ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla giornata dei mercati

Borse europee sfidano i contagi e chiudono la settimana con buoni rialzi

I principali indici sono saliti di oltre il 2%, e in Italia lo spread è sceso su nuovi minimi a 123 punti. Nell'ultima seduta, però, è prevalsa la cautela

di Eleonora Micheli

La giornata dei mercati

I principali indici sono saliti di oltre il 2%, e in Italia lo spread è sceso su nuovi minimi a 123 punti. Nell'ultima seduta, però, è prevalsa la cautela


6' di lettura

Chiusura contrastata, venerdì 9 ottobre, per le Borse europee, che non hanno seguito la buona performance di Wall Street (Dj +0,57%, Nasdaq +1,39%). D'altra parte la performance della settimana è stata positiva per tutti gli indici del Vecchio Continente, che hanno guadagnato oltre il 2%, fatta eccezione di Londra, salita ad ogni modo dell'1,9%. Il continuo rialzo dei contagi e l'incertezza che dominerà la scena negli States nelle prossime settimane hanno incoraggiato un atteggiamento prudente tra gli investitori nell'ultima seduta dell'ottava. Del resto è prevedible che Oltreoceano entrerà nel vivo la campagna elettorale, con il presidente Donald Trump intenzionato a tenere comizi, nonostante nei giorni scorsi sia stato colpito dal Covid-19. In più c’è anche il rebus sugli aiuti statali all’economia Usa, mentre va avanti tra stop and go la trattativa tra Democratici e Repubblicani per trovare una quadra. Milano ha terminato invariata, con lo spread su nuovi minimi a 123 punti.

Bilancio settimanale positivo, Pirelli prima della classe

Il bilancio della settimana, ad ogni modo, è stato molto positivo per le Borse europee, che così hanno rialzato la testa, dopo un settembre tutto da dimenticare. La migliore è stata Madrid, che è salita del 2,9%. Da inizio anno, però, l’indice spagnolo registra la performance peggiore del Vecchio Continente, giù del 27,2%. La seconda in classifica è stata Francoforte (+2,85% e un calo pari solo all’1,49% da inizio 2020), seguita da Piazza Affari (+2,79% e -16,6%). Parigi ha guadagnato il 2,5% (-17,2% da inizio anno), mentre Londra ha registrato un progresso pari solo all’1,9% (-20,2%), pagando ancora dazio all’incertezza per la Brexit.
Analizzando i titoli del mercato milanese, Pirelli ha vantato la migliore performance settimanale, seguita da Cnh (+8,47%, ma -26,99% da inizio anno), e Azimut (+7,3%, -23,68%). In coda al listino le Bper (-6,2% e -60,3 da inizio anno), risentendo dell’aumento di capitale da 802 milioni iniziato lunedì scorso e che andrà avanti fino al 23 ottobre. Sono andate male anche le Nexi (-6%), nonostante la società lunedì scorso abbia annunciato le nozze con Sia. I titoli sono però stati 'venduti sulla notizia', che circolava ormai da mesi, tanto è vero che nonostante la frenata il rialzo da inizio anno si mantiene al di sopra del 28%. Gli investitori, inoltre, preferiscono essere cauti, mettendo in conto imminenti nuove mosse di espansione da parte della società, che potrebbe avere già nel mirino la danese Nets. Infine Hera ha perso il 3,48% e anche da inizio anno lascia sul parterre il 21,8%.

Loading...

Borse in balia dei contagi, in Italia superano quota 5mila

Tornando alla seduta di venerdì, le Borse europee sono state dominate per tutta la giornata dall’incertezza. Hanno provato a migliorare in concomitanza con l’avvio positivo di Wall Street, ma l’entusiasmo è durato poco. Del resto in Europa continuano a salire i contagi, mettendo a rischio la ripresa. In Italia le nuove infezioni hanno superato la soglia di 5mila unità, mentre in Francia è stata dichiarata l’allerta in altre quattro città, ossia Lille, Lione, Grenoble e Saint-Etienne, in aggiunta alle altre dodici città tra le quali la stessa Parigi. Nella capitale, per altro, gli ospedali sono entrati in modalità di emergenza a causa dell'aumento dei pazienti. Oltreoceano non è ancora chiaro se il piano di stimoli all’economia alla fine verrà varato prima delle elezioni presidenziali. Gli investitori sono ottimisti, ma le trattative vanno avanti a singhiozzo, con continui stop and go, come quello di ieri, quando la speaker della Camera, Nancy Pelosi, ha chiuso la porta alla possibilità di trattare per aiuti mirati solamente ad alcuni settori. In più sullo sfondo rimane il rebus delle elezioni, anche se i sondaggi danno in testa (fino a 16 punti di scarto) il democratico Joe Biden. Le prossime settimane si profilano però infuocate, soprattutto dopo che il presidente, Donald Trump, dopo aver rifiutato il dibattito virtuale con il suo rivale, ha detto in un'intervista che potrebbe riprendere la campagna elettorale già sabato, dopo che il suo medico ha confermato che è stata completata la terapia contro il Covid.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Corre Atlantia, St su nuovi massimi

A Piazza Affari si sono distinte le Atlantia (+3,5%), dopo la debolezza delle ultime sedute, provocata dal timore che il Governo ala fine possa andare allo scontro e revocare le concessioni autostradali del gruppo. Proprio ieri la ministra alle Infrastrutture, Paola De Micheli, aveva dichiarato che vigeva ancora una situazione di stallo. D’altra parte sembra che nelle ultime ore si siano aperti degli spiragli per nuove trattative. Come riportato anche da Radiocor, da lunedì, seppur sotto forma di lettere formali, i contatti sarebbero ripresi e avrebbero coinvolto anche Cassa Depositi e Prestiti, dopo la marcia indietro da parte dell’ente lo scorso settembre. Stmicroelectronics, salendo del 2,7%, ha conquistato nuovi massimi storici sopra 29 euro, con gli investitori pronti a scommettere sul settore dei semiconduttori come vincente. Motivo? Dopo che l’azienda ha rivisto al rialzo le previsioni per fine anno, alla luce delle vendite registrate nel terzo trimestre, anche la concorrente, Nxp, società leader nel settore dei semiconduttori per auto, ha preannunciato un terzo trimestre migliore delle attese, con vendite che dovrebbero attestarsi attorno a 2,27 miliardi di dollari, anziché due miliardi come indicato in precedenza. Il comparto dei chips, inoltre, potrebbe vivere una fase di consolidamento: secondo Wall Street Journal, Advanced Micro Devices è in discussioni avanzate per acquistare Xilinx Inc, valutata circa 30 miliardi di dollari.

Azimut festeggia dati su raccolta, si sgonfia Pirelli

Azimut (+2%) è stata premiata dopo la diffusione dei dati sulla raccolta di settembre, migliori delle attese: la società ha raccolto 581 milioni (da 418 milioni di agosto), pur beneficiando del contributo di Genesis Investment Advisors in Usa. Ad ogni modo anche al netto del consolidamento delle masse di quest'ultima la raccolta del gruppo sarebbe stata migliore delle attese e pari a 250 milioni. Da inizio anno, il gruppo presieduto da Pietro Giuliani è a quota 3,6 miliardi. Hanno invece registrato un andamento contrastato le azioni delle banche: Unicredit ha perso l'1,68% e anche Banco Bpm, dopo i progressi dei giorni scorsi, è arretrata dell'1,3%. Hanno invece fatto bene Intesa Sanpaolo(+0,2%) e Banca Pop Era (+0,5%), quest'ultima mentre va avanti l'aumento di capitale da 802 milioni di euro. Sono invece andati male alcuni titoli andati bene nelle ultime sedute, come ad esempio Pirelli & C, scivolata del 3,4%, o Saipem (-1,9%).

ePrice vola del 10%, male Cucinelli

Fuori dal paniere principale, Brunello Cucinelli ha perso il 2%, all’indomani della diffusione dei conti dei primi ove mesi, con ricavi pari a 379 milioni, giù del 17,5% sull'anno scorso. Tuttavia le vendite del terzo trimestre sono salite del 3,6% (a cambi costanti) a 173,8 milioni. Il fondatore ha inoltre preannunciato «un 2021 molto positivo, con una crescita dei ricavi intorno al 15%». le indicazioni, per, non hanno convinto il mercato.Cattolica Assha guadagnato lo 0,6%, festeggiando il superamento dell’ostacolo del recesso, che avrebbe potuto mettere in forse il percorso di trasformazione in spa e l’asse con Generali. La compagnia veronese ha comunicato che il diritto di recesso è stato esercitato dall'11,64% del capitale sociale (valore complessivo di 111 milioni al prezzo di recesso di 5,47 euro per azione). Dunque, visto che l'ammontare dei recedenti non ha superato la soglia del 20%, viene confermata la delibera di trasformazione in Spa approvata dall'assemblea straordinaria del 31 luglio. infine Eprice ha registrato una delle performance migliori del mercato, volando del 10% dopo l’intervista del presidente Claudio Calabi, al Sole 24 Ore. Il manager ha sottolineato che dopo l’aumento di capitale da 20 milioni di euro, la società è più solida e a questo punto in cerca di partnership strategiche. Dopo l’aumento di capitale, ha ricordato Calabi, è cambiato anche l’assetto proprietario dell’azienda: Pietro Boroli ha il 16% e assieme, agli altri componenti della famiglia Boroli-Drago, supera il 20%, Paolo Ainio è sceso attorno al 18% e Francesco Micheli è salito al 14% dal precedente 4%. Infine la Arepo di Matteo Arpe si sarebbe diluita tra il 3 e il 4%.

Euronext in calo dopo annuncio aggregazione con Borsa Italiana

Nel resto d'Europa, Parigi è stata la migliore in progresso dello 0,7%, seguita da Londra (+0,65%), mentre Madrid è stata la peggiore giù dello 0,6%. Francoforte ha chiuso sulla parità. A Parigi Euronext ha accusato un calo del 4,39% nel giorno in cui la società ha annunciato l'acquisto della Borsa Italiana, in cordata con Cdp e Intesa Sanpaolo, per 4,33 miliardi di euro. A vendere è stata l'Lse, che a Londra ha registrato un rialzo dello 0,16%.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Euro riconquista 1,18 dollari, debole il petrolio

Sul fronte dei cambi, l’euro si è rafforzato sul dollaro a quota 1,1816 (da 1,1749 dollari di ieri in chiusura). Il petrolio è volatile, dopo i rialzi della vigilia. Il wti, contratto con consegna a novembre, si mantiene comunque ta i 40 e i 41 dollari al barile.

Collocati 7mld di BoT, rendimento scende a -0,436%

Da ricordare che il Tesoro ha collocato 7 miliardi di BoT annuali con un rendimento di -0,436%, in calo di 21 punti base rispetto all'asta precedente. La richiesta del mercato è stata superiore ai 12 miliardi, con un rapporto di copertura di 1,72. Il prezzo medio ponderato è stato di 100,44.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti