ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Le trimestrali guidano la riscossa dell'Europa. A Milano (+2%) brilla Stellantis

Rialza la testa anche Wall Street, con le azioni tech ben impostate. A Piazza Affari sono state gettonata anche le Cnh

di Eleonora Micheli ed Enrico Miele

La Borsa, gli indici del 5 maggio 2021

4' di lettura

Borse europee alla riscossa, dopo la flessione di martedì 4 maggio, sostenute anche da una serie di trimestrali incoraggianti, a dispetto della pandemia. I principali indici hanno recuperato quota beneficiando della buona performance delle azioni più cicliche, spinta dalle scommesse sulla ripresa. In prima linea si sono posti i comparti delle materie prime e del petrolio. Hanno comunque recuperato terreno anche le azioni tecnologiche, dopo le recenti violenti vendite. Del resto anche l’indice americano Nasdaq ha rialzato la testa nella prima parte della seduta, prima di ripiegare e di chiudere in ribasso dello 0,37 per cento. Milano ha terminato in rialzo del 2%, nonostante lo spread si sia portato a 111,5 punti.

Anche Wall Street in rialzo, dati sul lavoro sotto le attese

Wall Street è in recupero, dopo la frenata della vigilia, sebbene i dati sul fronte del lavoro siano risultati deludenti. Sul finale però i guadagni si sono ridotti: il Dow Jones ha chiuso in rialzo dello 0,28%, lo S&P 500 praticamente invariato. In attesa dei numeri sulla disoccupazione in calendario venerdì 7 maggio, i posti di lavoro nel settore privato sono aumentati di 742.000 unità ad aprile, sotto le attese degli analisti. Nel frattempo va avanti la stagione delle trimestrali. Dal fronte macro è inoltre emerso che l'Ism servizi, l'indice che misura la performance del terziario negli Stati Uniti, è diminuito ad aprile, mentre gli analisti attendevano un dato in rialzo. L'indice di riferimento redatto dall'Institute for Supply Management è sceso da 63,7 punti a 62,7 punti, contro attese per 64,1. Da segnalare che un valore al di sopra della soglia dei 50 punti indica una fase di espansione della congiuntura.

Loading...
Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Milano brilla Stellantis, corre anche Cnh

A Piazza Affari si sono distinte le Stellantis (+7%), vantando la performance migliore del Ftse Mib, nel giorno in cui è stata diffusa la trimestrale, archiviata con ricavi pro forma per 37 miliardi (+14%), superiori alle attese. Anche se rimane l’allarme sulla carenza di chips, il direttore finanziario, Richard Palmer, ha detto che «il 2021 sarà un anno forte per il gruppo». Della galassia Agnelli si sono distinte anche le azioni di Cnh Industrial, nel giorno in cui il gruppo ha riportato un primo trimestre da record, con ricavi consolidati saliti del 37% a 7,473 miliardi di dollari (+41% a 7,043 miliardi quelli delle attività industriali) e un utile netto pari a 425 milioni di dollari, contro la perdita di 54 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. In più la società ha rivisto al rialzo anche le stime per fine anno. Sono salite anche leFerrarii (+1,5%) e le Exor (+2,2%). Sono andate bene le Tenaris (+4,5%) in scia al comparto petrolifero.

In recupero St, sale Unicredit, indietro le utilities

Sul listino principale bene anche Buzzi Unicemi (+2,8%),Unicredit (+2,6%) alla vigilia dei conti e i tecnologici con Stmicroelectronicst (+2,5%). Gli acquisti hanno premiatoIntesa Sanpaolo (+1,4%) dopo la pubblicazione della trimestrale e il “rafforzamento” della guidance sul 2021. Ca' de Sass ha infatti chiuso il periodo gennaio-marzo con un utile netto di 1,5 miliardi, in crescita del 31,7% rispetto allo stesso periodo del 2020 e superiore alle attese del mercato, che si fermavano a quota un miliardo. Risultati che hanno portato l'istituto ad aggiornare ad «ampiamento superiore a 3,5 miliardi» l'obiettivo di utile netto 2021, rispetto alle previsioni precedenti che parlavano di un dato «superiore a 3,5 miliardi». I numeri, secondo gli analisti di Deutsche Bank,sono stati «molto superiori alle attese grazie ai profitti da trading e a minori rettifiche su crediti». Analogo il giudizio degli esperti di JpMorgan Cazenove, mentre Bofa Securities sottolinea che «i ricavi sono dell'8% al di sopra del consensus con ottimi risultati sulle commissioni e nonostante un margine di interesse lievemente al di sotto delle previsioni». Sono invece rimaste un passo indietro le utility. Anche Telecom Italia (-0,6%) ha chiuso in controtendenza. Infine fuori dal listino principale, è stato affetto Mourinho per la Roma: il titolo del club giallorosso ha guadagnato quasi il 10% grazie all'annuncio del nuovo allenatore.

Nell'attesa della ripresa il Brent punta a quota 70 dollari

Le prospettive di un allentamento delle restrizioni in Europa e Stati Uniti e quindi di un forte rimbalzo della domanda stanno spingendo in questi giorni i prezzi del petrolio. Tra i fattori che alimentano gli acquisti, c'è anche l'attesa per la ripresa dei viaggi in vista della riapertura delle frontiere e della stagione estiva. In più negli States è emerso che la scorsa settimana, le scorte di petrolio sono notevolmente diminuite, più del previsto, registrando un calo di 7,99 milioni di barili a 485,117 milioni di unità, contro attese per un -2 milioni di barili. Il Brent punta così ai 70 dollari al barile, mentre il Wti si muove in area 66 dollari.

L'euro oscilla in area 1,20 dollari

Il cambio tra euro e dollaro resta sulla soglia di 1,20 dopo il rafforzamento del biglietto verde seguito alle dichiarazioni di Janet Yellen, Segretaria al Tesoro Usa, che ha ipotizzato un rialzo dei tassi di interesse in caso di rischi di surriscaldamento dei prezzi e dell'economia: Yellen ha comunque precisato che le sue riflessioni sul tema dei tassi non rappresentano né una previsione nè un suggerimento alle scelte di politica monetaria della Federal Reserve.

(Il Sole 24 ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti