Il quesito del Lunedì

Bonus e conto cointestato, detrazione a chi dichiara di aver sostenuto le spese

La contitolarità del conto corrente tra i coniugi non impedisce di ricondurre a uno solo di essi l’operazione di effettuazione e sostenimento del costo.

di Silvio Rivetti

1' di lettura

Domanda. Sono proprietaria di un appartamento in un condominio nel quale sono stati eseguiti, nel 2020, lavori detrabili fiscalmente. Il pagamento delle spese è stato effettuato da mio marito, con bonifico bancario su conto corrente cointestato. Ai fini della dichiarazione dei redditi, le detrazioni spettanti possono essere detratte da lui? Se sì, a quali condizioni?
O.P. - Milano

Risposta. La detrazione spetta a chi si dichiara, nei documenti rilevanti, soggetto che ha sostenuto le spese. Pertanto, se nella copia del bonifico e nelle fatture di spesa è indicato il nome e il codice fiscale del marito della lettrice, le detrazioni spetteranno a quest'ultimo
(circolare 19/E/2020). Del resto, la contitolarità del conto corrente tra i coniugi non impedisce di ricondurre a uno solo di essi l'operazione di effettuazione e sostenimento della spesa, né appare rilevante, nel contesto fiscale che qui interessa, la presunzione
civilistica di comproprietà del denaro depositato sul conto cointestato (presunzione,
peraltro, superabile a mezzo di prova contraria, per costante giurisprudenza).

Loading...

Il quesito è tratto dall'inserto L’Esperto risponde in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 12 luglio.

Consulta L'Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti