ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla giornata dei mercati

Fmi e stop a vaccino J&J pesano sulle Borse: a Milano (- 0,8%) vendite sulle banche

Negli Stati Uniti trimestrale sopra le previsioni per JpMorgan e Citigroup ma pesa lo stop al vaccino J&J. In Europa crolla l’indice di fiducia economica Zew. A Piazza Affari salgono Atlantia, Telecom e Cnh Industrial, in coda Bper. Spread in area 120 punti

di Andrea Fontana e Eleonora Micheli

La giornata dei mercati

Negli Stati Uniti trimestrale sopra le previsioni per JpMorgan e Citigroup ma pesa lo stop al vaccino J&J. In Europa crolla l’indice di fiducia economica Zew. A Piazza Affari salgono Atlantia, Telecom e Cnh Industrial, in coda Bper. Spread in area 120 punti


4' di lettura

Dopo otto sedute di fila di incremento, tornano le vendite sulle Borse europee . I listini hanno chiuso in rosso, con la cautela che è tornata a prevalere mentre i contagi da coronavirus stanno aumentando in Europa e nel mondo. Anche se i Governi per adesso non hanno varato dei lockdown totali, nella maggior parte dei casi hanno optato per misure restrittive che alla fine potrebbero pesare sull’economia. L’Fmi, pur rivedendo al rialzo le stime per quest’anno, ha lanciato l’allarme: nel biennio 2020-2021 è attesa una perdita del Pil globale, rispetto alle aspettative precedenti alla pandemia, attorno a 11 mila miliardi di dollari, e nel quinquennio 2020-2025 a 28 mila miliardi. Ma a orientare al ribasso gli umori degli investitori, secondo i broker, è stata innanzi tutto la decisione di Johnson&Johnson che ha sospeso la sperimentazione del suo vaccino a causa di una malattia inspiegabile comparsa in uno dei volontari, riducendo le speranze di una soluzione in tempi brevi per la malattia.

Non ha aiutato la performance contrastata di Wall Street (giù l'S&P, ma ancora in rialzo il Nasdaq), con gli investitori più prudenti in vista di settimane complicate: la campagna elettorale per le presidenziali diventerà sempre più agguerrita e il rebus sugli stimoli all’economia Usa ancora non è stato risolto.

Loading...

Milano ha terminato le contrattazioni in calo dello 0,81%, anche se lo spread è piombato in area 120 punti. Sul fronte dei titoli di stato, il Tesoro quest’oggi ha collocato BTp a 3, 7 e 30 anni per 7,5 miliardi complessivi, con rendimenti su nuovi minimi.

Al via le trimestrali Usa: JpMorgan e Citi sopra le attese

JpMorgan e Citigroup hanno presentato una trimestrale sopra le attese: nel terzo trimestre, JPMorgan ha riportato un utile netto di 9,443 miliari di dollari, 2,92 dollari per azione, conto i 9,08 miliardi, 2,68 dollari per azione, dello stesso periodo dell'anno scorso. Gli analisti attendevano un dato in calo del 16% a 2,24 dollari per azione. Citigroup ha riportato un utile netto di 3,23 miliardi di dollari, 1,4 dollari per azione, contro i 4,913 miliardi, 2,07 dollari per azione, dello stesso periodo dell'anno scorso e meglio del range tra 0,85 e 0,91 dollari per azione atteso dagli analisti. Migliorano i risultati del colosso americano delle gestioni patrimoniali Blackrock: utili per 1,42 miliardi di dollari a fronte degli 1,12 miliardi del terzo trimestre 2019.

A Wall Street si aspetta il nuovo iPhone. Corre Disney

Wall Street è in flessione. Sotto i riflettori Blackrock dopo i conti, mentre sono in calo sia JpMorgan sia Citigroup. Delta Air Lines è in calo dopo aver registrato una perdita superiore alle attese, con ricavi crollati del 75% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. L'attenzione degli investitori guarda poi all'evento di presentazione (alle 19 italiane) del nuovo iPhone da parte di Apple. Disney, dopo aver annunciato una riorganizzazione che mette al centro lo streaming, è tra i migliori di giornata.

A Milano giù Unicredit, Juve ko dopo CR7 positivo al Covid

A Piazza Affari sono andate male le azioni delle banche, con Bper in caduta libera del 5,1%, sempre affossata dall’aumento di capitale in corso. Hanno inoltre perso quota le Banco Bpm (-3%), dopo la recente corsa. Unicredit ha lasciato sul parterre il 3,6%, nel giorno in cui Il Sole 24 Ore ha scritto che il gruppo avrebbe allo studio lo scorporo e quotazione delle attività estere dalla holding italiana. In più sempre il Sole 24 Ore ha indicato che l’ex ministro, Piercarlo Padoan, è in pole position per la presidenza. Atlantia ha tenuto le posizioni grazie ai colloqui in corso con Cdp. In netto calo le azioni Juventus dopo che il campione portoghese Cristiano Ronaldo è risultato positivo al test per il Covid-19. Bene Cnh Industrial grazie ai dati sull'andamento del mercato Usa dei trattori e delle macchine agricole a settembre.

Spread stabile a 120 punti, rendimenti BTp ai minimi

Chiusura su livelli invariati per lo spread BTp/Bund che si mantiene comunque sui minimi da oltre due anni. Al termine degli scambi il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (Isin IT0005413171) e il Bund è indicato a 120 punti base, invariato rispetto al closing del giorno precedente. Scende ancora e aggiorna il minimo storico il rendimento del BTp decennale benchmark, che ha terminato gli scambi allo 0,66% dallo 0,67% fatto segnare alla chiusura precedente.

Aste BTp, rendimento triennale a minimo storico -0,14%

Rendimenti ai nuovi minimi storici nell'asta in cui il Tesoro ha collocato BTp a 3, 7 e 30 anni per 7,5 miliardi complessivi. Nel dettaglio il Tesoro ha emesso la prima tranche del nuovo BTp a 3 anni scadenza 15/01/2024 per 3,75 miliardi a fronte di una richiesta pari a 5,244 miliardi. Il rendimento e' sceso di 14 punti base, tornando sotto zero e attestandosi a -0,14% che è il nuovo minimo storico. Collocata anche la settima tranche del BTp a 7 anni scadenza 15/09/2027: a fronte di richieste per 3,949 miliardi, l'importo emesso e' stato pari a 2,25 miliardi con il rendimento in calo di 41 punti base, al nuovo minimo dello 0,34 per cento. La quinta tranche del BTp trentennale scadenza 01/09/2050 è stata piazzata per 1,5 miliardi, con un rendimento crollato di 43 punti base, all'1,48 per cento. Le richieste per questo titolo hanno raggiunto i 2,131 miliardi.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Euro torna a scendere a 1,17 dollari, petrolio sale

Sul mercato dei cambi, il dollaro è rimbalzato dai minimi da tre settimane e spinge l'euro sotto quota 1,18 contro il biglietto verde a 1,173 (da 1,1808 in chiusura il 12 ottobre). Torna a salire il prezzo del petrolio, spinto dall'aumento dell'import cinese: il Wti consegna novembre sale a 40 dollari al barile mentre il Brent consegna dicembre supera i 42 dollari al barile.

Germania: indice Zew a ottobre crolla a 56,1, sotto attese

Netto calo a ottobre l'indice Zew che misura le aspettative degli investitori per l'economia tedesca. Dai massimi dal 2000 toccati nel mese di settembre, quando l'indice era risultato pari a a 77,4 punti, si è infatti passati ad ottobre a 56,1 punti. Un numero ben al di sotto delle stime di alcuni economisti che per il mese in corso indicavano quota 74 punti. L'indice sulle condizioni attuali è sceso a -59,5 punti dai -66,2 di settembre scorso.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti