ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùturismo

Boom dei prezzi (+62%) per i week end sulla neve

Fatturato della vacanza bianca oltre 10 miliardi: meno italiani ma più stranieri

di Vincenzo Chierchia

(Suedtirol Marketing, Italy)

3' di lettura

Previsioni nere per il turismo bianco secondo le stime dell’Osservatorio italiano del turismo montano della Jfc diretta da Massimo Feruzzi. Intanto - avverte Feruzzi -chi prediligerà il breve week end – al massimo
due notti: venerdì e sabato – dovrà essere disposto a spendere
molto: l'incremento medio del prezzo per notte in camera
matrimoniale, con servizio di colazione per il fine settimana, rispetto
al prezzo della medesima camera acquistata per la settimana bianca,
è pari al +62%.

I flussi

Loading...

Complessivamente, se il meteo risultasse favorevole – ben oltre la
mancanza di neve (che si può produrre), gli elementi maggiormente
negativi sono legati alle insistenti precipitazioni piovose ed all'alta
temperatura – la stagione 2019/2020 segnerà dati di un appena
percepibile miglioramento rispetto alla passata stagione, con un
leggero incremento di presenze pari al +1,8% ed una sostanziale
stabilità per quanto riguarda i fatturati (+0,6%). Una stagione che
non si presenta certamente entusiasmante, aggiunge Feruzzi.
Per quanto riguarda gli arrivi, si prevede un incremento pari al
+1,1%, mentre con riferimento alle presenze gli indicatori segnano italiani a -1,3% e stranieri a +3,1%.

Cala il tempo

Dalla rilevazione di Skipass Panorama Turismo emerge pertanto
che, rispetto allo scorso inverno:
- gli sciatori intendono trascorrere 22,5 giornate in montagna
nell'imminente stagione invernale. Rispetto allo scorso anno
(quando le giornate erano 25,2), trattasi di oltre 2 giornate e
mezzo in meno;
- di queste giornate, gli stessi sciatori intendono dedicarne – come
attività primaria – 19,8 alla pratica della disciplina preferita,
con una riduzione di 3 giornate e mezzo rispetto allo scorso
inverno (quando erano 23,3);
- infine, nell'imminente stagione invernale gli sciatori dedicheranno
ogni giorno a tale disciplina in media ben 5 ore e 50 minuti,
aumenta rispetto allo scorso anno, quando tale tempo era pari a
5 ore e 20 minuti – mezz'ora in più ogni giorno.

Cresce il fatturato

Per la stagione invernale 2019/2020 le previsioni e gli indicatori di
Skipass Panorama Turismo13 permettono di identificare in maniera
chiara il fatturato del sistema nazionale della montagna bianca,
nonché i dati relativi ad arrivi e presenze degli ospiti – italiani e
stranieri – nel loro complesso:
- 4 miliardi e 664 milioni il fatturato del sistema ospitale
nella sua complessità di strutture ricettive alberghiere ed extraalberghiere
(alberghi, villaggi, B&B, residence, baite, agriturismi,
case vacanza, alloggi in affitto, etc.): +1,1 %
- 4 miliardi e 582 milioni il fatturato dei servizi quali
noleggio attrezzature, maestri di sci, skipass ed impianti di
risalita vari, etc., vale a dire i servizi collegati alla pratica delle
discipline sportive sulla neve: +0,2%
- 1 miliardo e 224 milioni l'ulteriore fatturato generato da
altri servizi quali ristorazione, commercio, attività ricreative e di
divertimento, etc.: +0,2%.
Il fatturato complessivo del sistema toccherà quota 10 miliardi e 471
milioni (62milioni di fatturato in più rispetto alla stagione 2018/2019), comprensivi anche dei costi di viaggio per raggiungere
le destinazioni di montagna, con un incremento totale di soli 0,6
punti percentuali. Un dato, questo, decisamente “debole”: sulla
base della rilevazione effettuata, però, il range potenziale di
variazione transita da un minimo di -2,2% ad un massimo di +4,3%.
Valori, questi, condizionati da una serie di variabili attualmente non
riscontrabili (ad esempio le condizioni meteo, ma non solo) sottolinea Feruzzi.

I prezzi medi

Il paniere di spesa delle vacanze in montagna identifica quindi con
chiarezza quanto gli Italiani spenderanno per un soggiorno in
montagna, anche breve, in occasione della stagione invernale
2019/2020. Per trascorrere una settimana di vacanza in montagna,
l'Italiano spenderà:
1.096,50 euro a persona adulta, spesa media, per
trascorrere una settimana bianca in Italia; spesa che diventa
pari ad 2.724 euro per un nucleo familiare composto dai
genitori e da un figlio di età inferiore agli 8 anni;
402,00 euro, invece, la spesa media a persona adulta per
trascorrere un fine settimana sulla neve in Italia; spesa che
diventa pari ad euro 982 per un nucleo familiare composto
dai genitori e da un figlio di età inferiore agli 8 anni.
Rispetto alla passata stagione invernale i costi della settimana
bianca subiscono un incremento del +2,3%, con un incremento
di 16,50 euro a persona, che diventa per il nucleo pari a 61 euro.
Occorre specificare che non si tratta della spesa per la classica
“settimana bianca”, che viene offerta con formula promozionale e
comprende soggiorno+skipass (il cui costo è decisamente inferiore),
ma del costo reale di 7 giorni in montagna, comprensivo di viaggio, acquisti vari, ristorazione, hotel, skipass, scuola di sci,
divertimento, benessere, utilizzo e/o noleggio attrezzature, sottolinea Feruzzi.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti