ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùScenario

Borsa, perché il balzo dell’inflazione Usa non ha spaventato gli investitori

Il dato è risultato sì in rialzo ma in linea con le attese. In più il 6,8% potrebbe rappresentare il picco dopo la discesa dei prezzi di petrolio e gas

di Vito Lops

3' di lettura

Il market mover della settimana è risultato indolore per mercati azionari su di giri, a cui di questi tempi basta un niente per innervosirsi e ballare in preda alla volatilità. A novembre l’inflazione negli Usa è balzata al 6,8% (rispetto al 6,2% annuo rilevato ad ottobre). Un dato pessimo se preso in sé (il più elevato dal 1982) ma ben accolto dagli indici statunitensi, soprattutto dal tecnologico Nasdaq che ha chiuso con un rialzo superiore al mezzo punto percentuale e a cui manca “appena” l’1% ...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti