ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTecnologia

Solutions 30 sull’ottovolante a Parigi dopo i conti semestrali in crescita

Un 2021 fin qui turbolento in Borsa per la società fondata da Gianbeppi Fortis dopo la mancata certificazione del bilancio 2020

di Giuliana Licini

(ipopba - stock.adobe.com)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Solutions 30 sull’ottovolante alla Borsa di Parigi, dopo i conti semestrali in buona crescita e la conferma degli obiettivi per l’anno, ma con l’avvertimento che le difficoltà di approvvigionamento di alcuni materiali potrebbero rallentare l’attività.

Utile netto per 14 milioni nel primo semestre

Il titolo del gruppo, che nello scorso giugno era stato al centro di una tempesta borsistica, si è mosso tra +5% e -3% nella mattinata di Borsa. Nei primi sei mesi dell’anno, Solutions 30 ha registrato un aumento del 35% dell’utile netto a 14,1 milioni di euro, con un Ebitda adjusted di 49,5 milioni, in progresso del 20%. Il fatturato è in progresso del 21% a 441,3 milioni ed è per il 58% relativo alle attività di manutenzione.

Loading...

“La priorità è stata quella di investire nell’assunzione e nella formazione delle equipe per permettere di realizzare gli importanti contratti siglati", ha precisato il gruppo che è specializzato nell’installazione e nell’assistenza di soluzioni per le nuove tecnologie nelle tlc, nell’energia e nell’audiovisivo ed è guidato dal co-fondatore Gianbeppi Fortis. Per l’intero esercizio in corso Solutions 30 conferma la prospettiva di una crescita di redditività a due cifre della sua attività, per quanto a fronte di una base di confronto più elevata perché nel secondo semestre 2020 l’attività era ripartita dopo lo stop causato dalle misure di confinamento. Il gruppo, inoltre, avverte che le difficoltà di approvvigionamento di alcuni materiali potrebbero rallentare alcune attività di installazione.

2021 turbolento in Borsa

Al tempo stesso Solutions 30, che aveva accusato un crollo in Borsa dopo che EY non aveva certificato il bilancio 2020, indica che sta tornando a una situazione che dovrebbe permettergli di rilanciare la sua politica di acquisizioni. Solutions 30 sottolinea che il nuovo revisore del bilancio del gruppo, Pkf Audit & Conseil, ha effettuato un esame approfondito sul bilancio iniziato il primo gennaio 2021 e che al termine dell’esame non ha rilevato elementi “che suggeriscano che i conti non siano conformi alla normativa Ias 34” sui rapporti finanziari intermedi. Alla chiusura di giovedì 29 settembre, il titolo segnava una flessione di circa il 15% rispetto al primo gennaio e del 50% su un anno. La quotazione ha segnato un massimo di 19,94 euro a fine 2020 e un minimo di 1,88 euro il 4 giugno scorso, dopo che EY si era dichiarata nell’impossibilità di certificare i conti.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti