ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTecnologici

Borsa: St e tech sotto pressione, Apple cauta sul 2023

Bloomberg ha riferito di programmi per contenere le assunzioni e la spesa di alcune divisioni nel 2023 in previsione di una frenata dell'economia globale

di Andrea Fontana

(AFP)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - La cautela di Apple sul 2023 si riflette su tutto il comparto tecnologico quotato in Europa. Il sottoindice Stoxx600 arretra di oltre un punto percentuale ed è, insieme a quello del settore viaggi, il più penalizzato dalle vendite: molti i titoli ad accusare flessioni di rilievo come Stmicroelectron a Milano e Parigi, Be Semiconductor e Asml ad Amsterdam e Infineon Technologies a Francoforte. A Wall Street Apple ha perso il 3,2% dopo che Bloomberg ha riferito di programmi per contenere le assunzioni e la spesa di alcune divisioni nel 2023 in previsione di una frenata dell'economia globale. Secondo quanto riportato, Apple avrebbe definito un budget inferiore alle attese per il 2023 ad alcune divisioni di business a cui annualmente vengono allocate risorse per le assunzioni e per le attività di ricerca e di sviluppo.

Inoltre, alcuni per alcuni team non è previsto un ampliamento dell'organico. Secondo Blooomberg, i nuovi programmi di Apple non intaccherebbero comunque l'atteso lancio di nuovi dispositivi nel 2023, a partire dal visore di realtà virtuale, ma resta un segnale significativo dei timori di una recessione in arrivo visto che Cupertino, a differenza di altri big del settore tecnologico, non è solita ad azioni di questo tipo. Il timore che la scelta di Apple si traduca poi in commesse ridimensionate per i suoi fornitori (St è uno di questi) sta pesando sui titoli del comparto in Borsa. All'umore generale contribuisce il -4,3% segnato in After Hours da Ibm dopo la trimestrale: il gruppo dell'informatica ha ottenuto risultati migliori delle stime con un incremento del 9% dei ricavi a 15,5 miliardi nel secondo trimestre ma ha anche avvertito che il dollaro forte inciderà negativamente sugli utili.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti