mercati asiatici

Borsa di Tokyo in calo (-0,26%) dopo il rialzo dei tassi Usa

dal nostro corrispondente Stefano Carrer

1' di lettura

L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in lieve regresso dello 0,26% a 19.831,82 punti. Nonostante il rialzo dei tassi Usa deciso ieri sera dalla Federal Reserve, il dollaro si è indebolito in relazione agli ultimi dati sull'inflazione americana a maggio e alle indiscrezioni che indicano il presidente Donald Trump sotto inchiesta per ostacolo alla giustizia. Cosi' uno yen piu' forte (intorno a 109,7 sul biglietto verde) ha finito per pesare sui titoli di varie aziende esportatrici, mentre quelli dell'energia sono arretrati in tandem con i prezzi del greggio e le azioni del comparto finanziario sono andate sotto pressioni in seguito a un ridimensionamento dei tassi Usa.

Anche le incertezze sul ritmo di prosecuzione della manovra rialzista sui tassi da parte della Fed – presumibilmente meno veloce di quanto si attendessero parecchi operatori – sembrano frenare il dollaro. L'attenzione passa ora alla riunione cominciata oggi del board della Banca del Giappone, che domani dovrebbe confermare la politica monetaria ultraespansiva in corso, evitando ogni riferimento a un possibile avvio di “tapering” visto che il target ufficiale del 2% sull'inflazione resta lontano.

Loading...

Tra i singoli titoli, spicca l'ampia volatilità di Toshiba, che ha confermato di voler scegliere entro il 28 giugno l'acquirente della sua divisione chip anche se Western Digital (partner in una joint venture) ha rafforzato le iniziative legali per bloccare la cessione. In netto calo Renesas sulla scia di una cessione azionaria, mentre Nintendo è salita fino ai massimi di Borsa dal gennaio 2009 su rinnovate indicazioni di successo delle vendite e sull'introduzione di nuovi videogiochi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti