ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa manovra

Casa, bonus facciate: fuori dallo sconto gronde, cavi e pluviali

Sconto verso la revisione: vengono introdotti requisiti di efficienza energetica. Esclusione per le zone C

di Saverio Fossati e Giuseppe Latour


Manovra, Franceschini: bonus facciate renderà le città più belle

2' di lettura

Bonus facciate invariato al 90% ma con diverse limitazioni. Non sarà più applicabile per gli interventi sugli impianti, come pluviali o cavi. Non sarà ammesso in alcune aree a bassa intensità di urbanizzazione. Dovrà rispettare alcuni paletti di prestazione energetica, che potrebbero rendere conveniente pensare al cappotto termico.

Sono le novità principali inserite nell’emendamento dei relatori depositato presso la commissione Bilancio del Senato, che ritocca il nuovo sconto fiscale inserito all’articolo 25 della manovra. Uno sconto che, tra l’altro, nell’ultima versione diventa un nuovo bonus autonomo, cancellando tutti i riferimenti al bonus ristrutturazioni.

La formulazione del bonus facciate nel Ddl entrato in Senato non aveva, nella sostanza, limitazioni. Si applicava a quasi tutti gli interventi collegabili alla facciata, a qualsiasi tipo di edificio e non aveva correlazioni con l’ecobonus per il cappotto termico, l’altro sconto fiscale collegato in qualche modo all’involucro edilizio. Questo approccio, evidentemente troppo inclusivo, è stato rivisto.

Il primo correttivo riguarda le aree nelle quali il bonus è ammesso. La nuova formulazione, infatti, limita le spese detraibili agli edifici esistenti ubicati in «zona omogena» A o B. Nella pratica, vuol dire che la grandissima parte delle città rientra nello sconto. Non tutto, però. Restano, ad esempio, escluse le zone C: si tratta di aree destinate a nuovi complessi insediativi con bassa densità di urbanizzazione. Qualche immobile residenziale, insomma, resterà tagliato fuori.

Il secondo correttivo riguarda l’allineamento tra la disciplina del nuovo sconto per le facciate e l’ecobonus per il cappotto termico. Il nuovo testo lascia intatto lo sconto per i casi di pulitura o tinteggiatura esterna: in queste situazioni si incassa il bonus senza altre richieste. Se, però, si va oltre e si decide di ritoccare l’intonaco di almeno il 10% della facciata le cose cambiano: sarà obbligatorio rispettare requisiti di efficienza energetica e di trasmittanza che, di fatto, indurranno molti a scegliere di realizzare un cappotto termico. Sul rispetto di questo passaggio saranno effettuati controlli a campione.

C’è, poi, un correttivo che limita parecchio l’elenco degli interventi che sarà possibile portare in detrazione. La vecchia formulazione includeva tutto quello che normalmente passa dalla facciata: cavi, pluviali, impianti di ogni tipo. Ora le cose cambiano e si fa riferimento solo alle «strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi». In altre parole, vengono esclusi tutti gli impianti e gli elementi sui quali finora c’erano dei dubbi, come gli infissi.

La “nuova” vecchia comunicazione
Nella versione votata dalla Commissione Bilancio è anche rispuntata la vecchia «comunicazione» all'Agenzia delle Entrate da trasmettereprima dell'inizo lavori, contenente tutti i dati dell'immobile. Il comma 5 sabilisce infatti che «Si applicano le disposizioni di cui al decreto del Ministro delle finanze di concerto con il Ministro dei lavori pubblici 18 febbraio 1998, n. 41, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 13 marzo 1998, n. 60, con il quale è stato adottato il ''Regolamento recante norme di attuazione e procedure di controllo di cui all'articolo 1 della L. 27 dicembre 1997, n. 449, in materia di detrazioni per le spese di ristrutturazione edilizia”».

PER APPROFONDIRE:

Bonus facciate, verso un boom degli interventi: impatto da 4 miliardi

Resta il bonus verde, arriva quello sui rubinetti: cosa cambia nella manovra per la casa

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...