ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse Ue deboli sul finale, si salva Milano. Tonfo del petrolio

La banca centrale Usa dovrebbe annunciare un aumento dei tassi di 25 punti base. Speranza nel nuovo round di negoziati tra Mosca e Kiev

di Chiara Di Cristofaro

Aggiornato alle ore 22

La Borsa, gli indici del 15 marzo 2022

5' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Le Borse europee chiudono una seduta nel segno dell'incertezza, ma ben al di sopra dei minimi di giornata, sostenute anche dal buon andamento di Wall Street (Dow Jones +1,82%, Nasdaq +2,92% e S&P 500 +2,15%) sulla scia del dato sui prezzi alla produzione di febbraio sotto le attese e alla vigilia della riunione della Fed. Resta alta la preoccupazione per le evoluzioni della guerra in Ucraina, mentre la speranza è tutta nel nuovo round di colloqui tra Mosca e Kiev e con la visita a Kiev dei premier di Polonia, Slovacchia e Slovenia. La Borsa di Milano, che nella mattinata è arrivata a perdere oltre il 2%, chiude con il FTSE MIB in positivo, mentre restano in rosso l’indice tedesco DAX 30, il francese CAC 40 e il FT-SE 100 a Londra.

Sale l’attesa dunque per le imminenti mosse delle Banche centrali: la Federal Reserve è chiamata il 16 marzo a prendere una decisione sui tassi e si attende una prima stretta di 25 punti base. Un elemento di incertezza sui mercati arriva però dall’aumento globale dei contagi da Covid-19, con il nuovo balzo dei casi in Cina (5.280 nelle ultime 24 ore, record dalla prima ondata) e la città di Shenzhen tornata in lockdown, che hanno portato all’immediato crollo dei listini asiatici, da Hong Kong (-6,20%) a Shanghai (-4,95%).

Loading...

Wall Street al rimbalzo dopo il dato sull'inflazione Usa

In rialzo gli indici a Wall Street, dopo il dato sull'inflazione statunitense. A febbraio, i prezzi alla produzione negli Stati Uniti sono infatti aumentati dello 0,8% rispetto al mese precedente, contro attese per un +0,9% (rispetto a un anno prima +10%). Anche il dato sul settore manifatturiero, peggiore delle attese, ha rassicurato gli investitori sul fatto che la Fed non accelererà il passo del taglio del costo del denaro. Ma le attenzioni restano sulla situazione in Ucraina e sulla Fed, che il 16 febbraio annuncerà le sue decisioni sui tassi. Il Dow Jones è reduce da cinque cali settimanali consecutivi, lo S&P 500 e il Nasdaq Composite da quattro.


Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Milano scivola Tenaris, bene Generali dopo conti

A Piazza Affari focus sulla compagnia Generali dopo i conti 2021 superiori alle attese del mercato, con il risultato operativo migliore di sempre a 5,9 miliardi (+12,4%) e un utile netto a 2,85 miliardi (+63%). Il ceo Philippe Donnet parla di «risultati record nonostante un contesto sfidante». Ma il Leone di Trieste è anche alla vigilia di un delicato rinnovo dei vertici: «Abbiamo presentato ieri la nostra lista, che vede candidati di ottimo profilo e grande esperienza internazionale, una lista di grande qualità sotto tutti i punti di vista».

In evidenza le banche, Intesa Sanpaolo e soprattutto Banca Pop Er e il risparmio gestito. Tra i titoli che hanno migliorato la performance nel corso della giornata c'è anche Atlantia che nonostante i legami con Aspi siano ormai anche quasi formalmente sciolti ha accolto con favore la notizia della richiesta di patteggiamento nel processo per il crollo del Ponte Morandi. Bene le utilitiy, in controtendenza rispetto al settore oil Saipem in attesa del nuovo piano slittato al 24 marzo che prevede, secondo Il Sole 24 Ore, un prestito da 1,5 miliardi per coprire le prime scadenze e un aumento di capitale da 1,5-2 miliardi, con l’impegno delle banche sul debito.

In coda al listino, invece, gli altri energetici con il calo del greggio, a partire da Tenaris che chiude in profondo rosso in linea con il settore in Europa, appesantita anche dal giudizio di Equita. Sotto pressione anche il settore del lusso, con le nuove sanzioni imposte dall'Ue alla Russia a causa del conflitto in Ucraina e con il nuovo balzo dei casi di Covid-19 in Cina. Così Moncler è tra le peggiori, ma fuori dal listino principale la seduta è stata pesante anche per Salvatore Ferragamo e Aeffe, mentre ha chiuso in rialzo Brunello Cucinelli, che ha acquistato il 43% di Lanificio Cariaggi, fornitore storico del gruppo, per 15,05 milioni.

Le azioni Mfe (cioè le ex Mediaset) sono state sospese dalle contrattazioni per tutta la seduta in attesa di un comunicato. Questo dopo che il cda di MediaForEurope nella tarda serata del 14 marzo ha deliberato – in base a quanto appreso da Radiocor – l'operazione di riassetto di Mediaset Espana, già controllata dal gruppo italiano, attraverso un'offerta pubblica di acquisto e scambio finalizzata al delisting.

Vendite sul petrolio, in altalena il prezzo del gas

Prosegue la corsa al ribasso del petrolio , che è tornato ben al di sotto della soglia dei 100 dollari al barile per il Wti, complici le speranze per un accordo sul nucleare iraniano e l'aumento dei casi di Covid in Cina (con le conseguenti restrizioni) che fa pensare a un calo della domanda. «Una risoluzione del conflitto in Ucraina potrebbe portare a sanzioni meno severe nei confronti della Russia e alleviare le pressioni sull'offerta - notano inoltre gli analisti di ActivTrades - mentre l’impatto delle restrizioni del nuovo lockdown in Cina sull'attività economica del paese provocheranno una riduzione della domanda che sarà accolta favorevolmente dai trader che hanno finora operato in un mercato molto ristretto, contribuendo a un calo dei prezzi». Seduta in altalena per i prezzi del gas, che hanno cambiato più volte direzione e a fine giornata in Europa sono in calo. Sul fronte dei metalli preziosi, l' oro è in calo per la terza seduta consecutiva, alla vigilia della riunione della Fed.

Germania, crolla indice fiducia Zew. Stabile l'industria Ue

Intanto l'indice Zew, che misura le attese economiche degli imprenditori in Germania, crolla a marzo a -39,3 dal 54,3 di febbraio, molto al di sotto delle previsioni. Per quanto riguarda le condizioni correnti l'indice è caduto a -21,4 dal -8,1 di febbraio. A determinare il crollo è il conflitto tra Russia e Ucraina, mentre, come indica Eurostat, a gennaio la produzione industriale nell’area euro è risultata stabile rispetto a dicembre ed è aumentata dello 0,4% nella Ue. In Italia rispetto a dicembre è calata del 3,4% (rispetto a un anno prima -2,6%).

Crollano HK e Shanghai dopo il lockdown di Shenzen

La Borsa di Hong Kong è crollata di oltre il 6%, mentre quella di Shanghai ha chiuso in ribasso del 4,95%, colpita dal forte calo delle azioni del settore tecnologico all'indomani del lockdown di Shenzhen, hub tecnologico della Cina, a causa della nuova ondata di Coronavirus. A Hong Kong, l'indice Hang Seng ha perso il 6,20%, ovvero 1.211,13 punti, scendendo a 18.320,53 nel pomeriggio, mentre nella Cina continentale, la Borsa di Shanghai è scesa del 4,95%, ovvero 159,57 punti, a 3.063,97, e quella di Shenzhen il 4,56%, o 96,06 punti, a 2.013,37.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti