La giornata dei mercati

Piazza Affari (+1,56%) supera indenne lo shock dell'inflazione Usa grazie a banche e petroliferi. Wall Street rimbalza

I listini sul finale di seduta hanno ripreso coraggio, chiudendo sui massimi di seduta. A Milano si registra il ko di Mps con i dettegli dell'aumento di capitale da 2,5 miliardi. Euro a 0,977 dollari, spread chiude in calo a 242 punti

di Enrico Miele

La Borsa, gli indici del 12 ottobre 2022

3' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Spaventate in un primo momento dal dato dell’inflazione Usa, inaspettatamente sopra le attese, le Borse europee sul finale di seduta hanno ripreso coraggio, recuperando terreno e chiudendo tutte sui massimi di giornata (idem Wall Street che, partita in "rosso", ha invertito la rotta e viaggia in netto rialzo). Nonostante i timori della recessione, infatti, a trainare i listini del Vecchio Continente sono stati i titoli bancari, che vedono in prospettiva aumentare i loro margini con un aggressivo rialzo dei tassi da parte di Fed e Bce. Possibilità sempre più concreta, visto che l’indice dei prezzi al consumo statunitense non ha raggiunto il picco sperato dagli osservatori (+8,2% a settembre contro +8,1% atteso, tanto che il mercato già scommette su un quarto rialzo consecutivo dei tassi di 75 punti base a inizio dicembre). E questo nonostante il rallentamento dell’economia globale, come certificato dalla direttrice del Fmi, Kristalina Georgieva: i rischi recessione «stanno aumentando per molti Paesi» ma, ha aggiunto, «non alzare i tassi a sufficienza provocherebbe più danni».

A Milano al top Cnh, con petroliferi e bancari

In questo clima, il FTSE MIB di Milano accelera sul finale chiudendo sui massimi di seduta. In cima al listino petroliferi (Tenaris), bancari (Banco Bpm), risparmio gestito (Finecobank) e Cnh Industrial sostenuta anche dal rialzo del target price da parte degli analisti di Deutsche Bank. In fondo finisce Amplifon. Nel resto del listino, Banca Mps sprofonda del 33,1% dopo la pubblicazione dei termini del maxi aumento di capitale «fortemente diluitivo».

Loading...
Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Spread chiude in calo a 242 punti una seduta sull'ottovolante

Chiude in calo lo spread BTp/Bund al termine di una giornata molto volatile per i bond dell'Eurozona, in forte recupero prima del dato sull'inflazione Usa e poi bersagliati dalle vendite per il dato deludente. Nel finale un sostanziale recupero che ha visto i rendimenti finire comunque in netto calo rispetto a ieri. Nel dettaglio, il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco ha chiuso a 242 punti base, in calo dai 245 punti del closing di ieri. Il rendimento del BTp decennale benchmark ha finito gli scambi al 4,71%, in netto calo dal 4,79% dell'ultimo riferimento della vigilia, dopo aver toccato il 4,84% dopo la diffusione del dato Usa.Sull'ottovolante anche il Bund tedesco, il cui rendimento era arrivato a un minimo del 2,23%, per poi balzare al 2,41%, prima di chiudere al 2,29 per cento.

In Germania inflazione al top da oltre 70 anni

Sempre sul fronte prezzi, in Europa, l'inflazione tedesca si conferma ai massimi da oltre 70 anni. Il tasso annuo di inflazione in Germania è accelerato a settembre, registrando la lettura più alta dal dicembre 1951, secondo i dati finali pubblicati dall'ufficio statistico tedesco Destatis che confermano la lettura preliminare. L'indice dei prezzi al consumo è aumentato, a settembre, dell'1,9% nel confronto mensile e del 10% rispetto allo stesso mese di un anno fa misurato dagli standard nazionali, in linea con le previsioni degli economisti.

Balzo sterlina dopo indiscrezioni su dietro front mini-budget

Balzo della sterlina sulle indiscrezioni, riportate da Bloomberg, sulla possibilità che il governo britannico torni sui suoi passi in relazione al «mini» Budget presentato dal governo di Liz Truss, che ha scatenato le turbolenze sui mercati finanziari. La sola ipotesi è basta alla sterlina per scattare a 1,127 dollari (+1,6%), mentre anche l’euro perde posizioni contro la divisa britannica. Secondo altri media, la premier Liz Truss starebbe valutando la possibilità di aumentare l'imposta sulle aziende, una mossa in controtendenza rispetto al piano di taglio delle imposte.

Petrolio in calo, Aie taglia stime domanda. Scende gas

Sono in calo i prezzi del greggio, anche se l'Agenzia internazionale per l'energia (Aie), nel suo rapporto mensile, ha abbassato le previsioni di crescita della domanda di petrolio nel 2023 di 470.000 barili al giorno a 1,7 milioni di barili al giorno. Anche la previsione per la crescita della domanda di petrolio nel 2022 è stata abbassata di 60.000 barili al giorno a 1,9 milioni di barili al giorno. Secondo l'agenzia, un taglio alle forniture di petrolio da parte dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec) minaccia di aggravare la crisi energetica globale facendo salire i prezzi del petrolio in un momento di elevata inflazione e debole crescita economica.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti