ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Il crollo della lira turca e i timori di lockdown frenano i listini. Wall Street positiva, a Milano bene Ferrari

Tonfo anche per la Borsa di Istanbul dopo il ribaltone alla Banca centrale. Pandemia e vaccini in primo piano. A Piazza Affari deboli le banche. Lo spread chiude stabile a 96 punti. Wall Street: Dj +0,31%, Nasdaq +1,23%

di Andrea Fontana e Paolo Paronetto

Aggiornato alle 17.42

La Borsa, gli indici del 22 marzo 2021

3' di lettura

Wall Street chiude positiva. Il Dow Jones sale dello 0,31% a 32.730,35 punti, il Nasdaq avanza dell'1,23% a 13.377,54 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,70% a 3.940,56 punti.

I dubbi sui tempi dell’uscita dall’emergenza sanitaria e della conseguente ripresa economica hanno frenato le Borse europee, che hanno chiuso contrastate attorno alla parità. Il tracollo del listino turco (l'indice Bis100 ha perso il 9,79%) dopo la rimozione del governatore della banca centrale da parte del presidente Recep Tayyip Erdogan ha alimentato i timori degli investitori, così come le dichiarazioni prudenti della presidente della Bce, Christine Lagarde. In un posto sul blog della Bce, Lagarde ha sottolineato che «le prospettive economiche di breve periodo sono soggette a incertezze, legate in particolare alle dinamiche della pandemia e alla velocità delle campagne di vaccinazione. Siamo quindi pronti – ha aggiunto - ad adeguare tutti i nostri strumenti, come appropriato, per garantire che l'inflazione si avvicini al nostro obiettivo in modo sostenuto, in linea con il nostro impegno per la simmetria». Sull'umore degli operatori pesa il rischio di nuove restrizioni per fare fronte alla pandemia: in Germania la cancelliera Angela Merkel intenderebbe infatti prolungare il lockdown anche al mese di aprile.

Loading...

Il FTSE MIB di Piazza Affari ha chiuso appena sopra la parità, mentre la maglia nera di giornata è andata all'IBEX 35 di Madrid, schiacciato dal forte calo di Bbva, molto esposta alla Turchia. In cauto rialzo anche il Dow Jones a Wall Street, mentre sono più sostenuti i progressi di Nasdaq e S&P500 grazie alla flessione del rendimento del titolo di Stato a dieci anni, tornato sotto l'1,7%.

A Piazza Affari riflettori sulle banche, bene St

A Piazza Affari l’attenzione è rivolta alle banche dopo la debolezza di venerdì, soprattutto per quanto riguarda Bper. Tiene Banco Bpm, più deboli Intesa Sanpaolo e Unicredit. Occhi puntati anche su Telecom Italia, che venerdì scorso ha registrato un brusco scivolone sui dubbi circa le modalità dell'eventuale realizzazione dell’operazione di aggregazione con Open Fiber. Volatile Saipem, che si è aggiudicata un nuovo contratto in Qatar da un miliardo di dollari relativo al North Field Production Sustainability Pipelines Project, situato al largo della costa nord-orientale della penisola. Bene Stmicroelectronics al netto dello stacco dell'acconto sul dividendo da 0,042 dollari per azione, la prima delle quattro distribuzioni previste nel 2021.

Scatta Ferrari, sale attesa per Mondiale F1

Ferrari svetta sul Ftse Mib. Le azioni hanno vissuto un inizio 2021 di debolezza, arrivando a toccare un minimo di 154 euro a inizio marzo, livello ben distante dai massimi di fine 2020 sopra i 188 euro. Negli ultimi giorni le aspettative per la ripresa dell’economia, soprattutto negli States dove la Ferrari è apprezzata, hanno di nuovo riacceso i riflettori sulla casa del cavallino rampante, anche se per le indicazioni sull’andamento delle richieste delle rosse occorrerà aspettare il 4 maggio, quando pubblicherà i conti del primo trimestre 2021. Intanto è scattato anche il conto alla rovescia per l’inizio del Mondiale di Formula 1, che partirà domenica prossima con il Gp del Bahrain.

Tonfo della Borsa turca, a picco anche la lira

In Turchia nel corso del weekend il presidente Recep Tayyip Erdogan ha deciso a sorpresa di cacciare il governatore della Banca centrale Naci Abgal, nominando al suo posto Sahap Kavcioglu, ex membro del partito di governo. La decisione è arrivata poco dopo giorni il rialzo dei tassi di interesse al 18% per contrastare la corsa dell'inflazione. Per la prima volta dalla loro introduzione ad agosto scorso, sono anche scattati i circuit breaker quando il Bist 100, l'indice principale della Borsa turca, ha registrato un ribasso del 5%.

Si assiste inoltre a un crollo verticale della lira turca, che è arrivata a perdere fino al 17% nei confronti del dollaro, per poi ridurre la flessione a circa l'8%. La valuta turca è scesa fino a 8,47 per dollaro, per poi risalire a 7,83. La lira turca ha sfiorato il minimo storico di 8,58 contro il dollaro toccato lo scorso 6 novembre, prima della nomina di Agbal, che ha cercato di ricostruire la credibilità della Banca centrale turca.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Spread in rialzo verso i 100 punti

Sul mercato dei cambi, euro in rafforzamento a 1,1934 dollari da 1,1904 venerdì in chiusura. La moneta unica vale anche 129,72 yen (da 129,59), mentre il rapporto dollaro/yen è a 108,70 (108,858). In calo il prezzo del petrolio: il contratto maggio sul wti cede lo 0,39% attestandosi a 61,20 dollari al barile, mentre l'analoga consegna sul brent scivola dello 0,53% a 64,19 dollari.

Lo spread BTp-Bund ha chiuso stabile: il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari durata tedesco è indicato a 96 punti, dopo avere toccato i 99 punti base in avvio, in linea con la chiusura di venerdì. Scende lievemente il rendimento del BTp
benchmark decennale, che segna un'ultima posizione allo 0,65%, dallo 0,67 per cento.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti