ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse, l'Europa si rimette in marcia. Piazza Affari punta sulle utiliy e chiude a +0,7%, exploit Carige

A Wall Street focus sulla Fed e sulla stagione delle trimestrali dopo il pieno di utili delle big tech Usa. A Milano corre A2A in vista dei conti

di Cheo Condina e Stefania Arcudi

Aggiornato alle ore 17.35

La Borsa, gli indici del 28 luglio 2021

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Dopo la battuta d'arresto di ieri, le Borse europee ritrovano il
passo di marcia giusto e chiudono in rialzo, mentre la stagione delle trimestrali prosegue spedita su entrambe le sponde dell'Atlantico e con i mercati che continuano a tenere
d'occhio le evoluzioni dei contagi da Covid-19, anche in vista degli spostamenti estivi.

Tutto questo in attesa delle decisioni della Federal Reserve, nella serata italiana: sono previsti un nulla di fatto sui tassi e la conferma di una politica monetaria ultra accomodante, ma le parole del numero uno della Banca centrale americana, Jerome Powell, potranno essere il faro sulla strategia futura dell'istituto, anche alla luce del rialzo dell'inflazione. Cosi' Milano ha finito in rialzo dello 0,7%, con lo spread stabile a 106 punti, Parigi ha guadagnato l'1,18%, Francoforte lo 0,33%, Londra lo 0,29%, Madrid lo 0,4% e Amsterdam l'1,4%. Sul Ftse Mib, mentre numerose big sono prova dei conti, la migliore e' stata St (+2,08%), che, alla vigilia della propria trimestrale, ha beneficiato del pieno di utili di Apple e Amd. Accelerata anche per Nexi (+1,82%) e A2a (+1,8%), in scia al settore utility e in vista dei conti semestrali che saranno approvati dal cda venerdi'. In coda Moncler (-2,58%): i conti sono stati positivi, ma il mercato si aspettava di piu'.

Loading...

Da segnalare la chiusura in netto rialzo di Carige (+46,88%, dopo essere stata fermata in asta di volatilita' nel corso della seduta), riammessa ieri agli scambi dopo lo stop iniziato a fine 2018. Petrolio in leggero rialzo: il Wti settembre sale dello 0,38% a 71,92 dollari al barile, il Brent di pari scadenza dello 0,2% a 74,63 dollari. Sul valutario, il biglietto verde rallenta e l'euro resta sopra la ritrovata soglia degli 1,18 dollari: la moneta unica che passa di mano a 1,1804 dollari (1,18 in avvio e 1,1833 ieri a fine seduta). L'euro vale anche 129,956 yen (129,72 in apertura e 129,72 ieri), mentre il rapporto dollaro/yen e' a 110,089.

Wall Street in timido rialzo dopo dati Big Tech

Wall Street viaggia contrastata. L'incertezza dei mercati prosegue in attesa delle nuove indicazioni sulla politica monetaria che la Federal Reserve intende adottare. La banca centrale Usa pubblicherà le sue dichiarazioni a conclusione di due giorni di incontro e gli investitori sperano in maggiore chiarezza sulla tempistica del tapering degli acquisti obbligazionari, anche se gli analisti sostengono che la fretta non guiderà le decisioni di Jerome Powell e degli altri governatori. Sui mercati pesa anche la preoccupazione sulla crescita economica globale, mentre la variante Delta del Coronavirus continua a mietere vittime e a far lievitare il numero dei contagi. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie martedì hanno raccomandato agli americani, anche completamente vaccinati, di indossare mascherine negli spazi pubblici al chiuso e ad alto rischio di contagio.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Piazza Affari trimestrali sotto i riflettori, giù Moncler

A Piazza Affari chiudono in moderato rialzo le azioni di Telecom Italia, sebbene la società abbia chiuso il trimestre in perdita per 0,1 miliardi, anche a causa di partite non ricorrenti. Tutto sommato, però, i numeri sono risultati in linea con le indicazioni già date la scorsa settimana, ossia che i margini di fine anno saranno negativi, anziché stabili. Chiudono invece in netto ribasso le Moncler, nonostante il gruppo abbia annunciato una semestrale con ricavi in netto rialzo, del 57% a tassi di cambio costanti, e sia inoltre tornata in utile per 58,7 milioni, rispetto al rosso dell’anno scorso. Il mercato, però, si aspettava di più, tenendo conto anche delle performance registrate dai big francesi, Lvmh e Kering che hanno definitivamente messo alle spalle i danni della pandemia, tornando a crescere a passo deciso sul 2019. I buoni conti di Apple e della concorrente Amd, incoraggiano gli acquisti su Stmicroelectronics, anche se i titoli subiscono il nervosismo per l’attesa dei conti in calendario domani.

Carige entra in contrattazione a 0,8 euro, stop in asta a +26%

Banca Carige entra brevemente in contrattazione e segna un prezzo a 0,8 euro con il titolo subito fermato in volatilità a +26,6% (0,85 teorico). Le azioni, congelate dagli scambi per due anni, sono state riammesse in Borsa a partire da martedì 27 luglio, seduta in cui di fatto non sono stati conclusi contratti ma il mercato ha formato un prezzo di 0,6318 euro, prezzo di riferimento da cui è partito il titolo nella seduta del 28 luglio. Alla fine il titolo ha chiuso in rialzo a +46% a 0,92 euro.

Ai prezzi attuali, la capitalizzazione della banca genovese controllata dal Fondo interbancario di tutela dei depositi ammonta a circa 700 milioni di euro. L'ultimo prezzo segnato a fine 2018 era di 0,015 euro prima dell'aumento di capitale e dell'accorpamento di azioni.

Greggio in rialzo dopo il calo delle scorte Usa

Il petrolio si muove in rialzo, supportato dalla riduzione delle scorte di greggio americano che alimenta le ipotesi di un'offerta ancora insufficiente a soddisfare la domanda. «Nonostante la minaccia rappresentata dalla diffusione della variante Delta, il Fondo monetario internazionale ha annunciato martedì che mantiene per il momento la previsione di una crescita dell'ordine del 6% per l'economia globale, scenario che prevede il perdurare di una forte domanda di petrolio e che potrebbe portare ad ulteriori rialzi», commentano gli analisti di ActivTrades.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti