ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse nervose prima dei dati sul lavoro Usa. Wall Street chiude in forte calo

Mercato attende il rapporto mensile sui nuovi occupati negli Stati Uniti per poi scommettere sulle prossime mosse della Federal Reserve. Piazza Affari cede lo 0,7%

di Andrea Fontana e Flavia Carletti

La Borsa, gli indici del 9 marzo 2023

5' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Le richieste di sussidi di disoccupazione più alte delle attese negli Stati Uniti hanno allentato le tensioni sui mercati, al termine di una seduta nervosa con le Borse europee che hanno chiuso quasi sulla parità, lontane dai minimi di giornata. A Piazza Affari il FTSE MIB è rimasto più indietro, zavorrato soprattutto dalle vendite sul risparmio gestito. A Francoforte il DAX 40 ha chiuso piatto e a Parigi il CAC 40 è sceso appena sotto la parità. In attesa del rapporto sul mercato del lavoro di febbraio, che sara' pubblicato domani e sara' fondamentale per la Federal Reserve in ottica tassi, oggi e' emerso che nell'ultima settimana negli Usa le richieste di sussidi di disoccupazione sono salite ai massimi da Natale, a 211.000 (seasonally adjusted), quando le attese erano per un dato a 195.000 dalle 190.000 della settimana precedente. Sul mercato intanto aleggiano ancora le parole del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, secondo il quale 'nessuna decisione e' stata presa sul rialzo dei tassi d'interesse di marzo', pur non escludendo giri di vite più aggressivi. I mercati ora attendono un rialzo dei tassi di 50 punti base alla riunione del 20-21 marzo, contro i 25 dati per scontati fino a pochi giorni fa. Peraltro, il Beige Book, il rapporto della Fed sulla congiuntura americana ha descritto un'economia «in leggero aumento», con una crescita dei prezzi che «si è moderata in molti distretti».

Wall Street apre in rialzo dopo sussidi disoccupazione, poi chiude in forte calo

Al termine di una seduta iniziata in rialzo dopo il dato sui sussidi superiori alle attese Wall Street ha chiuso in forte calo, con l’indice Dow Jones a -1,66% S&P 500 a -1,85% e il Nasdaq a -2,05 per cento. . I trader prevedono che il picco sarà toccato al 5,5%-5,75% a settembre; al momento, sono al 4,5%-4,75%, il livello più alto dal 2007. Non mancano, comunque, gli esperti che prevedono un picco al 6 per cento. Sempre sul fronte lavoro, nella seduta di mercoledì il rapporto Adp ha mostrato che il mercato del lavoro nel settore privato è ancora molto forte, dato che a febbraio sono stati creati 242.000 posti di lavoro, contro attese per 205.000.

Loading...

A Piazza Affari debole Diasorin, corre Prysmian dopo conti

A Piazza Affari Prysmian è stata la migliore del listino dopo i conti che hanno visto un utile netto record in crescita del 63,4% nel 2022 a 504 mln. In coda Diasorin dopo il taglio di rating e di target price da parte degli analisti di Exane. Bene Nexi e Amplifon. Tra le utility ha tenuto Enel, dopo un avvio in rialzo con l'accordo per la cessione di tutte le partecipazioni detenute dal gruppo in Romania con la società greca Public Power Corporation per 1,26 miliardi. Chiusura in calo nel giorno dei risultati 2022 per Italgas. In coda al listino i titoli del risparmio gestito con le vendite che colpiscono Banca Generali, Finecobank e Banca Mediolanum.

Buzzi giù con accuse Kiev su attività in Russia

Brusca frenata per Buzzi Unicem sul caso Russia. L'Agenzia nazionale ucraina per la prevenzione della corruzione (Napc) ha fatto sapere di avere inserito il produttore di cemento nella lista degli sponsor internazionali della guerra a causa delle attività condotte con la Russia. «La Napc ha incluso Buzzi Unicem nella lista degli sponsor internazionali della guerra per il fatto che, pur avendo dichiarato di rifiutare qualsiasi partecipazione operativa nei business russi, Buzzi Russia continua a espandere le proprie attività nella Federazione Russa», si legge in una nota, riportata da Ukrinform. Secondo la Napc, l'azienda è uno dei cinque leader dell'industria russa del cemento e, tra il 2016 e il 2021, la divisione russa di Buzzi Unicem ha versato 62 milioni di euro di tasse e altri oneri obbligatori: «Per fare un paragone, questo equivale al costo di 206 missili Tochka U, esattamente i missili con cui la Russia ha colpito la stazione ferroviaria di Kramatorsk l'8 aprile 2022», si legge.

C. Suisse, slitta relazione di bilancio per rilievi Sec: cade a Zurigo

Credit Suisse giù alla Bors di Zurigo dopo aver annunciato 'un ritardo tecnico del Rapporto Annuale 2022'. Il gruppo ha dichiarato che 'ritardera' la pubblicazione della sua relazione annuale e della relativa relazione annuale sul modulo 20-F (per gli Usa, ndr) a seguito di una segnalazione della Securities and Exchange Commission statunitense, avvenuta nella serata dell'8 marzo, in relazione ad alcuni commenti Sec circa la valutazione tecnica delle revisioni precedentemente comunicate dei flussi di cassa consolidati negli esercizi 2020 e 2021 e relativi controlli'. Il management - precisa la banca - 'ritiene prudente ritardare brevemente la pubblicazione dei propri conti al fine di comprendere piu' a fondo i commenti ricevuti' e conferma che 'i risultati finanziari del 2022, come precedentemente pubblicati il 9 febbraio 2023, non sono stati influenzati da quanto sopra". Una precisazione che non e' bastata a tranquillizzare il mercato, in considerazione della scia di scandali e infortuni finanziari, che hanno causato negli ultimi due anni perdite e un'emorragia di fondi dei clienti. Il Credit Suisse, che ha varato un piano di riassetto per riguadagnare la reddittivita' e la fiducia degli investitori, ha chiuso il 2022 con una perdita di 7,3 miliardi di franchi, dopo un rosso di 1,65 miliardi nel 2021. Dall'Asia e' intanto rimbalzata la notizia, riportata dall'agenzia Reuters, del licenziamento della maggior parte dei 20 dipendenti della divisione di banca d'investimento in Giappone.

Rimbalzo del gas a 45 euro, euro/dollaro resta sotto 1,06

Sul fronte energetico, il petrolio è in contenuto rialzo: la riduzione superiore alle stime delle scorte americane e le speranze di accelerata della domanda cinese controbilanciano i timori per gli effetti di una Fed più aggressiva del previsto. Rimbalzo del gas naturale a 45 euro al megawattora ad Amsterdam. L'euro si mantiene ai minimi da inizio gennaio e passa di mano a 1,0556 dollari. Sul mercato valutario il cambio tra euro e dollaro si mantiene ai minimi da inizio pur cercando la risalita verso quota 1,06.

BTp, spread con Bund poco mosso a 175 punti base

Poco mosso lo spread BTp/Bund all'indomani dell'intervento del presidente della Fed Jerome Powell. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (Isin IT0005518128) e il pari scadenza tedesco si e' attestato a 175 punti base dai 177 punti del riferimento della vigilia. In aumento il rendimento del BTp decennale benchmark che segna il 4,39% rispetto al 4,42% dell'ultimo riferimento.

BTp Italia, assegnati 1,353 mld a istituzionali

E' pari a 1,353 miliardi l'ammontare del BTp Italia che il Tesoro ha collocato presso gli investitori istituzionali nella finestra di offerta che è chiusa poco fa. L'aggiornamento è disponibile sul sito della Borsa Italiana. Con l'importo assegnato oggi la 19ma emissione del BTp Italia si è chiusa con sottoscrizioni che hanno sfiorato i 10 miliardi di euro, formandosi a 9,9 miliardi di euro.


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti