ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla giornata dei mercati

Piazza Affari (+0,4%) risale ai massimi da marzo. Realizzi su Atlantia, exploit Tim

La Bce, come nelle attese, ha lasciato i tassi invariati. La presidente Christine Lagarde ha parlato di una ripresa significativa e ha rassicurato su acquisti bond Italia

di Eleonora Micheli e Cheo Condina

La giornata dei mercati

La Bce, come nelle attese, ha lasciato i tassi invariati. La presidente Christine Lagarde ha parlato di una ripresa significativa e ha rassicurato su acquisti bond Italia


4' di lettura

Le Borse europee chiudono deboli anche a fronte del nulla di fatto della Bce, che ha lasciato invariati i tassi e tutte le misure di politica monetaria in essere. La presidente Christine Lagarde ha parlato di una ripresa significativa ma anche di un'economia lontana dai livelli pre-Covid; inoltre si è detta comunque fiduciosa sulla nascita del Recovery Fund e ha confermato l'uso dell'intera dotazione del Pepp.
Così, complice anche l'andamento negativo di Wall Street (penalizzata dai dati inferiori alle attese sul mercato del lavoro Usa), le Borse del Vecchio Continente hanno chiuso quasi tutte sotto la parità a eccezione di Milano: l'Ftse Mib - favorito anche dall'apertura della Lagarde a maggiori acquisti di bond italiani con il Pepp - ha chiuso in rialzo dello 0,4%, ai massimi da inizio marzo.
A Piazza Affari in evidenza Telecom Italia (+4,3%) in attesa di novità sul dossier Oi mentre Saipem e Amplifon hanno chiuso con un rialzo vicino al 2%. In evidenza Intesa Sanpaolo (+1,3%) mentre il fronte del patto Car su Ubi Banca si sta via via incrinando e le utility con A2a ed Hera che guadagnano l'1,5% circa. In coda al listino realizzi su Atlantia (-5,2%) dopo la fiammata di ieri per l'accordo col Governo su Aspi e vendite anche su Moncler (-1,7%) che sconta la trimestrale in forte calo di Richemont.
Sul mercato valutario, l'euro sale ancora sul dollaro e tocca 1,143 (ieri a 1,1417 dollari). Vale inoltre 122,43 yen (121,99 yen), mentre il biglietto verde compra 107,11 yen (106,77 yen). Petrolio in leggera flessione con il Wti a 41,1 dollari (-0,2%).


Hanno registrato un andamento debole anche le Borse asiatiche: del resto le tensioni tra Stati Uniti e Cina mettono in ombra l’ottimo dato sull’economia della Repubblica Popolare che nel periodo aprile-giugno ha vantato un'espansione, su base annua, del 3,2%, livello superiore alle attese degli analisti (2,6%). Su base trimestrale la crescita è stata dell’11,5%. Nel primo trimestre il Pil cinese era calato del 6,8% annuo. Anche l’andamento della produzione industriale ha superato le attese: a giugno su base annua è aumentata del 4,8%, accelerando dal +4,4% di maggio. D'altra parte sono risultate deludenti le vendite al dettaglio di giugno, che sono calate oltre le attese (-1,8%), alimentando i dubbi sulla ripresa dell'economia cinese.

Bce: Lagarde, tassi bassi finchè non riprende inflazione

Gli ultimi dati macroeconomici indicano segnali di ripresa delle attività economiche a maggio e giugno ma su livelli che rimangono «ben al di sotto dei livelli pre-Covid», ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde in conferenza stampa a Francoforte aggiungendo che l'outlook rimane «altamente incerto». «Ci attendiamo che i tassi di interesse restino su livelli pari o inferiori a quelli attuali finchè non vedremo le prospettive di inflazione convergere saldamente su un livello prossimo ma inferiore al 2% nel nostro orizzonte di proiezione e tale convergenza non si rifletterà
coerentemente nelle dinamiche dell'inflazione di fondo», ha aggiunto Lagarde, sottolineano che a meno di sorprese positive il programma Pepp verrà usato nella sua interezza e che è convinzione dei banchieri centrali di Francoforte che il Recovery Fund «vedrà la luce e sarà importante per sostenere la ripresa e indirizzare la svolta verde e digitale».

Dati macro Usa in chiaroscuro, male la disoccupazione

Dati in chiaroscuro da Oltreoceano. Prosegue l'effetto coronavirus sulle nuove richieste dei sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, che restano costantemente sopra il milione alla settimana; il dato è leggermente più alto delle attese. Il numero dei lavoratori che per la prima volta ne hanno fatto richiesta, la scorsa settimana, è diminuito di 10.000 a 1,3 milioni di unità, secondo quanto riportato dal dipartimento del Lavoro; le attese erano per un dato a 1,25 milioni. Le vendite al dettaglio, invece, a giugno sono aumentate oltre le attese degli analisti, grazie alle riaperture delle attività, ora però a rischio a causa del nuovo aumento dei casi di Covid-19. Il dato, reso noto dal dipartimento del Commercio, ha registrato un rialzo del 7,5% su base mensile, mentre gli analisti si attendevano un rialzo del 5,2%.
Infine le condizioni del settore manifatturiero nell'area di Philadelphia sono peggiorate, ma meno del previsto, dopo il ritorno in positivo del suo indice di riferimento lo scorso mese. A luglio, l’indice calcolato dalla Federal Reserve di Philadelphia è sceso dai 27,5 punti di giugno a 24,1 punti; il dato era atteso a 20 punti.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Prese di beneficio su Atlantia

A Piazza Affari gli occhi restano puntati su Atlantia che, dopo un avvio ancora brillante (e dopo il +26% ieri) ha accusato prese di beneficio mentre emergono i dettagli dell'accordo che prevede il passo indietro della famiglia Benetton da Aspi e l’ingresso di Cdp. Infine vola Telecom Italia, dopo che il cda di mercoledì ha valutato la potenziale acquisizione delle attività mobili di Oi in Brasile. I titoli chiudono in vivace ralzo, visto che la mossa in Brasile potrebbe consolidare la posizione dell'azienda Oltreoceano.

Euro sulla soglia di 1,14 dollari

Sul mercato valutario, l'euro oscilla attorno alla soglia di 1,14 sul dollaro (ieri a 1,1417 dollari). Vale inoltre 121,83 yen (121,99 yen), mentre il biglietto verde vale 106,91 yen (106,77 yen). Il petrolio è debole: il Wti, contratto con consegna ad Agosto, passa di mano a 40,85 dollari al barile in calo dello 0,8 per cento.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Tutti gli indici e le quotazioni

I titoli di Piazza Affari

Lo spread BTp-Bund

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti