ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata sui mercati

Borse, crescita Usa e Fed in campo danno la spinta: Milano chiude a +1%. Pil Usa a livelli pre-Covid

Il Pil comunque cresce meno delle attese e il mercato del lavoro è ancora fragile e per la Fed c'è altra strada da fare per la ripresa

di Chiara Di Cristofaro e Flavia Carletti

La Borsa, gli indici del 29 luglio 2021

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - L’economia Usa che cresce senza fiammate rendendo ancora necessario il supporto della Federale Reserve, pronta a ribadire l’impegno negli acquisti sui mercati, dà la spinta alle Borse europee che chiudono ancora in rialzo mentre al di là dell’Atlantico Wall Street aggiorna i suoi record: in questo quadro favorevole all’azionario, l’attenzione si concentra sulle trimestrali dei gruppi quotati e gli acquisti premiano il settore auto – sulla scia dei conti di Ford e Volkswagen - e le società delle materie prime. A fine seduta, è Amsterdam (AEX) a registrare la performance migliore, spinta da Royal Dutch of Shell e da ArcelorMittal, mentre Piazza Affari ha guadagnato circa l'1% nel FTSE MIB. Tutti in rialzo gli altri indici.

Wall Street in rialzo con Pil del II trimestre a +6,5%

Anche Wall Street è in rialzo, dopo i nuovi dati sulla crescita economica e sul mercato del lavoro. La prima lettura del Pil del secondo trimestre ha registrato una crescita del 6,5% ben al di sotto delle stime degli economisti ma che rileva comunque una crescita sostenuta nell'economia alimentata dai numeri delle vaccinazioni, dagli stimoli all'economia e dalle riaperture delle attività. I dati sui sussidi di disoccupazione mostrano un calo di richieste di 24mila a 400mila, peggio delle stime degli analisti che si aspettavano un dato a 380mila e che fotografano un mercato del lavoro ancora non in piena ripresa. Un mercato del lavoro che potrebbe beneficiare dell'avvio del piano per le infrastrutture voluto dall'amministrazione Biden: il Senato ha votato per avanzare in aula il piano bipartisan per rilanciare la competitività Usa.

Loading...

Sul fronte degli utili, i risultati pubblicati da Facebook mostrano una forte crescita delle entrate e dei profitti trimestrali, ma le azioni sono in calo nelle transazioni del pre-mercato dopo che la società ha dichiarato di aspettarsi un rallentamento della crescita dei ricavi nella seconda metà dell'anno. Amazon pubblicherà i risultati a chiusura dei mercati, ma è anche il giorno del debutto della popolare piattaforma di investimento Robinhood che inizierà le su negoziazioni sul Nasdaq, dopo aver fissato il prezzo della sua IPO a 38 dollari ad azione.


Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Piazza Affari corre St, Carige vale 1 mld di euro

A Milano il focus è sulle trimestrali, a partire da Stmicroelectronics in testa al listino dopo la pubblicazione dei risultati del secondo trimestre 2021 con l'utile migliore delle attese e le stime per la seconda parte dell'anno. Deboli solo le utility, anche Snam che ha chiuso i sei mesi del 2021 con un utile netto di 635 milioni di euro e stima a 1,17 miliardi il risultato netto a fine anno. Acquisti generalizzati sui bancari, con Mediobanca che ha chiuso il semestre con utili quadruplicati e torna al dividendo. Vivace Unicredit. Stellantis sfrutta la buona giornata dell'automotive, mentreExor è stata sostenuta dalla decisione della controllata PartnerRe di distribuire anche un dividendo speciale accanto alla cedola annuale. Fuori dal segmento principale, ancora una seduta di forte attenzione per Banca Carige, fermata in volatilità più volte: nuovo exploit per le quotazioni arrivate a 1,3 euro per una capitalizzazione che sfiora il miliardo di euro.

Volkswagen e Ford sorprendono con le trimestrali

Volkswagen ha alzato le previsioni di utili 2021 di 0,5 punti percentuali, dopo un semestre record, ma è rimasta pessimista sulle vendite a causa della carenza globale di chip. Il margine operativo è atteso tra il 6% e il 7,5%, ma il cfo Arno Antlitz si aspetta "effetti piu' pronunciati" nel terzo trimestre per la scarsità di semiconduttori. Tra gennaio e giugno l'utile operativo e' stato di 11,6 miliardi, in linea con i dati preliminari e superiore ai 9 miliardi del primo semestre 2019. L'utile netto ha raggiunto 8,5 miliardi contro 1 miliardo di perdite nel 2020. Sorprese nel settore auto anche da Ford che ha chiuso in utile per 561 milioni di dollari il secondo trimestre e ora si attende profitti lordi tra i 9 e i 10 miliardi di dollari a fine anno.

Debole il dollaro: Fed ancora in stand-by

La cautela della banca centrale americana sulle prossime mosse anti-inflazione finisce per indebolire il biglietto verde americano. La Fed ritiene che l'economia si stia avvicinando al punto di svolta in cui sarà possibile ridurre gli stimoli monetari, ma il momento non è ancora arrivato. «C'è ancora strada da fare», ha detto il presidente Jerome Powell. Il cambio tra euro e dollaro è così arrivato in area 1,19 mentre è sceso il Dollar Index che misura l'andamento della valuta Usa rispetto a un paniere delle principali monete internazionali.

Spread stabile, tassi in calo in asta BTp

Il Tesoro ha assegnato 4,5 miliardi di BTp a 5 anni, il nuovo benchmark 1.8.26, con un rendimento che cala allo 0,02% (-10 punti base). In asta anche il BTp decennale 1.12.31 (seconda tranche), assegnato per 3 miliardi con tasso dello 0,66% e CcTeu 15.4.29 (seconda tranche) aggiudicati per 1,25 miliardi con rendimento 0,05 per cento. Tutti i titoli hanno registrato l'en plein rispetto agli importi massimi offerti. Nel dettaglio, i quinquennali sono stati richiesti per 5,8 miliardi e il rapporto di copertura è stato pari a 1,29; il decennale è stato richiesto per quasi 4 miliardi con rapporto di copertura 1,33. I CcTeu sono stati richiesti per 2,3 miliardi con rapporto di copertura 1,86. Il regolamento è previsto per il 2 agosto.

Chiusura stabile per lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario Mts dei titoli di Stato europei. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark italiano (IT0005436693) e il pari durata tedesco è indicato a fine seduta 106 punti, stabile rispetto al closing di giovedì 28. Invariato il rendimento del BTp decennale benchmark che si attesta allo 0,62%, lo stesso livello segnato alla vigilia.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti