ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse incerte, l’attesa è per le banche centrali. Piazza Affari consolida i record

Il Ftse Mib ha chiuso sopra 25.800 punti, massimo dall'ottobre 2008. Giovedì sono in calendario il comitato direttivo della Bce e l'importante dato sull'inflazione Usa

di Eleonora Micheli e Flavia Carletti

La Borsa, gli indici dell’8 giugno 2021

6' di lettura

Chiusura poco mossa per le Borse europee, che hanno cercato di consolidare i massimi raggiunti la vigilia. Anche da Wall Street sono arrivati pochi spunti, con i principali indici che registrano un andamento volatile e contrastato. Del resto gli investitori tirano i remi in barca nell’attesa degli importanti appuntamenti dei prossimi giorni: giovedì si riunirà il comitato direttivo della Banca centrale europea per stabilire la propria condotta in tema di politica monetaria, alla luce della ripresa dell’economia. In più negli States sarà annunciato l’andamento dell’inflazione di maggio, dato seguito dalla Federal Reserve che la prossima settimana deciderà le proprie mosse (la riunione del Fomc è prevista il 15 e 16 giugno). Nei prossimi giorni, inoltre, il presidente americano, Joe Biden, parteciperà al G7 in Cornovaglia e G7 e poi successivamente incontreà il vertice della Nato e anche il presidente russo, Vladimir Putin. A Piazza Affari il Ftse Mib ha consolidato i livelli raggiunti il 7 giugno 2021, sopra i 25.800 punti, massimo dal 3 ottobre 2008. Lo spread è calato in area 109 punti.

In Europa occhi sul pil. Wall Street volatile

Nell'attesa delle decisioni che adotteranno la Bce e la Fed, questa mattina sono stati pubblicati i dati sul Pil e sull'occupazione della zona euro per il primo trimestre di quest'anno e le indicazioni sono risultate migliori rispetto a quelle pubblicate a maggio (il pil è calato dello 0,3% sui tre mesi precedenti e dell'1,3% su base annua) . Ha deluso, invece, l'indice tedesco Zew. Nel dettaglio l'indicatore che misura le aspettative a 6 mesi sull’economia tedesca è sceso a 79,8 da 84,4 di maggio, contro attese per un rialzo a 85-86 punti. L'indicatore sulla situazione corrente, tuttavia, è migliorato considerevolmente a -9,1 da -40,1 punti in piena emergenza Covid «con la valutazione della situazione tornata al livello pre-crisi». Anche Wall Street è dominata dalla volatilità, anche se gli indici non registrano particolari scossoni. In preapertura era invece serpeggiato il timore di una seduta difficile, visto che ci sono stati problemi tecnici a Fastly , un provider di servizi cloud, che hanno reso inaccessibili molti siti governativi e di media di tutto il mondo, tra cui la Casa Bianca, il governo britannico, il New York Times, il Financial Times, Bloomberg, la piattaforma Reddit e il sistema di pagamento PayPal. Sul fronte azionario, rimbalzano le Tesla, dopo avere perso circa il 10% nell'ultimo mese; a incidere è il rialzo delle vendite in Cina del 29%. Anche Delta Air Lines guadagna terreno dopo aver ricevuto un aumento di rating da parte di Jefferies, grazie all'ottimismo sul ritorno del turismo e dei viaggi di lavoro internazionali. Per contro sono deboli le Biogen dopo la volata del 38% registrata ieri e innescata dalla notizia dell'approvazione, da parte delle autorità statunitensi, di un suo farmaco che rallenterebbe il declino cognitivo provocato dall'Alzheimer nelle prime fasi della malattia. Perdono quota anche le azioni di Eli Lilly, società che a sua volta sta lavorando a un farmaco simile sull'Alzheimer. Ieri, però, avevano messo a segno un +10%. Restano sotto i riflettori i titoli ad alta volatilità che piacciono ai piccoli investitori, a partire da quello della catena di cinema AMC, che sale ancora, dopo aver guadagnato ieri il 14,5%; mercoledì scorso, aveva guadagnato oltre il 95%, segnando un nuovo record, per poi perdere oltre il 20% tra giovedì e venerdì. Dall'inizio dell'anno, guadagna oltre il 2.600%, la migliore performance sugli indici statunitensi.

Loading...
Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Milano bene Mediolanum e Nexi, debole Unicredit

A Piazza Affari si sono messe in evidenza le azioni di Banca Mediolanum (+1,9%), premiate dopo la diffusione dei dati sulla raccolta di maggio, archiviata con 842 mln di euro. «Un altro mese da incorniciare contraddistinto da volumi commerciali notevoli: questo maggio celebriamo la raccolta in risparmio gestito più forte della nostra storia con il record di 761 milioni di euro», ha commentato l'ad, Massimo Doris. Sono rimaste sotto la lente anche le altre azioni del risparmio gestito,che però si sono mosse in ordine sparso: sono salite le Banca Generali (+1,21%), mentre hanno battuto la fiacca le Azimut (in) e le azioni di Finecobank ( -0,28%). Quest'ultima ha annunciato che nel mese di maggio la raccolta netta ha raggiunto i 734 milioni di euro rispetto agli 875 milioni di un anno fa.Si sono inoltre messe in evidenza le Nexi (+1,8%). Tra i titoli in progresso ci sono stati quelli di Cnh Industrial(+1,18%), Snam Rete Gas (+1,06%) e il settore farmaceutico con Diasorin(+0,95%) e Recordati ( +0,81%). Hanno guadagnato lo 0,8% le Telecom Italia, mentre articoli di stampa parlano di una accelerazione della gara per la gestione della nuova piattaforma di cloud pubblico e tra i partecipanti sono indicati Tim - insieme a Google (cui potrebbe unirsi Cdp) - eLeonardo - Finmeccanica con Microsoft. Ha chiuso in lieve rialzoStmicroelectronics(+0,12%), nonostante l'azienda, come ricordato da Il Sole 24 Ore, beneficerà di 340 milioni di euro di fondi del Pnrr che il Governo ha stanziato per il potenziamento del sito produttivo di Catania in particolare per le linee produttive del carburo di silicio, il nuovo materiale composito utilizzato fra l'altro per la produzione di auto elettriche. Inoltre, come riportato sempre dal Sole 24 Ore, ai 340 milioni del Pnrr si affiancherà la dote del secondo Ipcei (important project of european common interest) per la microelettronica. Tra i titoli più venduti a Piazza Affari, Amplifon (-1,23%), Exorr (-0,9%) e Interpump Group (-0,79%), oltre ai bancari. Rispetto aIntesa Sanpaolo(-1,03%) e Unicreditit (-1,07%), sono state più limitate le perdite di Banca Pop Er (-0,63%), Mediobanca (-0,6%) e Banco Bpm(-0,56%), aspettando sviluppi sul consolidamento del settore.

Fuori dal Ftse Mib, crolla Wiit

Fuori dal paniere principale, sono salite leSeri Industrial (+10%), mentre sono crollate le Wiit (-8,04%), società attiva nel mercato dei servizi Cloud Computing per le imprese che ieri ha annunciato il collocamento di 2.100.000 azioni ordinarie, pari a circa il 7,9% del capitale sociale della stessa (post aumento) . L'operazione è stata fatta al prezzo di 17 euro per azione, inferiore ai corsi di Borsa. Continua l'attenzione su Cattolica Ass (+0,35% a 7,125 euro) e Retelit (+0,33% a 3,025 euro), che restano sopra i prezzi delle Opa lanciate rispettivamente daGenerali (-0,14%) e il fondo Asterion, con il mercato che scommette su possibili rilanci. Generali ha lanciato l'offerta su Cattolica al prezzo di 6,75 euro per azione e il fondo spagnolo a 2,85 euro per ogni Retelit. Infine è stato un buon esordio per The Italian Sea Group (+ 7,16%). Dopo la quotazione l'azionista di controllo resta l’imprenditore Giovanni Costantino, presidente e fondatore, mentre il flottante sarà pari a circa il 22,5% del capitale. Alychlo Nv, società di investimento dell’imprenditore Marc Coucke, e la maison Giorgio Armani, hanno investito, singolarmente, rispettivamente circa 26 milioni (pari a circa il 10% del capitale sociale di The Italian Sea Group), e circa 13 milioni (pari a circa il 4,99%). Ulteriori azioni pari a circa l’1,5% del capitale sono state allocate direttamente e indirettamente all’imprenditore Marc Coucke.


Libri già chiusi per nuovo BTp decennale, ordini oltre 60 mld

Operazione lampo per il nuovo BTp decennale benchmark, che è stato collocato per un importo pari a 10 miliardi di euro. Il titolo è stato collocato al prezzo di 99,923 corrispondente ad un rendimento lordo annuo all’emissione dello 0,96%. Il regolamento dell’operazione è fissato per il 15 giugno. Il collocamento è stato effettuato mediante un sindacato di banche composto da Bnp Paribas, Credit Agricole, Goldman Sachs, Hsbc e Intesa Sanpaolo e dai restanti specialisti in titoli di Stato italiani in qualità di co-lead manager.

Prezzo del reggio volatile

Il petrolio ha registrato un andamento volatile: debole nella prima parte della seduta si è poi riscattato. iIl contratto consegna Luglio sul Wti sale dello 0,4% a 69,51 dollari al barile e quello consegna Agosto sul Brent del Mare del Nord si attesta a 71,54 dollari al barile (+0,07%). La scorsa settimana il wti aveva vantato un progresso di oltre il 5%.

Tornano le tensioni tra Usa e Cina

Continuano ad aumentare i focolai di tensioni tra Usa e Cina che, potenzialmente, potrebbero portare una maggiore volatilità sui mercati, secondo gli analisti di Mps Capital Services. Il Wall Street Journal riporta che, secondo un report del Governo Usa, l’ipotesi di una fuga del Covid-19 da un laboratorio cinese è plausibile e necessita di ulteriori investigazioni.Un altro tema che si sta riscaldando è Taiwan, con gli Usa che starebbero pianificando colloqui commerciali con lo stato e la Cina che chiede agli Usa di interrompere ogni forma di contatto con Taiwan, rispettando il principio “One-China”. Sullo sfondo, crescono i timori che la contrazione della liquidità in Cina possa impattare sul mercato dei bond locali con “effetto farfalla” sugli altri mercati.

Tokyo in rosso, pesa il calo dei semiconduttori

Chiusura debole per la Borsa di Tokyo con l'indice azionario Nikkei che ha cambiato rotta durante la seduta condizionato dalla flessione di alcuni titoli big come quelli dei semiconduttori che hanno compensato i guadagni dei produttori di farmaci dopo che il farmaco per l'Alzheimer di Eisai ha ricevuto il riconoscimento degli Stati Uniti. Al termine degli scambi l'indice Nikkei dei titoli guida ha perso lo 0,19% fermandosi a 28.963 punti mentre il piu' ampio Topix e' in progresso dello 0,14% a 1.963,50 punti. Gli investitori restano prevalentemente cauti, spiegano gli analisti, in vista del rapporto sull'inflazione degli Stati Uniti questa settimana e delle riunioni di Bce e Fed la prossima settimana.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti