ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

L'Europa chiude in rosso, Milano si salva con la «promozione» del Fondo all'Italia

Fmi alza stime Italia, ma abbassa quelle globali e degli Stati Uniti. Wall Street incerta. A Piazza Affari in luce Diasorin e Saipem. Petrolio rallenta la corsa, euro/dollaro poco mosso e spread in calo a 101 punti

di Stefania Arcudi

Aggiornato alle 18.30

La Borsa, gli indici del 12 ottobre 2021

5' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Dopo una mattinata di ribassi, le Borse europee hanno chiuso con il freno a mano tirato, pur se sopra i minimi di giornata. Ancora una volta hanno pesato i rischi sull’inflazione globale, sottolineati anche dal Fondo monetario internazionale, e le preoccupazioni sulla Cina, con Evergrande ancora a rischio default non avendo pagato la terza tranche di cedole sui bond agli obbligazionisti. Così il FTSE MIB di Milano galleggia e si salva grazie alla «promozione» del Fmi, che ha rivisto al rialzo le stime 20 21, mentre ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita globale, parlando per altro di entusiasmo svanito sui mercati e vulnerabilità finanziarie in vari settori. In discesa invece il CAC 40 di Parigi, il DAX 40 di Francoforte, dopo il ribasso dell’indice Zew sulle aspettative sull’economia, calato per il quinto mese di fila, il Ftse 100 di Londra e l'AEX di Amsterdam. Ha retto l'IBEX 35 di Madrid.

La maggiore preoccupazione degli investitori è che la fiammata dei prezzi dell'energia disegni uno scenario economico con inflazione elevata e crescita contenuta, mentre si alimentano in Asia le preoccupazioni sulle sorti dei giganti dell'immobiliare come Evergrande, che sembra non aver rispettato la terza scadenza di pagamenti agli obbligazionisti nel giro di poche settimane, e con altri gruppi del real estate come Fantasia Holdings e Sinic sotto pressione per le loro condizioni finanziarie. Ma in Cina l'avversione al rischio è alimentata anche dalle indiscrezioni, riportate dal Wall Street Journal, secondo cui Pechino sta preparando una nuova stretta della regolamentazione sulle società e ha messo nel mirino i rapporti tra gli istituti bancari e i grandi gruppi privati.

Loading...

Fmi lima stime globali e alza su Italia; rischi da inflazione

La ripresa globale va avanti, ma lo slancio si è indebolito, azzoppato dalla pandemia. E' quanto ha sottolineato nel World Economic Outlook il Fmi, che ha rivisto al ribasso le stime sulla crescita globale (5,9% nel 2021, contro il 6% previsto a luglio, e un +4,9% nel 2022, come tre mesi fa) e americana (dal 7% di tre mesi fa al 6%; per il 2022, la previsione è stata rivista invece in rialzo di 0,3 punti percentuali al 5,2%). Ritoccate al rialzo invece le previsioni per l'Italia: nel 2021 dal 4,9% di tre mesi fa al 5,8% ( confermata la previsione di crescita del 4,2% nel 2022). Il Fmi ha inoltre lanciato un allarme sull'inflazione: la ripresa economica ha alimentato una rapida accelerazione, guidata da una domanda solida, dalla carenza di forniture e dal rapido aumento dei prezzi delle commodity. L'inflazione resterà probabilmente alta nei prossimi mesi, prima di tornare ai livelli prepandemici entro la metà del 2022, anche se i rischi di un'accelerazione rimangono.

A Piazza Affari giù Tenaris, bene Diasorin e Saipem

A Piazza Affari le migliori sono state Prysmian e Diasorin, che ha rimbalzato dopo i ribassi delle sedute precedenti. Si è messa in luce anche Saipem, dopo che JPMorgan ha alzato l’obiettivo di prezzo da 2,4 euro a 2,6 euro per azione. Sempre tra i petroliferi, deboli Tenaris ed Eni, che si è allontanata dai massimi in 20 mesi toccati alla vigilia nonostante la valutazione positiva di Morgan Stanley (overweight, con target a 14,7 euro). In generale, il comparto energetico non è aiutato dal cambio di passo del petrolio, dopo l'accelerata precedente. Tra le banche deboli Banco Bpm e Banca Pop Er, quest'ultima al centro delle indiscrezioni su una possibile combinazione con Banca Pop Sondrio. Arretra Atlantia che ha annunciato la commessa da 300 milioni di euro per Abertis relativa a un maxi tunnel in Cile.

Accelerata per Aeffe, corre anche Anima

Fuori dal listino principale, scatto per Anima Holding, grazie alla raccomandazione di acquisto (da "hold" a "buy", con target di prezzo a 5,3 euro) emessa dagli analisti di Ubs sulla società di risparmio gestito a valle dei dati sulla raccolta di settembre e dell'avvio del programma di acquisto di azioni proprie per 60 milioni di euro. La migliore è stata Aeffe, società di moda che controlla marchi come Alberta Ferretti, Moschino e Philosphy e che ha riconquistato quota 2 euro. A riaccendere i riflettori sul gruppo di moda è stato uno studio di Banca Imi, pubblicato in occasione della Star Conference. Gli esperti hanno consigliato di acquistare le azioni ('Add') , sebbene abbiamo calcolato un target di prezzo più basso delle attuali quotazioni, attorno a 1,9 euro. Bene anche Danieli Ord dopo che Acciaierie Arvedi ha ordinato al gruppo due nuove linee di lavorazione deilaminati da installare presso lo stabilimento triestino di Servola.

Borse Cina male: Pechino studia nuova stretta su società

Chiusura in deciso 'rosso' per le Borse cinesi, dalla Cina continentale a Hong Kong, trascinate al ribasso dalle vendite sui titoli tecnologici. A pesare sull'umore degli investitori sono state le indiscrezioni, riportate dal Wall Street Journal, secondo le quali il presidente Xi Jinping avrebbe avviato indagini sui legami tra le banche statali, fondi d'investimento e grandi corporation private. A Hong Kong, l'indice Hang Seng e' cosi' sceso dell'1,4% a 24.962 punti, mentre il China Enterprises Index ha perso l'1,7% a 8.849 punti, lo Shanghai Composite ha ceduto l'1,25% e l'indice Hang Seng Tech e' calato del 3,2% (dopo aver guadagnato nelle tre sessioni precedenti). A perdere terreno, tra gli altri, anche il gigante dell'e-commerce Alibaba (-3,9%).

Wall Street in rialzo, attesa per Fed e trimestrali

Andamento in rialzo per la Borsa americana.Gli investitori attendono per mercoledì 13 ottobre i dati sull'inflazione Usa di settembre e i verbali dell'ultima riunione del Fomc della Federal Reserve. Ai nastri di partenza anche la stagione delle trimestrali Usa con i conti di JpMorgan. Tra i titoli, da seguire il titolo di CureVac, che crolla in premercato dopo aver annunciato la decisione di ritirare il suo candidato vaccino contro il coronavirus dall'attuale iter di approvazione in corso all'Agenzia europea del farmaco. L'azienda tedesca ha deciso di concentrarsi sullo sviluppo dei candidati vaccini a mRna di seconda generazione, ai quali sta lavorando in collaborazione con la britannica Gsk.


Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Petrolio rallenta, euro stabile sotto 1,16 dollari

Rallentano rispetto ai picchi di inizio settimana i prezzi del petrolio anche se il Wti, nella consegna novembre, resta al di sopra degli 80 dollari al barile e il Brent a Londra nella consegna dicembre ha sempre nel mirino quota 84 dollari .
Il cambio euro-dollaro è rimasto stabile sotto quota 1,16, con il biglietto verde sempre tonico in attesa delle indicazioni della Federal Reserve americana sul ritiro degli stimoli monetari.

BTp, rendimento stabile a 10 anni sopra 0,90%

Poco mosso lo spread BTp/Bund. A fine seduta il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (IT0005436693) e il pari durata tedesco è indicato a 101 punti base, dai 102 punti della chiusura precedente. In frazionale rialzo invece il rendimento del BTp decennale benchmark, che è indicato allo 0,92% dallo 0,91% del riferimento precedente.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

    loading...

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti