ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse, Wall Street scivola sui timori del contagio cinese da Covid

Clima di cautela sui mercati azionari, che si avviano a chiudere il loro anno peggiore dal 2008 (al tempo della crisi dei mutui subprime). Euro debole ma sopra 1,06 dollari. In netto calo il petrolio, il gas scende fino a 76,25 euro al MWh, il valore più basso da febbraio scorso, poi torna sopra 80 euro

di Chiara Di Cristofaro ed Eleonora Micheli

La Borsa, gli indici del 28 dicembre 2022

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Frenano sul finale le Borse europee insieme a Wall Street, mentre gli investitori si concentrano sugli aggiustamenti tecnici dei portafogli in vista della fine dell'anno. Gli indici non sembrano trovare ragioni, al momento, per muoversi al rialzo nell'ultima settimana dell'anno. A Piazza Affari, dove tiene banco l'attesa per l'approvazione della legge di Bilancio, chiude in rosso l'indice FTSE MIB, così come il francese CAC 40 e il DAX 30 a Francoforte, con il FT-SE 100 di Londra unica eccezione in positivo.

A Wall Street fallisce il tentativo rimbalzo per il Nasdaq e tutti i principali indici virano al ribasso dopo la conferma che le autorità statunitensi richiederanno un test negativo al Covid per i viaggiatori provenienti dalla Cina (in chiusura di seduta Dow Jones -1,10%, S&P 500 -1,20%, Nasdaq -1,35%).. Anche gli indici Usa registreranno il primo anno negativo dopo tre consecutivi in rialzo e probabilmente il 2022 sarà archiviato anche come il peggiore dal 2008, anno della crisi finanziaria provocata dai mutui subprime.

Loading...

Il bilancio annuale dei listini dunque resta in deciso passivo: l'azionario globale, infatti, ha perso dal primo gennaio circa un quinto del suo valore (-20%), mentre i bond sono scesi del 16%. Sul valutario il dollaro ha guadagnato il 7% sostenuto dalla stretta Fed, mentre il rendimento dei Treasury decennali è balzato oltre il 3,8% (dall'1,5% della fine del 2021).

In frenata il valore del petrolio, nonostante la decisione della Russia di non vendere greggio da febbraio ai Paesi che adotteranno il "'price cap". E intanto continua a scendere anche il prezzo del gas naturale, che ad Amsterdam ha segnato un nuovo minimo dal 21 febbraio scorso a 76,5 euro per megawattora, per poi risalire leggermente (ma restando sotto la soglia psicologica degli 80 euro).

Apple e Tesla provano il rimbalzo dopo i nuovi minimi

I titoli di Apple e Tesla tentano il rimbalzo dopo giornate difficili. I problemi alla produzione in Cina stanno pesando su entrambi i titoli. Il titolo di Apple è stato tra i peggiori sul Dow Jones, nella seduta della vigilia, e ha chiuso in calo dell'1,39% a 130,03 dollari, la chiusura più bassa dal 15 giugno 2021; il titolo di Apple ha perso il 12,4% a dicembre, che potrebbe diventare il mese peggiore dal -12,8% registrato nel maggio 2019, e il 27% dall'inizio del 2022, che potrebbe essere archiviato come il peggior anno dal 2008, quando cedette il 56,9% durante la crisi finanziaria. Il titolo di Tesla ha ceduto nella vigilia l'11,4% ed è stato il peggiore sullo S&P 500, registrando la settima seduta consecutiva in calo (e la decima su undici) e scendendo ai minimi dall'agosto 2020; la società è così uscita dalla classifica delle prime 10 società statunitensi per capitalizzazione di mercato.


Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Milano scivola Saipem. Mercato resta freddo su futuro Mps

A Piazza Affari Erg ha guadagnato lo 0,2%, dopo aver annunciato il rafforzamento nel fotovoltaico tramite un’acquisizione in Spagna. Diasorin ha perso lo 0,3%, a dispetto della prospettiva di un incremento dell'uso dei tamponi, dopo l'annuncio dell’obbligo di test per il Covid imposti a coloro che arrivano dalla Cina. Poco mosse, invece, Nexi e Telecom Italia, nonostante abbiano siglato una partnership commerciale. Sono salite le Amplifon, mentre hanno perso quota le Saipem che avevano fin qui guadagnato l’8% nel corso della settimana. In rosso Banca Mps con il mercato che resta freddo sulla possibile fusione con un altro big bancario nonostante la promozione alla vigilia da parte della Bce, che ha rimosso il divieto alla distribuzione di dividendi per Rocca Salimbeni.

Male le utility, che risentono delle prospettive di tassi di interesse in rialzo. Così A2a ha lasciato sul parterre l'1,23%, Hera il 2,3% e Iren il 2,2%. Enel ha arginato le perdite allo 0,57%, mentre è già partito il toto nomine per la direzione dell'azienda. Secondo indiscrezioni con grande probabilità l'attuale ad, Francesco Starace, uscirà e tra i possibili candidati a subentrare al suo posto circolano i nomi di Matteo Del Fante, numero uno di Poste Italiane (-0,9%), Francesco Venturini, ceo di Enel X e di Stefano Antonio Donnarumma, ad di Terna (-1,1%).

Spread con Bund in rialzo a 214 punti base

Chiusura di seduta in rialzo per lo spread tra BTp e Bund. Il differenziale tra il BTp benchmark decennale italiano (Isin IT0005494239) e il pari scadenza tedesco è indicato a fine giornata a 214 punti base dai 211 della vigilia. Il rendimento del BTp decennale benchmark si attesta al 4,64% dal 4,62% di ieri sera.

Arretra lo yen dopo BoJ colomba. Giù petrolio e gas in risalita

Sul fronte dei cambi, le vendite sui bond in Australia e Nuova Zelanda hanno spinto la Bank of Japan ad annunciare nuovi acquisti straordinari di titoli di debito per limitare la corsa dei rendimenti. Una mossa da colomba che ha penalizzato lo yen. In calo ma stabilmente sopra quota 1,06 l'euro/dollaro. Frena il prezzo del petrolio. Ancora giù il prezzo del gas naturale, Clima di cautela sui mercati azionari, che si avviano a chiudere il loro anno peggiore dal 2008 (al tempo della crisi dei mutui subprime). Euro debole ma sopra 1,06 dollari. In netto calo il petrolio, mentre è in rialzo il gas in chiusura, sopra gli 80 euro al MWh, dopo essere sceso fino a a 76,25 euro al MWh, il valore più basso da febbraio scorso.


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti