ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata delle Borse

Torna la calma sui mercati, Borse Ue in rialzo, petrolio e gas giù. Milano +1,7%

I mercati restano sulla traiettoria della settimana scorsa, ma c'è grande volatilità. Borsa Mosca chiusa tutta la settimana. Wall Street contrastata. Spread in calo

di Flavia Carletti

La Borsa, gli indici del 14 marzo 2022

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) -La settimana inizia con una seduta positiva per la maggior parte dei principali indici europei. L'attenzione degli investitori resta sempre rivolta alla guerra in Ucraina e ai negoziati con la Russia che sono in «pausa tecnica» fino a domani. A livello diplomatico si guarda anche all'incontro tra rappresentati di Usa e Cina a Roma. Per questa settimana, inoltre, uno dei focus è la riunione della Federal Reserve, che mercoledì 16 marzo ci si aspetta farà il primo rialzo dei tassi d'interesse dal 2018: secondo le attese sarà, probabilmente, "solo" di 25 punti base, a causa delle incertezze portate dall'invasione russa. Intanto il petrolio, dopo la recente corsa, oggi tira il fiato, complice anche l'aumento dei casi Covid in Cina. Sui listini europei si è assistito così alle vendite su molti titoli petroliferi e su quelli più difensivi che meglio avevano retto le sedute in altalena della scorsa settimana mentre sono tornati forti acquisti su banche e settore auto. Per quanto riguarda gli indici, a Milano il Ftse Mib è salito dell'1,67%, a Parigi il Cac40 dell'1,75% e a Francoforte il Dax40 del 2,2%, mentre è rimasto più indietro l'Aex di Amsterdam (-0,07%). Chiusura contrastata per la prima seduta della settimana a Wall Street, con il DJ che rimane invariato (+0%) a 32.945 punti, mentre l’S&P 500 cede lo 0,74% a 4.173 punti e il Nasdaq perde il 2,04% a 12.581 punti.

Borsa Mosca resta chiusa tutta la settimana

La Banca centrale russa ha deciso che gli scambi azionari sulla Borsa di Mosca resteranno chiusi per tutta la settimana, dal 14 al 18 marzo. Saranno invece aperte alcune sezioni con regolamento in rubli. Negoziazioni normali per il mercato valutario e quello dei metalli preziosi. Gli orari della Borsa per la settimana dal 21 al 25 marzo, annuncia la banca centrale, saranno annunciati in seguito.

Loading...

A Piazza Affari in rialzo Tim, bene anche le auto

A Piazza Affari, tra i titoli in evidenza Tim (+4,95%), dopo che ieri è stato annunciato che il cda ha dato mandato al presidente Salvatore Rossi e all'a.d. Pietro Labriola per avviare un'interlocuzione con Kkr, formale e ulteriore rispetto a quelle già intraprese informalmente nei mesi scorsi dai consulenti. I realizzi hanno frenato Leonardo (-1,62%), che nella scorsa ottava ha messo a segno un balzo del 20,8% e Tenaris (-2,48%), reduce da un +11,9% nella settimana passata. Tra i titoli a maggiore capitalizzazione a Piazza Affari, si sono distinti al rialzo Buzzi Unicem (+5) e Interpump (+4,39%). Premiate dagli acquisti anche le banche: Mediobanca (4,12%) Bper (+4,09%), Intesa Sanpaolo (+3,68%), Unicredit (+3,32%) e Banco Bpm (+2,86%). Per quanto riguarda quest’ultima, venerdì il direttore finanziario Edoardo Ginevra ha spiegato che l'istituto sta valutando una cessione o una partnership per l'attività merchant acquiring, i Pos per i pagamenti negli esercizi commerciali. Si tratta di una strategia già adottata negli ultimi mesi da istituti come Intesa Sanpaolo e Bper: entrambi hanno venduto il business a Nexi (+0,5%). La seduta è stata di forte recupero anche per il comparto auto, a Milano Stellantis è salita del 3,73%, con Iveco Group +4,27%, Cnh Industrial +3,29%, mentre è rimasta più indietro Ferrari (+1,4%). La holding Exor ha guadagnato l'1,9 per cento.

Euro in lieve recupero sul dollaro

Sul mercato dei cambi, la moneta unica passa di mano a 1,0992 dollari (1,0941 in avvio e 1,0940 venerdì in chiusura) e a 129,683 yen (128,83 e 128,12), con il cambio dollaro/yen a 117,986 (117,75 e 117,11).

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Spread si restringe sul finale a 158 punti base

Seduta pesante per i titoli di Stato scambiati sul secondario telematico Mts. Il recupero delle piazze azionarie provoca di riflesso forti vendite sul reddito fisso che non risparmiano neanche i Bund con la conseguenza che lo spread BTp-Bund chiude con una minima variazione rispetto a venerdì mentre il rendimento del decennale italiano 'vola' verso il 2 per cento. Nel finale il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco si attesta a 158 punti base (161 punti in avvio) non lontano dai 157 punti segnati venerdì in chiusura. La discesa dei prezzi dei titoli di Stato scambiati sul secondario telematico provoca un'impennata dei rendimenti: il decennale italiano rende a fine seduta l'1,97% (1,90% in apertura), in netta risalita rispetto all'1,87% del closing della vigilia. Il Bund decennale rende lo 0,38% (0,29%). I Bonos spagnoli l'1,39% (1,29%).

Petrolio ancora in discesa, giù anche il gas naturale

I prezzi del petrolio, dopo i ribassi della settimana scorsa, proseguono sulla via dei cali, nella speranza che la Russia voglia seguire una strada di significativi negoziati. Se si andasse in questo senso, si ridurrebbe il rischio di interruzioni dell'offerta di energia dalla Russia. In chiusura dei mercati europei, il contratto consegna Maggio sul Brent del Mare del Nord scende del 6,61% a 105,22 dollari al barile e quello scadenza Aprile sul Wti del 6,8% a 101,9 dollari al barile.

Prosegue inoltre il ribasso dei prezzi del gas sul mercato europeo, che si riportano ai valori di fine febbraio. I contratti ad aprile passano di mano a 111 euro per megawattora, in ribasso del 15,4%, allontanandosi ulteriormente dal picco di 345 euro toccato lo scorso 7 marzo.


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti