ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Wall Street e petrolio schiacciano l'Europa, a Milano (-0,8%) giù le banche. Spread chiude in area 100

L'indice Zew tedesco scende più delle attese, deludono gli ordini all'industria. In calo la Borsa americana dopo i dati sul settore servizi. Si indebolisce l'euro, greggio tocca massimi in 7 anni e poi cala

di Stefania Arcudi ed Eleonora MIcheli

Aggiornato alle 18.10

La Borsa, gli indici del 6 luglio 2021

4' di lettura

Dopo un tentativo di recupero, le Borse europee hanno imboccato la via dei ribassi e hanno chiuso sui minimi di giornata, scoraggiate anche da una Wall Street debole, al ritorno dalla pausa per l'Independence Day. Giù quindi il FTSE MIB di Milano, il CAC 40 di Parigi, il DAX 30 di Francoforte, il Ftse 100 di Londra, l'IBEX 35 di Madrid e l'AEX di Amsterdam.
Il focus è sui prezzi del petrolio: prima di invertire tendenza e passare in territorio negativo, il Brent ha allungato fino ai massimi dall'estate 2018 e il Wti si è portato sui livelli del 2014, a causa del mancato accordo tra i Paesi Opec+ sui livelli di produzione.
«Rimaniamo positivi sui mercati azionari - dice Luigi Nardella di Ceresio Investors - le economie continuano a recuperare rapidamente e la liquidità rimane abbondante. Tuttavia valutazioni più elevate implichino prospettive di guadagno inferiori e rischi maggiori. La bassa volatilità però consente di implementare strategie di protezione – acquisto di opzioni put – a costi relativamente contenuti».

Wall Street in calo, crolla Didi (-23%)

Andamento in calo a Wall Street, dopo le chiusure record di venerdì e all'indomani della chiusura per il Giorno dell'Indipendenza. Non aiutano i dati sul settore servizi, con gli indici Pmi e Ism in calo e a livelli al di sotto delle stime. Sul fronte azionario, il titolo di Didi Global crolla di oltre il 20%, dopo che la Cina ha imposto ai negozi di app di rimuovere l'applicazione della «Uber cinese», citando timori per la sicurezza dei dati degli utenti, e aver aperto un'indagine. Il Wall Street Journal ha poi scritto che Didi sarebbe stata consigliata dalle autorità cinesi di rinviare il debutto al Nyse e di rivedere la sicurezza della sua rete.

Loading...

Pechino verso stretta su quotazioni aziende cinesi all'estero

Il governo cinese intende inasprire le regole per le società che cercano di quotarsi all'estero e cambiare il suo processo di approvazione per le offerte pubbliche iniziali. Le mosse, che sono state rese note attraverso l'agenzia di stampa statale Xinhua, potrebbero complicare i tentativi delle aziende cinesi di raccogliere fondi dalle vendite di azioni negli Stati Uniti. Le disposizioni prevedono che i regolatori rafforzino la «cooperazione normativa transfrontaliera» e rendano più stringenti le regole sulla sicurezza dei dati e altre informazioni riservate. Le linee guida fanno riferimento ai «profondi cambiamenti in atto nell'ambiente economico e finanziario» che vedono quella che le autorità definiscono «una crescente illegalità nel mercato dei capitali» che ha reso la supervisione regolamentare più impegnativa.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Milano le vendite colpiscono Tim, giù petroliferi

Tra i titoli del Ftse Mib, Stellantis viaggia in calo, ma fa meglio del resto del comparto auto grazie all'investimento da 100 milioni di sterline nello stabilimento Vauxhall di Ellesmere Port, che sarà usato per produrre veicoli elettrici. Dopo un balzo iniziale arretra Amplifon che ha annunciato una nuova joint venture in Cina con uno dei primari retailer locali. Sotto i riflettori i petroliferi (Saipem ed Eni), che seguono l'andamento del greggio e quindi hanno girato in ribasso dopo l'avvio in accelerata. Le vendite colpiscono Telecom Italia dopo l'annuncio dei ricambi nel management unita alle indiscrezioni sulla tempistica più lunga nel riassetto di Open Fiber. Fiacche le banche con realizzi su Mediobanca dopo il balzo della vigilia in scia alla notizia del rafforzamento di Leonardo Del Vecchio nel capitale.

Tra le piccole occhi su Ovs, Sicit e le debuttanti su Aim

In altalena Ovs il cui cda ha approvato i termini dell'aumento di capitale da 80 milioni di euro deliberato a fine 2020. Balzo per Sicit Group a 16,75 euro dopo che NB Renaissance ha alzato a 16,80 euro per azione l'offerta pubblica d'acquisto che si chiuderà venerdì. Acquisti boom per le società che debuttano sull'Aim: Id-Entity e Spindox.

Petrolio tocca massimi in 7 anni e poi cala

Tornano a scendere i prezzi del petrolio, dopo gli aumenti precedenti, che hanno portato il Brent sui massimi dall'estate 2018 e il Wti al top dal novembre 2014. I membri Opec+ non sono riusciti a raggiungere un compromesso con gli Emirati per aumentare la produzione ad agosto. Non è stata fornita alcuna data per eventuali altri incontri, ma secondo alcune indiscrezioni di Reuters le contrattazioni potrebbero riprendere nei prossimi giorni. Inoltre, secondo fonti anonime, l’amministrazione Biden avrebbe chiesto con urgenza ai membri Opec+ di trovare una soluzione per aumentare la produzione.

Spread scende sotto 100 punti

Dopo un avvio in frazionale rialzo, lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario Mts dei titoli di Stato punta verso il basso. Il differenziale di rendimento tra il decennale benchmark italiano (IT0005436693) e il pari durata tedesco è sceso a 96,9 punti, dopo l'avvio a 102 punti base dai 101 punti registrati nel finale precedente. Si restringe significativamente il rendimento dei decennali italiani, indicato allo 0,75% dallo 0,81% del closing di ieri, sui minimi da inizio giugno.

Deludono i dati tedeschi, l'euro torna sotto quota 1,19 dollari

Deludono gli ordini all’industria tedesca del mese di maggio (-3,7% congiunturale), così come l'atteso indice Zew. A luglio il sentiment degli investitori tedeschi sui prossimi sei mesi è sceso al di là delle previsioni. L'indicatore relativo alla situazione corrente tuttavia è migliorato e - sottolinea l'istituto Zew - è di nuovo positivo per la prima volta in due anni. Dopo lo Zew, torna a indebolirsi l'euro che in mattinata aveva rivisto la soglia di 1,19 dollari.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti