ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borsa, banche bruciano 9,5 mld di capitalizzazione con tassa su extra profitti. Milano (-2%) la peggiore

A Piazza Affari vendite pesanti su tutto il comparto. Giù anche gli istituti di credito europei, con i timori per misure analoghe. In calo Wall Street, preoccupano i dati sul commercio cinese che indicano un rallentamento dell'economia globale. Giù il petrolio. Attesa per i dati sull'inflazione in Usa ed Europa

di Chiara Di Cristofaro

La Borsa, gli indici dell’ 8 agosto 2023

5' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Sono state le banche milanesi le protagoniste, in negativo, della seduta sui mercati europei: l'approvazione della tassa sugli extra profitti delle banche da parte del Governo italiano ha fatto scattare una pioggia di vendite sugli istituti di credito milanesi, con il FTSE MIB che ha segnato la performance peggiore del Vecchio Continente ed è tornato sotto la soglia dei 28mila punti. Le banche hanno bruciato in una sola seduta circa 9,5 miliardi di capitalizzazione mentre, secondo i calcoli di Radiocor, nei primi sei mesi del 2023 la tassa dovrebbe pesare sulle prime sei banche italiane per circa 2,5 miliardi.

Chiudono in ribasso anche le altre principali Borse del Vecchio Continente: il FT-SE 100 di Londra, il CAC 40 di Parigi, il DAX 40 di Francoforte e l'IBEX 35 di Madrid.

Loading...

Ma il quadro non è roseo in generale: il dato sulle esportazioni in Cina non aiuta il sentiment, visto il calo superiore alle attese. Se da un lato quindi gli investitori si preoccupano per il rallentamento dell'economia globale, dall'altro l'attenzione resta alta sui dati dell'inflazione in arrivo in settimana. Intanto, sul fronte macro, l'i nflazione tedesca di luglio è stata confermata al +0,3% su mese e al +6,2% su anno, mentre i dati sui prezzi negli Usa arriveranno a fine settimana e contribuiranno a chiarire il quadro per le prossime mosse della Federal Reserve. Intanto, il presidente della Fed di Philadelphia, Patrick Harker, ha detto che il ciclo di rialzo dei tassi d'interesse della Banca centrale statunitense potrebbe essere arrivato alla fine.

Wall Street in rosso. Timori su economia Cina e banche

Si muove in calo anche Wall Street, a causa dei rinnovati timori sull'economia cinese e sulla tenuta delle banche statunitensi. La d ebolezza del settore delle esportazioni in Cina indica un peggioramento delle prospettive di crescita per l'economia del Paese e la tendenza dovrebbe continuare fino alla fine del 2023, secondo gli esperti. Negli Stati Uniti, dopo il taglio del rating statunitense da parte di Fitch, è arrivato il taglio del rating da parte di Moody’s su dieci banche di piccole e medie dimensioni, tra cui M&T Bank e Pinnacle Financial. L'agenzia di credito ha inoltre messo sotto osservazione anche alcune banche di grandi dimensioni, come Bank of New York Mellon e U.S. Bancorp, che potrebbero presto subire un downgrade. Sul fronte macro. il deficit della bilancia commerciale negli Stati Uniti, a giugno, è diminuito del 4,1% rispetto al mese precedente a 65,50 miliardi di dollari, sostanzialmente in linea con le attese.

A Milano banche in profondo rosso con tassa extra profitti

A Milano, profondo rosso per tutti i titoli bancari penalizzati dalla notizia sulla tassa extra profitti che potrebbe pesare sulle sei big milanesi per 2,5 miliardi di euro nel solo primo semestre dell'anno. Crollano Bper , Banco Bpm, Intesa Sanpaolo, Banca Mps, Unicredit e Mediobanca. In decisa flessione anche il risparmio gestito, con Finecobank che va giù, così come Banca Mediolanum e Banca Generali. Nel Dl Omnibus approvato dal Consiglio dei ministri è previsto un prelievo sui profitti delle banche per destinare gli introiti a misure sui mutui prima casa e al taglio delle tasse. Male anche i titoli dei principali istituti di credito europei: il timore, sul mercato, è che altri Governi, dopo quello spagnolo e italiano, possano mettere in cantiere possibili misure per colpire gli extra profitti bancari (come peraltro avvenuto l'anno scorso per il comparto energetico).

Scatto di Tim, bene le utility

In controtendenza in una seduta di avversione al rischio i titoli delle utility con Hera, A2a, Italgas, Erg e Snam Rete Gas. In testa al listino Recordati, seguita da Telecom Italia dopo che Il Sole 24 Ore ha scritto che Kkr avrebbe sondato il fondo canadese CPPIB per entrare come partner di minoranza nell`offerta vincolante per NetCo. Per gli analisti di Equita, «le indiscrezioni confermano la determinazione di KKR di arrivare all`offerta vincolante e l`accelerazione in atto per definire tutti i punti al più tardi per fine settembre». Fuori dal listino principale da segnalare il recupero di Visibilia Editore e Sif Italia dopo il tonfo della vigilia, sulla scia di una prima reazione emotiva alla scomparsa prematura di Luca Ruffino, ai vertici e azionista di maggioranza di entrambe le società.

Giù il petrolio, pesa lo stallo dell'economia cinese

Seduta in calo per i prezzi del greggio dopo la pubblicazione di dati economici deludenti dalla Cina. «Importazioni ed esportazioni sono entrambe diminuite in modo significativo durante il mese di luglio, fornendo un'ulteriore prova di come la seconda maggiore economia mondiale stia faticando a riportare la crescita a livelli pre-pandemia», notano gli analisti di ActivTrades. Con lo stallo dell'economia cinese, «si stanno ridimensionando le previsioni per la domanda globale di petrolio, il che ha causato il calo dei prezzi». A contenere i cali dei prezzi, però, l'Arabia Saudita che ha annunciato l'estensione dei suoi tagli volontari alla produzione per un altro mese e anche la Russia ridurrà le esportazioni di 300mila barili al giorno durante il mese di settembre.

Il dollaro si rafforza, euro sotto quota 1,1 dollari

Sul mercato dei cambi, l'euro è tornato sotto la soglia di 1,1 dollari spinto al ribasso da un dollaro in rafforzamento sulle principali valute. Il presidente della Fed di Philadelphia, Patrick Harker, ha detto che il ciclo di rialzo dei tassi d'interesse della Banca centrale statunitense potrebbe essere arrivato alla fine. Harker, che è un componente con diritto di voto del Federal Open Market Committee (Fomc), che decide la politica monetaria della Fed, ha notato dei progressi nella lotta contro l'inflazione e si è detto fiducioso sull'economia.

Spread stabile a 166 punti , giù rendimento 10 anni a 4,13%

Chiusura su livelli invariati per lo spread tra BTp e Bund in un contesto di generale ripiegamento per i rendimenti della curva euro. A fine seduta il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (Isin IT0005518128) e il titolo tedesco di pari durata è indicato a 166 punti base, stabile rispetto al closing della vigilia. In netto calo, invece, il rendimento del BTp decennale benchmark, che ha segnato un'ultima posizione al 4,13%, dal 4,25% del riferimento precedente.

Cina, preoccupano i dati sul commercio

Delude il dato sul surplus commerciale della Cina, visto che sia le esportazioni (-14,5% da -12,4% e contro -13,2% atteso) che le importazioni (-12,4% da -6,8% e contro -5,6% atteso) si sono contratte più del previsto. «Il calo delle importazioni probabilmente è legato alla debolezza della domanda interna - dicono gli analisti di Mps - mentre quello delle esportazioni potrebbe indicare un indebolimento della congiuntura globale». Aumenta, pertanto, l’urgenza per il governo di introdurre nuove misure di stimolo. «A tale proposito - sottolineano gli analisti - sarà anche importante guardare il dato di mercoledì 9 giugno sull’inflazione cinese che potrebbe sancire l’inizio di un periodo di deflazione».


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti