la giornata

Borse sull'ottovolante del petrolio. Piazza Affari chiude in rosso con le banche

Seduta contrastata per le Borse europee, con il greggio che accelera al ribasso (-5%) dopo il rally della vigilia. Resta alta l'attenzione sul Medio Oriente, mentre inizia oggi la due giorni di riunione della Fed. A Milano focus sul gruppo infrastrutturale dopo lo scivolone di ieri: oggi il cda di addio per Castellucci

di Chiara Di Cristofaro e Cheo Condina


default onloading pic
(Imagoeconomica)

3' di lettura

Altra giornata all'insegna della debolezza per le Borse europee con il greggio che tiene banco, questa volta con un calo del 5,1% (Wti a 59,7 dollari) sulle voci di un rapido ritorno alla produzione da parte dell'Arabia Saudita dopo i danni causati dagli attacchi dei ribelli yemeniti, anche se ripristinare la produzione non significa rimettere in piena attività gli impianti colpiti dall’attacco nel weekend - che appaiono fortemente danneggiati - ma ricorrere ad altre fonti di approvvigionamento. Wall Street chiude in rialzo, Dj +0,12%,Nasdaq +0,40%.

In Europa pagano dazio soprattutto il comparto dell'energia (-2% lo stoxx di settore) e quello delle banche (-1,7%), che trascina al ribasso Piazza Affari, peggior listino del Vecchio Continente con un ribasso finale dello 0,76%. A Milano le peggiori sono Saipem (-4,6%) e Prysmian (-3,8% dopo il taglio delle stime della concorrente americana Corning) oltre a tutti gli istituti di credito con Banco Bpm e Unicredit in rosso di oltre il 3%. Per contro - mentre lo spread chiude in rialzo a 140 punti - gli acquisti premiano i titoli difensivi, a partire dalle utility come Italgas (+1,6%). Bene anche Nexi (+1,3%) grazie alle promozioni da parte degli analisti mentre Atlantia (+1,6%) mette a segno un mini recupero nel giorno del cda che sancirà l'uscita di scena dell'ad Giovanni Castellucci.

Sul fronte dei cambi, l'euro risale nei confronti del dollaro e si attesta a 1,105 (da 1,09 di ieri in chiusura) in attesa della Fed che dovrebbe tagliare ulteriormente il costo del denaro Usa. La divisa unica vale 119,5 yen (da 118,76 yen), mentre il dollaro-yen è a 108,15 (da 107,96).

Per buona parte della seduta ha difeso le posizioni la Borsa di Londra nel giorno in cui la Corte suprema inglese dà il parere sulla legittimità della chiusura del Parlamento decisa dal premier Boris Johnson e deciderà se i Parlamentari dovranno tornare prima in aula. Allo stesso tempo Johnson, che ieri ha incontrato Junker, ha dichiarato che un accordo non è necessariamente «nella valigia», contribuendo così a un leggero indebolimento della sterlina. Sul fronte interno, la tensione all'interno del PD con la scissione annunciata da Matteo Renzi agita le acque nella maggioranza del neonato Governo: lo spread è in leggero rialzo.

Andamento dello spread Btp / Bund

Sull'azionario milanese, faro acceso anche oggi su Atlantia nel giorno del cda di Atlantia che decreterà l'uscita dell'ad Castellucci, col titolo sceso ieri ai minimi da febbraio. Acquisti anche sulle utility, da Enel ad A2a ed Hera, in un clima generale di risk-off. Premiate Nexi vicina ai massimi storici dopo il giudizio positivo di Citigroup e Amplifon, mentre restano positivi i titoli del comparto energetico premiati ieri dal rally del petrolio, con l'eccezione di Saipem che segna una delle performance peggiori del listino. Il titolo peggiore è Prysmian che perde oltre quattro punti percentuali. Secondo gli analisti il calo è legato alla pesante flessione della concorrente americana Corning, che ha annunciato un taglio dei costi e una riduzione delle stime.

Le Borse europee viaggiano quindi all'insegna dell'incertezza, mentre i trader continuano a digerire gli effetti dell'attacco di sabato agli impianti petroliferi sauditi. «Anche se i livelli di volatilità rimangono elevati su alcuni indici azionari - commentano da ActivTrades - la mancanza di direzione è chiara, in quanto gli investitori hanno adottato una posizione di attesa e stanno testando il sentimento del mercato rispetto ai beni percepiti come più rischiosi». Sul fronte macro, buone notizie sono arrivate dalla Germania con l'indice Zew che misura la fiducia degli investitori in netto recupero a -22,5 a settembre.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib

SEGUI IL FTSE MIB

SEGUI IL LISTINO COMPLETO

SEGUI LO SPREAD

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...