ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse Ue frenano sul finale, Milano +1% con balzo Bper. Spread sotto 200

Sul Ftse Mib debole Saipem, in evidenza le banche. Petrolio ancora in ribasso. Il rendimento del decennale italiano appena sopra il 3%

di Paolo Paronetto

Aggiornato alle ore 22:09

La Borsa, gli indici del 10 maggio 2022

3' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - L'Europa rialza la testa dopo lo scivolone della vigilia, ma gli indici frenano sul finale insieme a Wall Street, che già si concentra sulla pubblicazione del dato sull'inflazione americana di aprile in calendario domani. Alla fine a New York chiusura in altalena: il Dow Jones perde lo 0,27%, il Nasdaq sale dello 0,98% e lo S&P 500 avanza dello 0,24%.

Il mercato attende infatti indicazioni sulle prossime mosse di politica monetaria della Federal Reserve e sul ritmo con cui l'istituto centrale proseguirà nella stretta avviata nell'ultimo vertice. Per questo la parola d'ordine rimane "cautela": i timori per la tenuta della ripresa economica, alla luce della guerra in Ucraina e dei lockdown imposti dal governo cinese per fronteggiare le nuove ondate di Covid, non consentono infatti ai gestori di sbilanciarsi sull'azionario, come dimostrano anche i volumi di acquisti sui titoli di Stato che hanno portato lo spread BTp-Bund a rientrare sotto quota 200 punti base. A Piazza Affari il FTSE MIB ha chiuso così in progresso dell'1,04% riconquistando quota 23mila punti. Tra i principali titoli milanesi, i conti trimestrali migliori delle previsioni hanno premiato Bper in un settore bancario in generale rialzo. Davide Campari ha guadagnato terreno dopo aver annunciato l'acquisizione dell'aperitivo francese Picon. Pesante invece Saipem, che punta ad accelerare i tempi sull'aumento di capitale da 2 miliardi per condurlo in porto prima dell'estate.

Loading...
Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Occhi puntati sulle mosse della Fed

Per riportare stabilità nei prezzi la Fed si è lanciata nella campagna di rialzi dei tassi di interesse più aggressiva dal 1980 accompagnata da una rapida riduzione del bilancio, schizzato a 9.000 miliardi di dollari con la pandemia. Dopo aver alzato i tassi di un quarto di punto in marzo, la banca centrale americana li ha ritoccati di un altro mezzo punto in maggio e aperto la porta a una serie di rialzi da 50 punti base nelle prossime riunioni. La stretta, è il timore di economisti e investitori, rischia di far scivolare in recessione l’economia americana, non ancora completamente ripartita dopo la pandemia, o ancora peggio in stagflazione.

Proprio la Fed, nel suo rapporto semestrale sulla stabilità finanziaria, afferma che l’inflazione alta e persistente insieme a un repentino aumento dei tassi di interesse sono fra i rischi maggiori di breve termine per il sistema finanziario americano. La banca centrale mette in guardia anche sulla possibilità che la guerra in Ucraina possa avere un impatto sulla stabilità finanziaria, oltre che sull’economia globale come notato dal segretario al Tesoro Janet Yellen.

A Piazza Affari scatta Bper dopo i conti, bene l'auto

Per quanto riguarda i titoli, in un Ftse Mib quasi tutto in positivo, si mette in luce soprattutto Banca Pop Er, all'indomani dei conti del primo trimestre che hanno evidenziato un utile in calo a 112,7 milioni, ma comunque superiore alle attese. Riflettori puntati anche su Saipem, con la società al lavoro per accelerare i tempi delle cessioni e dell'aumento di capitale da 2 miliardi, possibile entro l'estate, come ha detto l'Ad Francesco Caio in un'intervista al Sole 24 Ore. In luce Finecobank, dopo i conti trimestrali che hanno messo in evidenza utile e ricavi in aumento. Deboli i titoli energetici tanto più che, dopo i forti ribassi della vigilia, con il greggio che ha ceduto oltre 5 punti, il petrolio prosegue in territorio negativo. In coda Leonardo - Finmeccanica, colpita dai realizzi all'indomani di una seduta in controtendenza rispetto al resto del listino.

Acquisti su bond: decennale al 3%, spread a 197 punti

Forte recupero per i bond euro che sono oggetto di cospicui flussi di acquisti, che comprimono i rendimenti verso il basso. I benefici sono maggiori per i Paesi periferici dell'Eurozona che registrano su tutte le scadenze performance migliori rispetto ai bond tedeschi. La sovraperformance del BTp decennale benchmark rispetto al pari durata tedesco si traduce in un differenziale di rendimento in calo sotto quota 200 punti base, a 197 punti, dai 203 del closing precedente. In ribasso anche il rendimento del decennale benchmark italiano, che sul finale torna appena sopra la soglia del 3% al 3,02% dal 3,14% della vigilia.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Petrolio ancora in ribasso, euro stabile

Sul mercato valutario, l'euro è in lieve ribasso e passa di mano a 1,0538 dollari (1,0570 ieri in chiusura) e per 137,31 yen (137,90). Il cambio dollaro/yen è a 130,29 (130,40).

Continua a scendere il prezzo del petrolio: il contraggo giugno sul Wti cedono l'1,64% a 101,40 dollari al barile, mentre il future luglio sul Brent segna -1,83% a 104 dollari. In rialzo infine del 2,6% a 96,2 euro per megawattora il prezzo del gas naturale sulla piattaforma Ttf di Amsterdam.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti