La giornata dei mercati

Borsa, le trimestrali Usa spingono i listini. Milano chiude a +0,9%

Gli indici europei ripiegano sul finale con Wall Street che rallenta. I numeri di Goldman superiori alle stime, attesa alla prova dei conti anche Netflix. Prezzi del gas ancora in discesa. Spread sopra i 240 punti, in calo l'euro

di Chiara Di Cristofaro

La Borsa, gli indici del 18 ottobre 2022

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Le Borse europee chiudino in rialzo la quarta seduta di fila, aiutate dal calo dei prezzi del gas e dalle indicazioni positive arrivate dalle trimestrali Usa, ma sul finale rallentano il passo insieme a Wall Street. L'attenzione prova a spostarsi dai timori per la recessione alla buona tenuta delle aziende: i numeri di Goldman Sachs hanno sostenuto la prima parte della seduta di Wall Street, alimentando l'ottimismo, grazie a utili che - seppur in forte calo - sono risultati superiori alle attese degli analisti.

D'altro canto, la discesa dei prezzi del gas (-12% a 112 euro al MWh), complice l'anomala ondata di caldo in Europa insieme alla proposta elaborata dall'Ue per il controllo dei pezzi, raffredda i timori sull'inflazione. Così a fine giornata chiudono in territorio positivo (ma con rialzi dimezzati rispetot ai massimi di giornata) il FTSE MIB di Milano, il CAC 40 di Parigi, il DAX 40 di Francoforte, l'IBEX 35 di Madrid, il FT-SE 100 di Londra e l'AEX di Amsterdam.

Loading...

I numeri di Goldman Sachs spingono Wall Street

Positivi anche gli indici di Wall Street - che chiude positiva con Il Dow Jones guadagna l’1,13% a 30.527,49 punti, il Nasdaq sale dello 0,90% a 10.772,40 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un +1,16% a 3.720,50 punti - dopo la trimestrale sopra le attese di Goldman Sachs. La banca di investimento ha battuto le stime e registrato nel terzo trimestre un utile per azione di 8,25 dollari, superiori alle attese e ha annunciato un piano di riorganizzazione. In netto rialzo il titolo in Borsa (+4%). Gli utili sono comunque scesi del 43% a 3,07 miliardi di dollari mentre i ricavi al netto delle spese sono calati del 12% a 11,98 miliardi, oltre le attese che erano per 11,42 miliardi.Sopra le attese anche i numeri di J&J: le vendite totali del terzo trimestre sono aumentate dell'1,9% a 23,79 miliardi di dollari, l'utile netto si è attestato a 4,46 miliardi e l'utile per azione a 1,68 dollari. Cauta la guidance sulle vendite e il titolo è in discesa.

Sul fronte macro, la produzione industriale è aumentata rispetto al mese precedente, mentre le attese erano per un dato ancora in calo. Stando alla Federal Reserve, l'indice ha registrato un rialzo dello 0,4% a 105,2 punti; il dato di agosto è stato rivisto da 104,5 a 104,8 punti (-0,1%). La produzione manifatturiera ha registrato un rialzo dello 0,4% - come ad agosto - a 102,8, mentre le attese erano per un +0,2%; la produzione del settore minerario è aumentata dello 0,6% a 117,7, per le utilities registrato un ribasso a 103,8 (-0,3%).

A Milano sprint di Tim, corrono anche Poste e Diasorin

Sul Ftse Mib seduta in rally per Telecom Italia, perché i tempi lunghi per arrivare a una offerta da parte della cordata guidata da Cdp (i rumors ipotizzano una offerta vincolante non prima di gennaio) aprono la strada alla speculazione sulle manovre dei fondi di private equity, Cvc innanzi tutto, che da tempo guardano al riassetto di Telecom Italia. Incrementi decisamente rilevanti anche per Poste Italiane e per Diasorin, già alla vigilia tra le migliori: il gruppo medicale sfrutta le buone indicazioni nel segmento della diagnostica arrivate dal colosso farmaceutico Roche e le valutazioni di Morgan Stanley ottimista sul settore. Tra gli industriali bene anche Buzzi Unicem e Interpump Group. A livello settoriale, ben intonate banche e finanziari, in coda al listino gli energetici con Tenaris ed Eni, deboli anche le utility.

Fuori dal Ftse Mib risalgono i diritti d'opzione Mps mentre sono stabili le azioni Banca Mps, dopo un primo giorno da incubo per l'aumento di capitale (lunedì azione+diritto è andato a picco del 73%). Bene Webuild che ha ottenuto un contratto da 144 milioni per Fisia Italimpianti in Paraguay.

Prezzi gas ancora in calo sotto i 120 euro, minimi da giugno

Ulteriore flessione per i prezzi del gas naturale ad Amsterdam, che si conferma ai minimi da giugno in scia alle iniziative Ue in tema di price gap e introduzione di un nuovo benchmark: -12% il contratto novembre a 112 euro al megawattora. In calo anche il prezzo del petrolio , in una seduta volatile trai timori di un aumento delle scorte negli Usa a causa del rallentamento dell'economia e di una minore domanda dalla Cina.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

BTp, spread chiude sopra i 240 punti

Lo spread Italia-Germania chiude in leggero rialzo. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (Isin IT0005494239) e il pari scadenza tedesco segnato un'ultima posizione a 241 punti base, dai 240 punti base segnati al closing di lunedì 17 ottobre. Sale lievemente anche il rendimento del BTp decennale benchmark che si è attestato a fine seduta al 4,68%, dal 4,67% del closing della vigilia.

Euro rallenta il passo, sterlina in calo dopo il rally

L'euro rallenta a fine giornata ma resta sopra 0,98 dollari. La sterlina ripiega dai massimi della vigilia, ma i mercati sembrano comunque essere rassicurati dall'inversione a U del nuovo cancelliere del Regno Unito sul pacchetto di incentivi fiscali non finanziato annunciato dal suo predecessore. La sterlina era rimbalzata contro il dollaro, nella seduta di lunedì, dopo gli annunci di Jeremy Hunt che si è impegnato a revocare quasi tutti i tagli alle tasse previsti dal precedente cancelliere. Hunt ha anche ritirato l'impegno per una politica di riduzione dei prezzi dell'energia in corso, rifiutandosi di confermare qualsiasi proroga oltre aprile.


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti