conformità. Questa detrazione - va ricordato - avviene all’aliquota propria della detrazione prevista per l’intervento nel suo complesso.

L’indicazione della manovra, però, non ha risolto completamente il problema. Perché se non ci sono più dubbi sulle spese effettuate dal 1° gennaio (data di entrata in vigore della manovra), qualche dubbio c’era sulle spese effettuate nel periodo compreso tra il 12 novembre (data di entrata in vigore del decreto Antifrodi) e il 31 dicembre del 2021.

Le correzioni

In questa storia infinita è arrivato prima un chiarimento dell’agenzia delle Entrate, nel quale veniva spiegato che, per effetto dell’intervento della legge di Bilancio 2022, la detrazione spetta comunque per le spese sostenute per il rilascio del visto di conformità, delle attestazioni e delle asseverazioni relative a tutti i bonus casa, indipendentemente dal momento del relativo sostenimento. In questo modo, veniva incluso anche il 2021.

Per evitare problemi e dare la massima copertura a questa interpretazione, ora l’emendamento al Milleproroghe fa propria quell’indicazione. E spiega che le norme sulla detraibilità di visti, attestazioni e asseverazioni «si applicano anche per le spese sostenute dal 12 novembre 2021 al 31 dicembre 2021».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti