ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Europa e Wall Street guardano a Omicron con meno paura. Milano (+0,7%) riconquista i 27mila punti

Il calo dei timori sulla variante spinge i listini nell’ultima seduta prenatalizia. In Usa inflazione Pce +5,7%, al top dal 1982. A Piazza Affari Cnh (+3,2%) nel giorno in cui si è tenuta l’assemblea per la scissione di Iveco. Corre Generali (+1,4%) col “patto” arrivato a un passo dal 16% del capitale

di Enrico Miele

La Borsa, gli indici del 23 dicembre 2021

3' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Il calo dei timori sulla variante Omicron - più contagiosa ma secondo i primi studi, come quello dell’Imperial College di Londra, meno letale rispetto ai precedenti ceppi del Covid – spinge i listini europei nell’ultima seduta prenatalizia, amplificata dai positivi dati macro arrivati dagli Usa (dove, però, l’inflazione continua a correre come non avveniva dal 1982). Gli investitori stanno reagendo senza scossoni anche alle nuove limitazioni, ormai in vigore in sempre più Paesi del Vecchio Continente – il 23 dicembre è toccato all’Italia – nel tentativo di frenare la risalita dei contagi durante le festività. I listini hanno così guadagnato terreno per la terza seduta consecutiva, con Piazza Affari che con il FTSE MIB ha terminato le contrattazioni in rialzo, un soffio sopra quota 27mila punti (soglia che in chiusura non si vedeva dallo scorso 7 dicembre). Gli investitori si stanno, quindi, posizionando in vista del bilancio di fine anno, che verrà stilato la prossima settimana e che si profila generoso per i mercati (il Ftse Mib ha guadagnato circa il 21%). In aumento nell'ultima seduta il CAC 40 di Parigi, il DAX 40 di Francoforte, l'IBEX 35 di Madrid, dopo il rialzo del Pil (+2,6% sul secondo trimestre e +3,4% su anno) e l'AEX di Amsterdam.

Wall Street chiude positiva, sussidi come da attese

Wall Street chiude positiva con lo S&P 500 a un nuovo record. Il Dow Jones sale dello 0,55% a 35.950,46 punti, il Nasdaq avanza dello 0,85% a 15.653,38 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,61% a 4.725,38 punti. Una crescita che arriva all'indomani di una giornata positiva, dopo la pubblicazione della terza lettura del pil, migliore delle attese: nel terzo trimestre l’economia è cresciuta del 2,3% e non del 2,1% come indicato in precedenza. La seduta odierna è anche ricca di dati macro, a partire dal mercato del lavoro: negli Usa il numero dei lavoratori che per la prima volta hanno richiesto i sussidi di disoccupazione, nella settimana terminata l'11 dicembre, è rimasto invariato a 205mila, secondo quanto riportato dal dipartimento del Lavoro (le attese erano per un dato a 206mila).

Loading...

A Milano al top Cnh, giù Bper e Tim

Nell’ultima seduta, sul listino milanese ha spiccato Cnh Industrial nel giorno in cui si è tenuta l’assemblea straordinaria dei soci per dare il via libera alla scissione di Iveco (effettiva dal gennaio 2022). Ha corso anche il titolo Generali dopo che il patto tra Francesco Gaetano Caltagirone, Leonardo Del Vecchio e Fondazione CrT è arrivato a un passo dal 16% del capitale della compagnia. Contrastati i bancari, con la peggiore è che Banca Pop Er in attesa di segnali dal Fitd sul dossier Bca Carige. In fondo Telecom Italia e Recordati. Anche Nexi è rimasta sotto i riflettori dopo avere comunicato di aver ricevuto dalla Consob l'autorizzazione a pubblicare il prospetto informativo relativo alle proprie azioni che verranno emesse al servizio della fusione per incorporazione di Sia. In salita Pirelli in scia a Continental che ha registrato una delle performance migliori a Francoforte. Il numero uno della concorrente tedesca di Pirelli, Nikolai Setzer, ha indicato che il 2021 potrebbe concludersi con un margine di utile nella fascia alta delle prospettive.

Spread chiude stabile 133 punti, tasso all'1,05%

Chiusura su livelli invariati per lo spread tra i BTp decennali e i Bund di pari durata. A fine seduta il differenziale di rendimento tra il decennale benchmark italiano e il pari scadenza tedesco è indicato a 133 punti base, stesso livello del closing del 22 dicembre. Si conferma anche il livello del rendimento del BTp decennale benchmark all'1,05% invariato rispetto alla vigilia.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

In Usa inflazione Pce +5,7%, più alta dal 1982

L'inflazione negli Stati Uniti continua a salire, raggiungendo i massimi dal 1982. A novembre, la misura preferita dalla Federal Reserve per calcolarla, il dato Pce ("Personal consumption expenditures" price index), è cresciuta dello 0,6% rispetto al mese precedente e del 5,7% rispetto a un anno prima, dopo il +5% di ottobre. Si tratta del dato più alto dal 1982.

Euro resta sopra 1,13 dollari, poco mosso il petrolio

Sul fronte dei cambi, l’euro rimane sopra la soglia di 1,13 dollari riconquistata alla vigilia: passa di mano a 1,1327 dollari (da 1,1327). La moneta unica vale inoltre 129,42 yen (129,39), mentre il cambio dollaro/yen è stabile a 114,25 (114,21). In leggere rialzo, infine, il prezzo del petrolio con il Wti, contratto di febbraio, che si attesta a 72,9 dollari al barile (+0,3%) e il Brent a 75,6 dollari (+0,4%).

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti