Cambia la televisione digitale

Bonus tv, i rivenditori: portale ancora non funziona. Ma l’Agenzia delle entrate: avvio regolare

La piattaforma sulla quale i rivenditori dovranno trasmettere i dati degli utenti e ricevere il via libera per praticare lo sconto deve essere attivata il 23 agosto. «Ma non sta ancora funzionando» dichiara Davide Rossi, direttore generale di Aires (Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati)

2' di lettura

Falsa partenza per il bonus rottamazione tv, il contributo statale al via da oggi per sostituire il vecchio televisore di nuova generazione. «Al momento stiamo mandando via i clienti che vengono in negozio. Non possiamo erogare nessun tipo di bonus perché l’interfaccia del portale dell’Agenzia delle entrate non sta funzionando. Compare la scritta “sito in ristrutturazione”» dichiara Davide Rossi, direttore generale di Aires (Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati), che riunisce le principali aziende e gruppi distributivi specializzati di elettrodomestici ed elettronica di consumo, denunciando «il mancato funzionamento della pagina del portale dell’Agenzia delle entrate dove i negozi devono farsi autorizzare lo sconto agli aventi diritto». Ma nel pomeriggio l’Agenzia delle entrate conferma l’avvia regolare della piattaforma.

I problemi segnalati

«Già il 27 luglio - prosegue Rossi - avevamo espresso grandi preoccupazioni al ministero dello Sviluppo economico su tutti gli aspetti informatici che dovevano essere messi a punto per la partenza del bonus. Siamo molto dispiaciuti, innanzitutto nei confronti della nostra clientela alla quale non possiamo erogare un servizio per il quale eravamo prontissimi da questa mattina».

Loading...

L’Agenzia entrate: piattaforma attiva

Ma l’Agenzia delle entrate fa sapere che dal pomeriggio del 23 agosto i rivenditori di apparecchi televisivi possono accedere alla piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per ricevere l’autorizzazione al rilascio del bonus rottamazione Tv. L’Agenzia ha fatto anche sapere che le procedure vengono generalmente aperte nel pomeriggio. La mattina vengono eseguiti i test strumentali.

Il ruolo della piattaforma

La situazione dovrebbe sbloccarsi a stretto giro. L’Agenzia delle Entrate infatti ha assicurato che sarebbe stata disponibile lunedì 23 agosto la piattaforma sulla quale i rivenditori dovranno trasmettere i dati degli utenti e ricevere il via libera per praticare lo sconto. Si attende poi la pubblicazione sul sito del Mise dell'elenco dei rivenditori che aderiscono all'iniziativa.

Passaggio rinviato al nuovo digitale terrestre

Per il passaggio al nuovo digitale terrestre, visto lo scarso successo ottenuto dalle vecchie campagne di informazione e di sostituzione degli apparati, il ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha fissato tempi più lunghi rispetto al disegno originario. Il cambiamento tecnologico avverrà in due tappe: prima con la migrazione alla codifica Mpeg-4 poi con lo standard DVB-T2.

Come funziona il bonus

Il bonus consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto del nuovo televisore, fino a un massimo di 100 euro, che si ottiene rottamando apparecchi Tv che non saranno più idonei ai nuovi standard tecnologici. Il bonus rottamazione tv si rivolge a tutti i cittadini senza limiti di Isee. «Saranno probabilmente 15 milioni gli apparecchi da rottamare da qui al 1 ottobre prossimo, ma sono previste due fasi - spiega Rossi - e si potrebbe arrivare quindi a 25 milioni entro la scadenza successiva del 31 dicembre 2022. Non è detto però che tutti i vecchi televisori saranno sostituiti».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti