ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse giù in Europa, Wall Street contrastata: preoccupa voto sul bilancio Usa

Mercati nervosi anche per il tonfo del petrolio (-4%) in vista del meeting Opec+ e alcuni ko illustri nel settore alimentare (Nestlé e Unilever). A Wall Street i chip di Nvidia superano i mille miliardi di dollari di capitalizzazione. Spread chiude in calo a 181 punti

di Enrico Miele e Andrea Fontana

Aggiornato alle 22:11

La Borsa, gli indici del 30 maggio 2023

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - L'apprensione sul voto del Congresso per l'innalzamento del tetto del debito Usa, il tonfo del petrolio in vista del meeting Opec+ della prossima settimana e alcuni ko illustri nel settore alimentare come Nestlé e Unilever per cambi della guardia nel management hanno creato le condizioni per una nuova sessione negativa sulle Borse europee. Amsterdam e Parigi, appensantiti dalle performance dei titoli del food&beverage, hanno perso circa un punto percentuale e anche Londra e Zurigo, alla vigilia chiuse per festività, sono arretrate nella stessa misura. Piazza Affari ha limitato il passivo chiudendo con il Ftse Mib a -0,16% grazie all'ottima giornata delle utility con A2a, Erg, Terna, Italgas e Hera che hanno recuperato oltre l'1%. In rimonta Prysmian (+2,8%), nella seduta precedente penalizzata dal cambio della guardia in arrivo nel 2024 in cui lascerà lo storico ceo Battista. In coda al Ftse Mib i petroliferi (-2,7% Tenaris, -2,3% Eni e -1,9% Saipem) a causa del netto calo del prezzo del greggio. Fuori dal Ftse Mib da segnalare il +4,4% di Juventus che ha patteggiato una sanzione di 718mila euro per chiudere con chiudere con la Federazione Calcio la vicenda della "manovra stipendi".

A Wall Street il Dj debole dopo accordo sul debito, ok Nasdaq

Contrastata la seduta a Wall Street, dando l'avvio ad una settimana di contrattazioni abbreviata dal lungo weekend di vacanza per le celebrazioni del Memorial Day. Gli investitori hanno accolto con favore la notizia del raggiunto accordo tra Casa e lo speaker della Camera dei rappresentanti, Kevin McCarthy per estendere il tetto del debito pubblico e l'ottimismo ha spinto lo S&P500 ai massimi degli ultimi 10 mesi. Tuttavia permane una certa cautela poichè l'accordo necessita ancora dell'approvazione del Congresso, che dovrebbe votarlo mercoledì.

Loading...

A fine seduta il Dow Jones chiude in terreno negativo, in calo dello 0,15%, Lo S&P 500 guadagna lo 0,01% mentre il Nasdaq guadagna lo 0,32%.

L'ala repubblicana ha già esternato non pochi malumori a riguardo e i democratici parlano di un ricatto inevitabile a causa della minaccia di un possibile default. Intanto l'indice S&P Case-Shiller in marzo ha segnalato un +1,3%, registrando su base annuale un +0,7%, mostrando un secondo mese consecutivo di rialzi, mentre permane la scarsità di case sul mercato. L'euforia del Nasdaq permane anche grazie agli utili collegati all'Intelligenza Artificiale che stanno spingendo il produttore di chip Nvidia a raggiungere la capitalizzazione mille miliardi, proiettandola ad entrare in un club esclusivo di cui fanno parte solo Apple, Microsoft, Alphabet e Amazon.

A Piazza Affari torna a correre Prysmian, giù Tenaris ed Eni

Tra i principali titoli milanesi, nella seduta del 30 maggio Prysmian è ripartita di slancio dopo la momentanea debolezza della vigilia seguita all'annuncio dell'avvicendamento al vertice previsto per il 2024 e incassa anche il giudizio positivo di Goldman Sachs che scommette sulla revisione al rialzo degli obiettivi. La debolezza del greggio ha invece pesato su Tenaris ed Eni. Bene Stmicroelectronics visto che continua il buon momento del settore tech al traino di Nvidia Corp, sempre più vicina, come detto, a raggiungere la capitalizzazione di mille miliardi di dollari a Wall Street. In rialzo Banca Mps dopo che l'a.d. Luigi Lovaglio si è espresso in favore della partecipazione dell'istituto alla creazione di un terzo polo bancario, mentre hanno perso terreno Recordati e Interpump Group e Leonardo - Finmeccanica. Seduta in "rosso" per Telecom Italia mentre secondo le ultime indiscrezioni Kkr e Cdp-Macquarie sarebbero disposte ad alzare lievemente al rialzo le offerte sulla rete. Al di fuori del paniere principale, balzo per la Juventus Fc dopo la sentenza sulla vicenda stipendi che si chiude per il club con un patteggiamento e senza ulteriori penalizzazioni in classifica.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Euro in recupero sopra quota 1,07 dollari

Sul valutario, l'euro recupera terreno e torna sopra quota 1,07 dollari. In chiusura di seduta, infatti, la moneta unica scambia a 1,0725 contro il biglietto verde. In rafforzamento lo yen dopo l'annuncio di un vertice di emergenza a Tokyo tra ministero delle Finanze, Bank of Japan e l'Agenzia per i servizi finanziari per discutere la situazione dei mercati internazionali.

Petrolio Wti giù del 4% con attesa Opec+ e voto debito Usa

Forte calo dei prezzi del petrolio con il mercato nervoso sia in vista del voto del Congresso degli Stati Uniti sull'accordo per l'innalzamento del debito sia in vista della riunione mensile tra i Paesi Opec+. Il Wti per consegna luglio perde il 4% e scende sotto i 70 dollari al barile per la prima volta dal 15 maggio, il Brent per consegna luglio scivola di quasi il 4% a 74,03 dollari al barile, valore minimo dal 12 maggio scorso. Già nei giorni scorsi l'incertezza sulla volontà dei grandi produttori di greggio di intervenire sui livelli produttivi aveva innescato la volatilità del prezzo del barile. La scorsa settimana i prezzi erano saliti complessivamente di oltre un punto percentuale.

BTp, assegnati 5 mld titoli a 5 anni, rendimento al 3,79%

Rendimenti misti, infine, nell'asta in cui il Tesoro ha piazzato titoli a medio-lungo termine per 11 miliardi complessivi.Il Tesoro ha assegnato BTp a 5 anni scadenza 01/08/2028 per l'importo massimo di 5 miliardi con un rendimento lordo salito di 2 punti al 3,79%. Assegnata poi la terza tranche del BTp a 10 anni scadenza 01/11/2033 per un ammontare di 2,5 miliardi con un rendimento in caduta di 9 punti al 4,32%. Assegnata anche l'undicesima tranche del precedente decennale benchmark scadenza 01/05/2033 per un ammontare di 2 miliardi con un rendimento di 4,24 e la quinta tranche del CcTeu scadenza 15/10/2028 per l'importo massimo di 1,5 miliardi di euro con un rendimento in calo di 7 punti base al 4,38 per cento.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti