ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Inflazione Usa all’8,5%, più bassa del previsto. Corre Wall Street, Piazza Affari chiude a +1%

Euro sale a 1,03 dollari. Prezzi del petrolio volatili tra il ripristino oleodotto russo verso Est Europa e le alte scorte Usa

di Paolo Paronetto e Andrea Fontana

La Borsa, gli indici del 10 agosto 2022

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - L'inflazione Usa che rallenta a luglio dà un sollievo ai mercati finanziari spingendo in rialzo le Borse europee e i titoli di Stato e riportando l'euro ai massimi da oltre un mese nei confronti del dollaro. Il +8,5% sull'anno dei prezzi al consumo Usa registrato a luglio, dopo il +9,1% precedente, e il +5,9% della componente core (in linea con giugno) riducono i timori di mosse ancora più aggressive sui tassi da parte della Federal Reserve a settembre ma gli analisti non sono inclini a pensare che siamo a una svolta per la politica monetaria Usa: se il dato generale potrebbe aver raggiunto il suo picco, da verificare è l'andamento nei prossimi mesi di fattori come i prezzi degli affitti prima di poter concludere che la banca centrale sia pronta a modificare il proprio approccio.

Biden, siamo su strada giusta ma c'è molto da fare

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha accolto positivamente i dati sui prezzi al consumo di luglio. Biden ha detto che ci sono "segnali che indicano un rallentamento dell'inflazione" e ha sottolineato che "abbiamo ancora del lavoro da fare, ma siamo sulla strada giusta".

Loading...

Per analisti "dato importante" ma Fed sarà ancora aggressiva

"Non è esagerato dire che i numeri dell'inflazione potrebbero definire il tono dei mercati per il resto del mese - era il commento pre-dato Usa di Craig Erlam di Oanda - Un dato inferiore alle attese potrebbe essere un significativo fattore favorevole ai mercati". "Si è trattato di un grande miglioramento rispetto ai dati di giugno e, se si ripetesse in agosto, potrebbe ridurre la pressione sulla riunione di settembre del Fomc" ha sottolineato Michael Metcalf, Head of Macro Strategy di State Street Global Markets. "Le categorie che hanno determinato la debolezza del dato core di luglio - tariffe aeree e alberghiere - tendono a essere piu' volatili, mentre le componenti più vischiose (affitti) sono rimaste stabili. Il dato odierno non ha modificato le nostre previsioni di inflazione core del 5,5% e del 3,5% su base annua, rispettivamente per il 2022 e il 2023, ne' ha cambiato le nostre prospettive a breve termine per la Fed" osservano da Pimco.

Wall Street di slancio, Francoforte la migliore in Europa

In netto rialzo Wall Street - che chiude con il Dow Jones a +1,63%, lo S&P 500 a +2,13% e il Nasdaq a +2,89% - razie al rallentamento dell'inflazione negli Stati Uniti. Tutti i principali indici salgono di oltre un punto percentuale (S&P500, Dow Jones) e spicca la performance del NASDAQ COMP. A Piazza Affari il FTSE MIB è stato tra i più vivaci insieme al DAX 40 di Francoforte e all'AEX di Amsterdam. A livello europeo riscatto per i tecnologici mentre salgono retailer e viaggi, bene anche le auto. Tra le blue chip milanesi, acquisti sui titoli industriali come Iveco Group, Interpump, StMicroelectronics e Pirelli. Ancora in ascesa Bper, che conferma il trend positivo seguito alla pubblicazione della semestrale.

Euro scatta a 1,03 dollari, petrolio molto volatile

Sul mercato dei cambi, l'euro vale 1,0335 dollari da 1,0223 martedì in chiusura e 137 yen (da 137,97), mentre il rapporto dollaro/yen è a 132,59(134,96). Il biglietto verde americano ha perso posizioni nei confronti di tutte le principali divise. Alta volatilità per i prezzi del petrolio: dopo essere scesi nel pomeriggio per 'incremento delle scorte americane nell'ultima settimana (+5,46 milioni di barili) e il ripristino dei flussi di petrolio nell'oleodotto che parte dalla Russia e attraverso l'Ucraina rifornisce i Paesi dell'Est Europa, i valori dell'oro nero stanno rimbalzando. Il Brent si è riportato a 97 dollari al barile, il Wti a 92 dollari al barile. Torna sopra quota 200 euro per megawattora il prezzo del gas naturale sulla piattaforma Ttf di Amsterdam: il contratto settembre sale del 7% a 206 euro.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Usa, l'inflazione sorprende in positivo

A luglio, come detto, i prezzi al consumo negli Stati Uniti sono rimasti invariati rispetto al mese precedente, contro attese per un +0,2%, dopo il +1,1% di giugno. Lo ha comunicato il dipartimento del Lavoro. Il dato "core", ovvero quello depurato dalla componente dei prezzi dei beni alimentari ed energetici, è cresciuto dello 0,3%, dopo il +0,7% di giugno, contro attese per un +0,5%. Su base annuale, il dato generale ha messo a segno un +8,5%, meno dell'8,7% delle attese, dopo il +9,1% del mese precedente, che era stato il dato più alto dal novembre 1981. Il dato "core" è cresciuto del 5,9%, come il mese precedente, con le attese che erano per un +6,1%. Nell'ultimo mese, i prezzi energetici sono diminuiti del 4,6%, mentre i prezzi dei generi alimentari sono aumentati dell'1,1%, per un rialzo annuale rispettivamente del 32,9% e del 10,9%, quest'ultimo dato il più alto dal maggio 1979.

I prezzi al consumo sono intanto saliti ai massimi da due anni in Cina, mentre in Germania sono aumentati dello 0,9% in luglio rispetto a giugno e del 7,5% su anno, in rallentamento rispetto al 7,6% di giugno e del 7,9% di maggio, secondo i dati diffusi da Destatis, confermando le stime.

Istat, inflazione confermata al 7,9% in luglio

In Italia, intanto, l'Istat ha confermato che in luglio l'inflazione è salita dello 0,4% su mese e del 7,9% su anno (dal +8% di giugno). Rallentano in particolare i prezzi dei Beni energetici (da +48,7% di giugno a +42,9%) a causa degli Energetici regolamentati (da +64,3% a +47,9%) con i prezzi degli Energetici non regolamentati che crescono del 39,8% (da +39,9%). L’inflazione di fondo, al netto di energetici e alimentari freschi, accelera da +3,8% a +4,1% e quella al netto dei soli beni energetici da +4,2% a +4,7%. L’inflazione acquisita per il 2022 è pari a +6,7%.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Btp, rendimento 10 anni sotto 3%

Sull'obbligazionario, è stabile lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario Mts dei titoli di Stato europei anche dopo il forte movimento dei rendimenti seguito alla pubblicazione dei dati sull'inflazione Usa. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco resta a 210 punti dai 213 della vigilia. In calo il rendimento del BTp decennale benchmark che segna 2,99% dal 3,05% della chiusura precedente.

Il Tesoro, intanto, ha collocato 7 miliardi di BoT a 12 mesi spuntando un rendimento pari a 0,994%, in aumento di 27 centesimi rispetto all'asta del mese precedente. Buona la domanda che si è attestata a 9,583 miliardi di euro, con un rapporto tra domanda e offerta pari a 1,37. Il regolamento dell'asta cade sul prossimo 12 agosto.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti