oggi la guida CON IL SOLE 24 ORE

Bonus professionisti, cartelle sospese e tasse a rate: giovedì 13 agosto la prima guida al decreto

Uno speciale dedicato alle novità fiscali. Sotto esame anche le agevolazioni per i tributi locali: niente Imu a dicembre per alberghi, strutture ricettive e immobili fieristici ma anche lo stop per tutto il 2020 a Tosap e Cosap per bar e ristoranti

Decreto di agosto: cartelle bloccate fino al 15 ottobre

Uno speciale dedicato alle novità fiscali. Sotto esame anche le agevolazioni per i tributi locali: niente Imu a dicembre per alberghi, strutture ricettive e immobili fieristici ma anche lo stop per tutto il 2020 a Tosap e Cosap per bar e ristoranti


2' di lettura

Il bonus 1.000 euro di maggio per i professionisti. La sospensione dei versamenti delle cartelle esattoriali fino al 15 ottobtre. Il nuovo calendario di imposte, ritenute e contributi sospesi durante il lockdown. Con Il Sole 24 Ore di giovedì 13 agosto la prima guida al decreto Agosto, approvato «salvo intese tecniche» dal Consiglio dei ministri di venerdì 7 agosto e in attesa di essere pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale». Quattro pagine interamente dedicate alle principali novità fiscali contenute nella nuova manovra varata dall’Esecutivo per fronteggiare gli effetti economici e finanziari del coronavirus e del lockdown.

Bonus professionisti

Tra i temi affrontati nello speciale anche la procedura prevista per il bonus di mille euro relativo al mese di maggio. mentre coloro che hanno conseguito l'indennità per il mese di aprile riceveranno automaticamente l'indennità di maggio, chi non ne ha beneficiato dovrà presentare una specifica domanda entro e non oltre il trentesimo giorno successivo a quello di entrata in vigore del decreto Agosto. La domanda dovrà essere presentata alla propria cassa di appartenenza.

Nuovo calendario fiscale

Sono almeno tre i ritocchi, invece, al calendario fiscale. Da un lato, si prevede una rimodulazione di imposte, ritenute e contributi durante il lockdown: il 50% dovrà essere versato in un’unica rata o in quattro rate di cui la prima in scadenza il 16 settembre; l’altro 50% potrà essere spalmato su 24 mensilità di cui la prima da versare entro il 16 gennaio 2021. C’è poi la possibilità di far slittare il secondo acconto delle imposte sui redditi in scadenza il 30 novembre 2020 al 30 aprile 2021: un’opportunità riservata alle partite Iva soggette alle pagelle fiscali o nel regime forfettario. Infine l’ulteriore sospensione dei termini di versamento delle cartelle esattoriali, che si estende dal 31 agosto al 15 ottobre.

Le misure per le imprese

Nel pacchetto di misure per le imprese spicca soprattutto la possibilità di rivalutazione dei beni con un’imposta sostitutiva molto ridotta (al 3%) che consente di dedurre immediatamente i maggiori ammortamenti.

Ma ci sono anche le agevolazioni sul fronte dei tributi locali. Estensione alla seconda rata di dicembre dell'esenzione Imu già prevista per la prima rata per alberghi, strutture ricettive e immobili fieristici. Introduzione dell'esenzione della seconda rata Imu per le unità adibite a cinema e teatri nonché a discoteche, night club e simili, a condizione che i gestori coincidano con i proprietari. Esenzione totale da imposta per cinema e teatri per gli anni 2021 e 2022. Proroga a tutto il 2020 dell'esenzione da Tosap/Cosap delle imprese di pubblico servizio.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti