m&A

Borse: i brand Gum e Gianni Chiarini a 21 Investimenti

di Marta Casadei

A sinistra la Gum Bag color argento con tracolla; a destra il modello Helena, in cuoio, del marchio Gianni Chiarini

2' di lettura

Far crescere a livello internazionale una promettente realtà made in Italy. È con questo obiettivo che 21 Investimenti, gruppo fondato e guidato da Alessandro Benetton, ha acquisito la maggioranza di Contemporary Bags, società a cui fa capo il Gruppo Gianni Chiarini.

Alla realtà fiorentina, che è nata alla fine degli anni novanta e ha chiuso il 2016 con ricavi per circa 35 milioni di euro, per il 60% realizzati sui mercati stranieri, fanno attualmente capo due marchi: Gianni Chiarini, brand di borse e accessori che è stato oggetto di un progressivo restyling, e Gum Gianni Chiarini Design, etichetta contemporary e più accessibile è stata lanciata nel 2013 e ha registrato uno sviluppo significativo.

Loading...

«Il Gruppo Gianni Chiarini - ha detto Alessandro Benetton - ha tutte le caratteristiche che 21 Investimenti cerca quando seleziona un progetto in cui investire. Incarna, infatti, tutti i valori tipici del made in Italy: attenzione al design e alla qualità, produzione di eccellenza, propensione ai gusti e i bisogni del cliente. E ha un grandissimo potenziale di crescita che può portare a uno sviluppo internazionale davvero importante».

L’operazione, di cui non è stato reso noto il valore, è stata condotta attraverso il fondo “21 Investimenti III” e punta far crescere considerevolmente il fatturato dell’azienda fiorentina, attraverso il consolidamento nei mercati già presidiati, l’apertura di nuove piazze, la creazione di una rete di punti vendita monomarca – attualmente i flagship sono due: Gianni Chiarini a Firenze e Gum a Milano – e una nuova strategia di marketing che, senza prescindere dai valori dell’azienda fiorentina la porterà nel futuro.

«Sono entusiasta di iniziare una nuova fase di crescita – ha detto Gianni Chiarini, fondatore – assieme a un partner prestigioso con il quale ho condiviso un progetto che vuole portare l’azienda a un’accelerazione nello sviluppo e al rafforzamento del brand, anche a beneficio delle persone che lavorano con passione assieme a me da tanto tempo». Chiarini rimarrà socio minoritario e continuerà a svolgere un ruolo attivo in azienda. La carica di amministratore delegato andrà invece a Cristina Cortesi, manager con alle spalle ruoli dirigenziali in Furla e Bulgari Accessories.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti