AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùborsa

Bper in rally dopo lo stop agli scambi dei diritti sull'aumento di capitale

Le quotazioni cercano di recuperare terreno dopo aver perso complessivamente il 17,9% dall'avvio della ricapitalizzazione da 802 milioni

di Paolo Paronetto

default onloading pic
(Imagoeconomica)

Le quotazioni cercano di recuperare terreno dopo aver perso complessivamente il 17,9% dall'avvio della ricapitalizzazione da 802 milioni


2' di lettura

Bper in evidenza a Piazza Affari all'indomani della chiusura delle negoziazioni sui diritti relativi all'aumento di capitale da 802 milioni. I titoli sono in rally e cercano così di recuperare parte del terreno perso dall'avvio della ricapitalizzazione: nelle undici sedute in cui i diritti sono stati scambiati in Borsa, infatti, le azioni Bper hanno lasciato sul terreno il 7,6%, mentre i diritti stessi hanno perso il 39,5%. Complessivamente, il combinato azione + diritto è scivolato così del 17,9% rispetto alla chiusura di venerdì 2 ottobre.

Bper offre in opzione 8 nuove azioni per ogni 5 diritti posseduti, al prezzo di sottoscrizione di 0,9 euro per azione. In base ai termini dell'operazione, così, si è registrato un consistente disallineamento tra i corsi del diritto e quelli dell'azione: sottoscrivere i nuovi titoli Bper comprando i diritti in Borsa è stata infatti la scelta più conveniente, dato che la valutazione implicita del titolo Bper a partire dal prezzo di chiusura del diritto è di 1,1314 euro (ieri le azioni hanno chiuso a 1,1845 euro).

Loading...

Lo scatto del titolo, spiegano dalle sale operative, è legato in primo luogo alle ricoperture di chi aveva venduto allo scoperto nelle prime fasi della ricapitalizzazione e ora approfitta del calo dei corsi per acquistare le azioni da consegnare in vista della scadenza dei contratti. Il ritorno a una negoziazione "normale" e non più divisa tra azione e diritto, inoltre, consente di riportare in primo piano i fondamentali del titolo: in quest'ottica, ricorda un operatore, il mercato ha apprezzato da subito l'operazione di acquisizione di 532 sportelli dal gruppo Intesa Sanpaolo, che l'aumento di capitale serve a finanziare, e torna quindi a sostenere le quotazioni una volta terminati i movimenti tecnici.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti