ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBenessere

Bonus terme in scadenza il 30 giugno. Ecco cos’è e come funziona

È coperto fino al 100% del servizio acquistato, fino a un valore massimo di 200 euro. L’eventuale parte eccedente del costo del servizio è a carico del cittadino

(Adobe Stock)

2' di lettura

La scadenza è alle porte. E non si intravede un’altra proroga. I bonus terme non fruiti dagli utenti alla data dell’8 gennaio potranno essere utilizzati entro il 30 giugno. L’agevolazione è stata prevista dal dl 104/2020 (convertito con modificazioni dalla legge 126/2020). Il cittadino ne può beneficiare prenotando i servizi termali di proprio interesse presso uno stabilimento termale prescelto.

La spesa coperta

Il bonus copre fino al 100% del servizio acquistato, fino a un valore massimo di 200 euro. L’eventuale parte eccedente del costo del servizio è a carico del cittadino. Il termine di fine mese è stato previsto dal decreto Sostegni ter (articolo 6 del decreto-legge 27 gennaio 2022, n.4): in considerazione della permanente situazione di emergenza epidemiologica Covid, quel provvedimento ha sancito l’utilizzabilità, entro il 30 giugno 2022 (anziché entro il 31 marzo 2022) dei buoni per l'acquisto di servizi termali.

Loading...

A chi si rivolge

L’incentivo per l’acquisto di servizi termali è rivolto a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia, senza limiti di Isee e senza limiti legati al nucleo familiare.

Per “servizi termali” si intendono le prestazioni termali incluse quelle di wellness e beauty erogate da un istituto termale accreditato. Il soggetto accreditato è colui che: opera nel settore termale e delle acque minerali curative; è iscritto nel Registro delle imprese con codice Ateco 2007 96.04.20 “Stabilimenti termali”; si è pre-registrato alla piattaforma online dedicata.

Come si utilizza

I cittadini potranno richiedere il bonus rivolgendosi direttamente agli istituti termali accreditati, il cui elenco è disponibile online, in continuo aggiornamento, sul sito bonusterme.invitalia.it.

Cosa deve fare lo stabilmento termale

Lo stabilimento termale prescelto provvederà a rilasciare l’attestato di prenotazione che avrà un termine di validità di 60 giorni dalla sua emissione; i servizi prenotati dovranno essere usufruiti entro questo termine. L’ente termale presso il quale il cittadino ha fruito i servizi termali provvederà a richiedere a Invitalia, mediante apposita piattaforma informatica, il rimborso del valore del buono utilizzato dal cittadino.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti